NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2853 del 16 e 17 luglio 2019

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

COMUNE DI STAZZEMA E DELL’ALTA VERSILIA

“Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Google scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

NIDO D’INFANZIA A STAZZEMA, L’AMMINISTRAZIONE PRESENTI DOMANDA AL BANDO POR FSE 2014-2020 E CERCHI I FONDI PER NON SOPPRIMERE IL SERVIZIO.

Riceviamo e pubblichiamo il documento PDF con cui la formazione Stazzema Bene Comune informa l’amministrazione comunale sul Bando For Fse 2014-2020 e tramite esso cercare i fondi per non sopprimere il servizio del Nido d’Infanzia.

Al Sindaco

All’assessore alla Pubblica Istruzione

All’ufficio Pubblica Istruzione

All’ufficio Protocollo

del Comune di Stazzema

Oggetto: Nido d’infanzia – bando Por Fse 2014-2020, contributi per servizi educativi della prima infanzia 2019-2020.

nido d’infanzia

Da Stazzema Bene Comune, addì 16.7.2019.

SOCIALE: MENO VINCOLI E MAGGIORI STANZIAMENTI PER I CONTRIBUTI A INTEGRAZIONE DEI CANONI DI AFFITTO.

Si amplia la platea dei potenziali beneficiari. Guidugli: «Puntiamo a ridurre il rischio di morosità e sfratti»

Seravezza_ Si amplia la platea delle famiglie seravezzine che nel 2019 potranno godere di contributi economici a integrazione dei canoni di affitto. Il Comune di Seravezza ha deciso infatti di aumentare di 20 mila euro il proprio stanziamento a sostegno della misura e di ammettere a contributo anche le famiglie con un patrimonio mobiliare fino a 50 mila euro, in deroga al limite di 25 mila fissato dalla Regione Toscana. «Un nuovo, concreto e forte segnale di attenzione che l’Amministrazione Tarabella rivolge al sociale e una prova dell’ottima sinergia tra assessorato e uffici, con una piena intesa e condivisione degli obiettivi», commenta l’assessore Orietta Guidugli.

Le risorse che il Comune di Seravezza dedica ai contributi sulle locazioni è raddoppiato negli ultimi tre anni: dai 20 mila euro del 2017 ai 40 mila attuali. L’incremento di quest’anno deriva da una rimodulazione degli stanziamenti legata alle modalità di erogazione del reddito d’inclusione introdotto nel 2018. L’altra grossa novità, come accennato, è rappresentata dalla deroga che il Comune ha introdotto – in piena autonomia rispetto alle disposizioni regionali – sul patrimonio mobiliare dei potenziali destinatari dei contributi: Firenze ammette tra i beneficiari solo i nuclei familiari con patrimonio mobiliare fino a 25 mila euro; Seravezza ha innalzato questo limite a 50 mila euro.

«Da una parte maggiori risorse, dall’altra un allentamento dei vincoli: con questo puntiamo ad ampliare il numero dei cittadini che potranno usufruire del contributo sugli affitti, riuscendo a prevenire in tal modo le morosità e a ridurre di conseguenza eventuali sfratti», aggiunge l’assessore Guidugli. «L’intervento si inquadra in un ampio programma di potenziamento del sociale a Seravezza che passa quest’anno anche attraverso un ulteriore incremento di 7 mila euro del capitolo relativo ai contributi».

Il bando per l’assegnazione dei contributi sugli affitti 2019 è già aperto. Le domande di accesso alla graduatoria si possono presentare entro il 20 luglio prossimo. Tra i principali requisiti per accedere al bando si segnalano: possedere la cittadinanza italiana o quella di uno Stato appartenente all’Unione Europea; avere la residenza anagrafica nel Comune di Seravezza e presso l’immobile con riferimento al quale si richiede il contributo; non detenere diritti di proprietà o di usufrutto, uso o abitazione di alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare nel raggio di 50 chilometri dal Comune; non essere titolari di patrimonio mobiliare superiore a 50 mila euro; non essere titolari di patrimonio mobiliare superiore a 50 mila euro; essere titolari di un regolare contratto di locazione ad uso abitativo, regolarmente registrato o depositato per la registrazione, in regola con le registrazioni annuali; essere in possesso di attestazione Isee per un valore uguale o inferiore a 13.338,26 euro per la fascia A (incidenza del canone non inferiore al 14% del reddito) o di 28.684,36 euro per la fascia B (incidenza del canone non inferiore al 24%) o di attestazione Isee di 16.500 euro nel caso di locazioni in alloggi Erp. L’entità del contributo sarà calcolata in rapporto all’incidenza del canone sul valore Isee.

Il bando e i relativi moduli sono disponibili sul sito web del Comune all’indirizzo http://www.comune.seravezza.lucca.it.

Ufficio stampa Comune di Seravezza

Stefano Roni, addì 16.7.2019.

SCUOLA: ISCRIZIONI, PASTI E RETTE ORA È TUTTO ONLINE, PIETRASANTA TAGLIA MODULI E CODE UFFICI. ISCRIZIONI, PASTI E RETTE MA ANCHE LA DOCUMENTAZIONE PER LA DICHIARAZIONE 730: ORA È TUTTO ONLINE. 

Pietrasanta manda in archivio carta e code agli sportelli. 

Pietrasanta_I genitori dei bambini iscritti a nidi e scuole pietrasantine non dovranno più compilare noiosi moduli cartacei o pagare rette e pasti con il bollettino ma potranno farlo, già dal prossimo anno scolastico, via web attraverso l’iscrizione e l’accesso ad un account personale. L’amministrazione Giovannetti fa un nuovo ed importante passo in avanti verso una pubblica amministrazione più digitale, snella ed immediata tagliando costi, tempi e sprechi.

Vogliamo e stiamo lavorando per un ente moderno, al passo con i tempi e le nuove tecnologie, dove si possa interagire con gli uffici ed usufruire dei servizi erogati da remoto accedendo dal cellulare o dal pc. – spiega il Sindaco, Giovannetti – Ci sono una miriade di servizi che oggi richiedono il dispendio di tempo ed energie che vogliamo trasferire sul digitale. Meno tempo impieghiamo per stare in fila o agli sportelli e più tempo abbiamo da dedicare a lavoro, famiglia e tempo libero. I servizi online che abbiamo attivati sono già moltissimi. Il nostro obiettivo di mandato è snellire e tagliare la burocrazia attraverso il potenziamento dell’infrastruttura digitale. Ora tocca alla scuola”.

I servizi di iscrizione all’anno scolastico ma anche il pagamento delle rette e dei pasti avverrà attraverso uno specifico portale, collegato al sito www.comune.pietrasanta.lu.it, che consentirà all’utente-genitore di avere sempre sotto controllo il suo stato. Il portale è parte integrante del progetto UbiSmart sviluppato dall’azienda PA Digital Spa, azienda leader che sviluppa sistemi informativi specifici per enti pubblici. Il servizio sarà fruibile naturalmente da tutti i browser, da qualsiasi supporto tecnologico ed anche da una apposita App. Anche dal cellulare.

I genitori con figli in età scolare oggi appartengono alla generazione digitale – analizza Francesca Bresciani, Assessore alla Pubblica Istruzione – e gradiranno molto questo servizio perché li mette nelle condizioni di gestire il pagamento per esempio dei bollettini, i pasti fruiti e tutte le comunicazioni ufficiali dell’ente oltre alla possibilità di scaricare la comunicazione utile alla dichiarazione 730. Oggi questo procedimento era farraginoso sia per gli utenti che per l’ufficio. I genitori potranno iscrivere i figli direttamente online, senza più compilare moduli di carta e senza più dover andare all’ufficio. Introduciamo una semplificazione che porterà molti benefici”.

 Per usufruire delle funzionalità del portale è necessario accreditarsi richiedendo le credenziali di accesso mediante lo specifico servizio “Registrazione Utenze Servizi On Line” che prevede l’inserimento dei dati anagrafici, numero di cellulare e indirizzo email. Per i cittadini che già sono in possesso di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale, vedi anche https://www.spid.gov.it) non sarà necessaria alcuna registrazione in quanto l’identità della persona viene già certificata dal sistema nazionale. “Grazie a questo nuovo portale – conclude la Bresciani – potremo anche svolgere questionari di gradimento così da raccogliere quante più informazioni utili al miglioramento dei servizi e dei rapporti con i cittadini”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 16.7.2019.

SCUOLA: IN CORSO I LAVORI PER L’AMPLIAMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA DI RIPA

20190716_lavori-scuola-ripa_IMG_4038

Sopralluogo da parte dell’assessore al patrimonio e ai lavori pubblici Giuliano Bartelletti questa mattina alla scuola elementare di Ripa dove l’impresa incaricata dal Comune di Seravezza – la Lomcer di San Donato, Lucca – deve provvedere all’installazione dei moduli prefabbricati che amplieranno di circa 90 metri quadrati le superfici utili per le attività didattiche.

«Da tempo l’azienda sta operando presso la propria sede per il montaggio dei moduli», riferisce l’assessore «e martedì 23 luglio i nostri tecnici hanno in programma un sopralluogo proprio a Lucca per verificare lo stato di avanzamento dei lavori. In cantiere a Ripa, intanto, gli operai hanno avviato le opere per la realizzazione degli scavi e delle fondazioni. Confidiamo che l’impresa consegni l’opera nei tempi stabiliti».

L’ampliamento della “Italo Calvino” tramite moduli prefabbricati sarà realizzato con una spesa di 170 mila euro (117 mila a carico della Regione Toscana).L’impresa appaltatrice si è impegnata a consegnare l’opera entro il 31 agosto. L’intervento consiste nell’installazione di due strutture prefabbricate nel cortile della scuola, collegate al corpo centrale da un nuovo corridoio chiuso e coperto.

«In materia di opere pubbliche il settore scuola ci vede impegnati a trecentosessanta gradi, con previsioni di intervento pressoché in tutte le strutture», aggiunge l’assessore Bartelletti.

«Stiamo organizzando il cantiere per la messa in sicurezza sismica della materna di Basati e al contempo stiamo seguendo quello di Ripa e predisponendo il progetto per la palestra della scuola di Marzocchino. Gradualmente partiranno tutte le pratiche relative agli interventi del pacchetto “sicurezza sismica”, da coordinare con quelle dell’efficientamento energetico. Gli uffici sono giocoforza sotto pressione, ma tutto sta procedendo. Comprendiamo le preoccupazioni dei genitori e per questo l’Amministrazione è sempre disposta al dialogo e al confronto. Così come è pronta – e lo ha già fatto anche nell’ultimo consiglio comunale – a smentire voci prive di ogni fondamento come quella relativa alla trasformazione della scuola “Frediani” in magazzino comunale. Niente di più lontano dalla realtà. Per la “Frediani” l’unica opzione è e resta quella della ristrutturazione e della riapertura come scuola nei tempi più rapidi. Voglio ricordare che dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca abbiamo un finanziamento di 140 mila euro per la progettazione definitiva ed esecutiva delle opere di adeguamento sismico e ristrutturazione del plesso».

Ufficio stampa Comune di Seravezza

Stefano Roni,addì 16.7.2019

BENI CULTURALI: AL VIA IL RECUPERO TORRE BELTRAME, SINDACO VISITA CANTIEREFoto sindaco visita Torre Beltrame

Pietrasanta_ Torre Beltrame: ditta al lavoro. Aperto il cantiere. La lunga attesa è finita. E’ finalmente partito il restauro del primo lotto di uno dei simboli della frazione di Strettoia – Montiscendi: il Salto della Cervia. La Torre Medicea di Porta Beltrame, che domina lungo la via Aurelia, a cavallo tra Pietrasanta e Montignoso, ha iniziato in queste ore lungo e delicato percorso di recupero, suddiviso in tre fasi-lotti, che dovrà riconsegnarla alla comunità in tutto il suo splendore.

L’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti mantiene l’impegno. Il primo intervento, circa 200 mila euro, è finanziato per tre quarti con risorse comunali e la restante parte, circa 32mila euro, con un finanziamento regionale. Per restaurare e recuperare il Salto della Cervia saranno necessari poco meno di 600 mila euro. A seguire l’avvio dei lavori è tornato il Sindaco che punta anche sul recupero del patrimonio storico ed architettonico per valorizzare le frazioni. “La Torre Beltrame è uno degli obiettivi di mandato. – spiega il primo cittadino – E noi rispettiamo l’impegno con la comunità”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 16.7.2019.

VERSILIA: STRATEGIE DI VENDITA DIRETTA E GESTIONE DEL CLIENTE, WORKSHOP A LIDO DI CAMAIORE (LU)

Incontro in programma giovedì 25 luglio alle ore 14.30

Versilia_ Strategie di vendita e gestione del cliente ma anche prove pratiche e simulazione di vendita. Sono i temi al centro del workshop tecnico-pratico promosso da Coldiretti attraverso il progetto Coltiform-Psr in programma giovedì 25 luglio (ore 14.30) presso la sala convegni della sede versiliese in Piazza Magnani, 1 a Lido di Camaiore (Lu). L’incontro, rivolto alle imprese agricole iscritte alla rete di vendita diretta di Campagna Amica e alle aziende che vogliono puntare sulla filiera corta, fornisce strumenti, tecniche e strategie avanzate per proporre i prodotti agricoli ed agroalimentari ai clienti. Si parlerà della preparazione del banco vendita, di come valorizzare i prodotti attraverso l’incontro con il pubblico, di strategie di marketing e di come evitare i più comuni errori fino all’importanza del brand e del contatto diretto. Non solo formazione con i facilitatori Matteo Fazzi e Alessandro Di Fonzo ma anche tanta pratica e simulazioni di vendita per essere pronti ad affrontare il mercato.

Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi al Coldiretti Lucca al 0583.343653 o scrivere a lucca@coldiretti.it

Per informazioni www.toscana.coldiretti.it oppure pagina ufficiale Facebook

Ufficio stampa Redazione Virtuale, addì 16.7.2019

GEMELLAGGI: 30 STUDENTI DA GERMANIA E BELGIO, VACANZA STUDIO A PIETRASANTA TRA SCUOLA, MARE E ARTE

Pietrasanta_ 30 ragazzi da Germania e Belgio in città per il programma di vacanza studio. E’ arrivata domenica mattina, in treno, la numerosa delegazione di studenti stranieri delle città gemellate di Grenzach Whylen e Ecaussiness che partecipano all’intenso calendario di scambi culturali. Gli studenti, tutti di età tra i 14 ed i 17 anni, sono ospiti delle famiglie pietrasantine: studieranno la mattina italiano all’Osterietta seguiti da tutor ed insegnanti mentre il pomeriggio potranno divertirsi al mare, praticare sport acquatici oltre a partecipare a gite organizzate come nella vicina Pisa o all’Antro del Corchia. Il potenziamento delle relazioni internazionali e degli scambi culturali con e per i giovani erano uno degli obiettivi di mandato dell’amministrazione di Alberto Stefano Giovannetti. Obiettivo centrato: le richieste per una vacanza-studio a Pietrasanta, da parte dei giovani delle città gemellate, sono in grandissima crescita. Attualmente le città gemellate sono
Grenzach Whylen (Germania), Eucassiness (Belgio), Villeparisis (Francia), Zdunska Wola (Polinia), Utsunomiya (Giappone) oltre alla città di Montgomery (Alabama, Usa) e di Tenerife (Spagna) con cui il Comune di Pietrasanta ha siglato patti commerciali e culturali.

Dopo tanti anni – spiega Daniela Zalcetti, Presidente del Comitato Gemellaggi – registriamo un grande aumento di richieste per partecipare al programma di scambi con la nostra città durante i mesi estivi. Stiamo già lavorando per ospitare, il prossimo anno, più studenti. Un obiettivo che sarà possibile grazie alla disponibilità delle famiglie che partecipano agli scambi. Gli scambi culturali consentono ai giovani delle città gemellate di vivere un’esperienza linguistica vera e genuina, di vivere le città pienamente nel contesto di una famiglia, costruire relazioni umane e personali che sono indispensabili in un contesto europeo moderno e mobile”.

Per i gemellaggi è stato un anno molto intenso. Pietrasanta ha ospitato infatti il G4, il forum delle città gemellate ed attivato nuovi progetti come Gemellart dove l’arte è uno strumento per costruire amicizie e relazioni fino alla promozione di speciali pacchetti turisti rivolti ai cittadini delle città gemellate che vogliono visitare la nostra città.

Le vacanze studio – spiega Francesca Bresciani, Assessore ai Gemellaggi – sono lo strumento chiave degli scambi e delle relazioni tra comunità perché ci consentono di gettare le basi per la continuità di queste bellissime relazioni che alimentano la nostra consapevolezza di Europa. Grazie alle famiglie, e alla loro lungimiranza nel creare le condizioni per far crescere i nostri figli in un contesto europeo ed internazionale, possiamo ogni anno permettere ai ragazzi di vivere questa esperienza che li rende più ricchi da tutti i punti di vista”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti,addì 16.7.2019.

MOSTRA ARBOREA ,RIFLESSIONI SULL’ABITARE IL MONDO

DIPINTI DI COSTANTINO PAOLICCHI _SCULTURE DI MIMMO BIRIBICCHI . SCUDERIE GRANDUCALI DI PALAZZO MEDICEO . SERAVEZZA, 20 LUGLIO – 18 AGOSTO 2019

Troverai di più nei boschi che nei libri.

Gli alberi e le pietre ti insegneranno

cose che nessun maestro ti dirà.

San Bernardo da Chiaravalle20190716_arborea_DSC00457

Riflessioni sull’abitare il mondo Costantino Paolicchi

Gli alberi con le loro forme, le loro architetture, la loro monumentalità, con tutti i segni e le sedimentazioni del tempo, delle malattie e degli eventi atmosferici, sono in grado di raccontare a chi abbia voglia e capacità di ascoltarli storie meravigliose. Nei boschi e nelle vaste foreste appenniniche incontro spesso esemplari vecchi di centinaia di anni, ma in giro per l’Italia ho visto alcuni giganti la cui età è stimata anche oltre mille anni, come il castagno dei “Cento cavalli” a Sant’Alfio in Sicilia e l’olivo di Pian del Quercione in Comune di Massarosa, che essendo stato piantato dai coloni romani è dunque vecchio di circa duemila anni. Allora mi dispongo con rispetto e umiltà a interrogarli per attingere dalla loro antica memoria il ricordo di eventi straordinari e di generazioni perdute. C’è una sacralità che si avverte al cospetto degli alberi, c’è una energia che gli uomini hanno percepito fin dalla notte dei tempi. E c’è una bellezza arcaica, primordiale in ciascuna pianta. Nessun albero, come nessun uomo, è uguale ad un altro. Tutti hanno vissuto esperienze analoghe ma singolari. Sulla corteccia di ogni tronco i muschi, i licheni, le ferite del tempo, i segni lasciati dai parassiti, dagli animali e dagli uomini hanno tracciato una geografia che può essere decifrata, compresa, narrata. Tutta la grande letteratura a livello mondiale ha dedicato agli alberi particolare attenzione, così la pittura che ha loro affidato un ruolo certo non secondario nella visione e nella interpretazione del mondo. E per millenni gli alberi hanno accompagnato il divenire dell’umanità assumendo nelle diverse culture significati di profonda sacralità ed hanno fornito potenti simboli magici e religiosi la cui persistenza indica l’importanza che ancora attribuiscono al mondo vegetale gli uomini e le donne del pianeta Terra: essi dovranno combattere insieme agli alberi e a tutti gli altri esseri viventi una dura difficile battaglia per la sopravvivenza. Questi in sintesi gli argomenti, le tematiche che da anni sorreggono e guidano la mia ricerca pittorica quasi interamente rivolta all’albero. Partecipa all’esposizione con un nucleo di sue opere lo scultore lunigianese Mimmo Biribicchi, che interviene con particolare sensibilità su radici, tronchi e rami di alberi. C’è in lui un profondo legame con la sua terra, anche se da moltissimi anni vive altrove, su al nord. Ma ogni anno torna alla grande casa di pietra a Groppoli di Mulazzo, dove sua madre s’è spenta serenamente a centotré anni, poco prima dello scorso Natale. Torna per ritrovare gli affetti e per obbedire ad un ancestrale richiamo dei luoghi che lo hanno visto ragazzo, per riconoscersi nelle tradizioni che ancora resistono – con difficoltà – anche in questa regione di boschi, di acque e di castelli che pare sospesa nel tempo. Torna per ascoltare la voce del fiume Magra che rivela molto a chi la sa ascoltare, perché racconta di infiniti transiti d’uomini lungo la via Francigena, delle ansie dei pellegrini, delle fatiche dei contadini poveri sui campi alluvionali e sulle colline boscose che circondano la valle. Torna per salutare i suoi nobili amici, i castagni centenari del Quarel, il bosco sacro dove gli antichi abitatori della Lunigiana posero i simulacri di pietra dei loro culti arcaici.

Le cinque statue stele di Groppoli ritrovate a poca distanza, attestano che proprio lì, dove anch’io vivo da oltre dieci anni avvertendo ogni giorno di più il mistero che permea questa parte estrema di Toscana, v’erano tutti i requisiti considerati essenziali per la consacrazione di un luogo cultuale: il carattere lustrale, con le sorgenti perenni che sgorgano nel bosco e ai suoi margini, dove un tempo i pastori conducevano ad abbeverare il gregge; la presenza di antichi alberi, una radura, la vicinanza di una strada e del fiume. Il bosco del Quarello è divenuto – grazie all’impegno profuso dalla gente del vicinato come Onorio, Silvano, Valdo, Giancarlo, Vasco, come Rino e tutti i Biribicchi promotori dell’iniziativa, compreso Mimmo che vi ha collocato una sua scultura di pietra – un parco pubblico recuperando la funzione sociale che aveva svolto in passato. Nei pressi sorge un seicentesco oratorio dedicato alla Madonna delle Grazie, quasi a testimonianza della persistente sacralità del luogo. Come è accaduto ad altre località italiane e straniere che sembrano concentrare su di sé energie telluriche e cosmiche e posseggono quella misteriosa suggestione che caratterizza Assisi, la Verna, Calomini, Rocamadour in Francia, Montserrat in Catalogna o l’immensa caverna dedicata al culto mariano di Praia a Mare in Calabria, dove si può percepire ancora una spiritualità perduta che cerca di rigenerarsi vincendo la nostra sempre più colpevole indifferenza. Gli uomini primitivi affidavano al potere sciamanico – un potere sconosciuto ai contemporanei civilizzati – il compito di individuare in natura i luoghi dove si manifestavano tali energie, dove abitavano le divinità che avrebbero protetto le loro difficili esistenze. Si trattava di grotte per lo più, ma anche di montagne e valli, di corsi d’acqua e radure nella foresta. Noi oggi abbiamo smarrito la capacità di ascoltare e di guardare in profondità: “Guardate nel profondo della natura – suggeriva Albert Einstein – e allora capirete tutto”. E uno straordinario pittore come Van Gogh ha scritto: “Vedo ovunque nella natura, ad esempio negli alberi, capacità d’espressione e, per così dire, un’anima”. Ecco, queste sono le premesse culturali e le motivazioni più intime che guidano la ricerca mia e di Mimmo, insieme in questa mostra perché in sintonia nel loro percorso artistico e spirituale, dove il dialogo con la natura, con gli alberi, con le tutte le manifestazioni anche le più semplici e in apparenza umili della realtà costituisce un bisogno, un’urgenza, una vocazione. Accade allora che anche la ruvida scorza di un albero divenga un libro aperto da consultare; una radice che il fiume ha trascinato con le piene modellandola nella forma di una scultura “naturale” viene da Mimmo recuperata e interpretata con attenzione e con rispetto; il segmento di un vecchio tronco tormentato assurge alla dignità di un’opera d’arte perché è già insita nella natura la meravigliosa e inimitabile creatività che ci commuove e ci stupisce sempre di più nei nostri pellegrinaggi. Quando dipingo un bosco, quando Mimmo raccoglie e interroga una radice, cerchiamo di decifrare e recuperare l’antica saggezza degli alberi: “Troverai di più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le pietre ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà”. San Bernardo di Chiaravalle ne era convinto. Il nostro lavoro dunque altro non è che un sommesso andare in cerca di verità nascoste, un accostarci silenzioso ai fenomeni che narrano storie vecchie quanto il mondo, un viaggio lento e impegnativo nei territori governati dalle leggi immutabili della natura: “Natura non rompe sua legge”, asseriva Leonardo da Vinci, e tuttavia noi contemporanei rompiamo, violiamo, violentiamo tutte le leggi della natura. Se le sottoponiamo all’indagine scientifica con il dovuto rispetto, allora l’umanità compie progressi significativi. Ma lo sfruttamento intensivo delle risorse naturali, il grave inquinamento atmosferico con il conseguente effetto serra hanno modificato il clima e costituiscono ormai un’incombente minaccia per la sopravvivenza del genere umano e di tutte le forme di vita del pianeta Terra.

Dobbiamo di necessità rivedere il nostro atteggiamento: noi non ereditiamo la Terra dai nostri antenati – recita un antico detto Sioux – ma la prendiamo in prestito dai nostri figli. Non ci appartiene, l’abbiamo solo in comodato e non possiamo disporne a nostro piacimento come sta avvenendo dovunque con risultati devastanti: vaste isole di plastica galleggiante sulla superficie degli oceani e dei mari, fondali marini pieni di rifiuti d’ogni tipo, grandi fiumi deviati o imbrigliati da colossali dighe, immense porzioni di foreste pluviali e primarie abbattute e distrutte ogni anno. Una profezia dei nativi americani avverte: “Gli alberi sono le colonne del mondo. Quando gli ultimi alberi saranno stati tagliati, il cielo cadrà sopra di noi”. (Costantino Paolicchi)

Da Divide Mori

Segretario del Circolo Sirio Gianninni, addì 15.7.2019

ARBOREA RIFLESSIONI SULL’ABITARE IL MONDO

DIPINTI DI COSTANTINO PAOLICCHI – SCULTURE DI MIMMO BIRIBICCHI

SCUDERIE GRANDUCALI DI PALAZZO MEDICEO – SERAVEZZA 20 LUGLIO – 18 AGOSTO 2019 Aperta tutti i giorni con orario: 17,00 – 23,00. INAUGURAZIONE SABATO 20 LUGLIO 2019 ORE 10:30

Seravezza_ La mostra “Arborea. Riflessioni sull’abitare il mondo” propone un nucleo di circa quaranta dipinti di Costantino Paolicchi dedicati agli alberi, ai boschi, alla natura, all’assoluta e inderogabile necessità di conoscerla e rispettarla. Insieme a lui espone lo scultore lunigianese Mimmo Biribicchi, le cui opere nascono dall’interpretazione e dalla valorizzazione di pietre naturali e di resti di vecchi tronchi e radici modellati e levigati dal tempo e dalle piene del fiume Magra, su cui interviene con molta sensibilità. L’esposizione è accompagnata da “riflessioni” sugli alberi e sulla natura, aforismi e dichiarazioni di personaggi ben noti nei diversi campi della politica, della scienza, della cultura, dell’arte e della letteratura: uomini e donne che hanno compreso la sacralità e la bellezza della natura e in più modi si sono impegnati per la sua tutela.

Nel suo testo introduttivo al catalogo della mostra Costantino Paolicchi ha scritto, tra l’altro:

c’è una sacralità che si avverte al cospetto degli alberi, c’è un’energia che gli uomini hanno percepito fin dalla notte dei tempi. E c’è una bellezza arcaica, primordiale in ciascuna pianta. Nessun albero, come nessun uomo, è uguale ad un altro. Tutti hanno vissuto esperienze analoghe ma singolari. Sulla corteccia di ogni tronco i muschi, i licheni, le ferite del tempo, i segni lasciati dai parassiti, dagli animali e dagli uomini hanno tracciato una geografia che può essere decifrata, compresa, narrata. Tutta la grande letteratura a livello mondiale ha dedicato agli alberi particolare attenzione, così la pittura che ha loro affidato un ruolo certo non secondario nella visione e nella interpretazione del mondo. E per millenni gli alberi hanno accompagnato il divenire dell’umanità assumendo nelle diverse culture significati di profonda sacralità ed hanno fornito potenti simboli magici e religiosi la cui persistenza indica l’importanza che ancora attribuiscono al mondo vegetale gli uomini e le donne del pianeta Terra: essi dovranno combattere insieme agli alberi e a tutti gli altri esseri viventi una dura difficile battaglia per la sopravvivenza. Questi in sintesi gli argomenti, le tematiche che da anni sorreggono e guidano la mia ricerca pittorica quasi interamente rivolta all’albero.

E a proposito delle sculture di Mimmo Biribicchi:

Partecipa all’esposizione con un nucleo di sue opere lo scultore lunigianese Mimmo Biribicchi, che interviene con particolare sensibilità su radici, tronchi e rami di alberi. C’è in lui un profondo legame con la sua terra, anche se da moltissimi anni vive altrove, su al nord. Ma ogni anno torna alla grande casa di pietra a Groppoli di Mulazzo, dove sua madre s’è spenta serenamente a centotré anni, poco prima dello scorso Natale. Torna per ritrovare gli affetti e per obbedire ad un ancestrale richiamo dei luoghi che lo hanno visto ragazzo, per riconoscersi nelle tradizioni che ancora resistono – con difficoltà – anche in questa regione di boschi, di acque e di castelli che pare sospesa nel tempo. Torna per ascoltare la voce del fiume Magra che rivela molto a chi la sa ascoltare, perché racconta di infiniti transiti d’uomini lungo la via Francigena, delle ansie dei pellegrini, delle fatiche dei contadini poveri sui campi alluvionali e sulle colline boscose che circondano la valle. Torna per salutare i suoi nobili amici, i castagni centenari del Quarel, il bosco sacro dove gli antichi abitatori della Lunigiana posero i simulacri di pietra dei loro culti arcaici.

NOTE BIOGRAFICHE SUGLI AUTORI

Costantino Paolicchi (Firenze, 1948) è stato per molti anni responsabile delle attività culturali del Comune di Seravezza. Come direttore di Palazzo Mediceo ha curato l’organizzazione e l’allestimento di oltre settanta importanti mostre d’arte moderna e contemporanea; ha progettato e realizzato il Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari della Versilia Storica che ha sede nello stesso palazzo. Studioso e ricercatore di storia locale, ha pubblicato numerose opere sulle vicende economiche e sociali dell’industria del marmo e sulla cultura popolare della Versilia. Disegnatore d’istinto ha illustrato alcuni libri e prodotto migliaia di disegni a matita e carboncino (caricature, ritratti, fumetti, manifesti). Ha iniziato a dipingere nel 1991, tenendosi lontano per scelta dalle esposizioni. Questa è la sua prima vera mostra personale. Vive e lavora in Lunigiana.

Mimmo Biribicchi (Groppoli di Mulazzo, 1947) ha lavorato lungamente come tecnico presso l’Olivetti di Ivrea. Ha coltivato per molto tempo la passione per il teatro, esprimendosi di preferenza nel cabaret e come mimo. Il suo interesse per la scultura inizia nei primi anni Ottanta orientandosi verso l’utilizzo di materiali poveri come il legno e la pietra, di cui interpreta le forme naturali intervenendo su resti di vecchi tronchi e radici relitte che recupera in montagna e lungo il corso del fiume Magra. È molto legato alle sue origini lunigianesi, alla cultura popolare di questa terra dove le pietre e i boschi ancora esercitano la loro signoria. La sua produzione artistica comprende anche collezioni di gioielli realizzati con legno e pietre preziose. Ha tenuto numerose mostre in gallerie pubbliche e private. Vive e lavora a Pavone Canavese, Torino.

Ufficio stampa Comune di Seravezza

Stefano Roni, addì 16.7.2019.

EVENTI: WEEKEND DIVINO A TONFANO, DUE GIORNI TRA DEGUSTAZIONI, VITICOLTURA EROICA E WINELOWERS IN VETRINA LE PICCOLE CANTINE E 50 ETICHETTE EMERGENTI

Locandina MarinaDiVINO

Versilia_ La viticoltura eroica sbarca per la prima volta sul mare della Versilia. Weekend con i vini Doc del territorio a Tonfano con “Marina diVino”, la prima edizione della due giorni promossa dal Consorzio di Tutela del Candia dei Colli Apuani in collaborazione con Coldiretti e Marina Eventi in programma da sabato 20, nel contesto della Notte Bianca di Marina di Pietrasanta, e domenica 21 luglio dalle 18.00 alle 23.00 in via Versilia.

Bianco, rosso, vermentino, amabile, secco o spumantizzato, rose’ e bollicine, Doc e Igt: da degustare, attraverso un percorso itinerante tra gli ombrelloni che richiama il mare, le piccole cantine ed etichette emergenti, il meglio della viticoltura dalle Alpi Apuane alle colline lucchesi passando per la Versilia. Parola d’ordine: promuovere le etichette del territorio attraverso incontro diretto con i viticoltori-eroi che producono i loro vini tra ripidi vigneti e lavoro esclusivamente manuale. “L’obiettivo del format – spiega Andrea Elmi, Presidente Coldiretti Lucca – è quello di educare il consumatore a scegliere e preferire prodotti legati al territorio (a km zero), di qualità e di provenienza certa ma anche di far conoscere l’enorme patrimonio agricolo ed agroalimentare della nostra terra con particolare riferimento alle aziende vitivinicole. Il nostro territorio, dalla Lunigiana alla Garfagnana, è ricchissimo di esperienze vitivinicole che devono essere promosse perché la loro presenza in aree svantaggiate e difficili hanno un ruolo di tutela e salvaguardia delle biodiversità e di contrasto al dissesto idrogeologico”.

Marina diVINO è pronta a trasformare Via Versilia in una piccola Vinitaly. In rassegna, da conoscere, incontrare, apprezzare, degustare ci saranno i vini Doc del Candia, delle Colline Lucchesi e di Montecarlo ma anche naturalmente della Versilia con alcune delle esperienze più coraggiose e di qualità. Importante anche il coinvolgimento dei commercianti di Marina Eventi: in ristoranti e bar, gelaterie ed esercizi, uva e vigne saranno il tema di continuità ma anche ingredienti e curiosi abbinamenti. In programma anche la presentazione di libri presso lo spazio di Marina Eventi. “La nostra amministrazione – spiega Andrea Cosci, Assessore agli Eventi – vuole potenziare le attività legate alla promozione delle eccellenze del territorio che significa sostenere le aziende agricole, i piccoli produttori e l’occupazione. Il nostro è un territorio generoso che ha solo bisogno di essere sostenuto, valorizzato e promosso. Non a caso abbiamo inserito la kermesse all’interno della Notte Bianca: vogliamo spingere il territorio”.

Per informazioni www.toscana.coldiretti.it oppure pagina ufficiale Facebook.

Ufficio stampa

Redazione Virtuale, addì 16.7.2019

CHI SCRIVE STRONZATE SARÀ COINVOLTO IN UN PROGETTO IMPORTANTE.Copertina libro Quel 12 agosto 1944 a Sant'Anna di Stazzema c
Stazzema_ Stamani, chi scrive stronzate, alias Giuseppe Vezzoni, ha ricevuto una telefonata che l’ha molto onorato, sia per il giudizio che è stato dato al libro Quel 12 agosto 1944 a Sant’Anna di Stazzema sia per il coinvolgimento richiestogli per un progetto di cultura storica inerente all’estate del 1944 e ai vari eventi e protagonisti di 75 anni fa, compresi i sacerdoti. Il progetto sarà ufficializzato a settembre o ottobre ma si svolgerà quasi sicuramente nel 2020. Come si vede anche le “stronzate” suscitano interesse. E dato che le “stronzate” non finiscono mai, venerdì saremo da Pezzini editore per aggiungerne altre ed essere così pronti per una eventuale ristampa, che ovviamente confermerà che le vittime non sono 560 e che la strage va annoverata come crimine della Guerra Civile.

PS: Ultimamente stiamo utilizzando un termine un poco volgare ma questo utilizzo lo reiteriamo perché proviene da chi frequenta l’educazione alla pace e all’accoglienza che si impartisce a Sant’Anna di Stazzema.

Giuseppe Vezzoni,addì 16.7.2019.

EVENTI: MERCOLEDÌ “EMOTION” CON ALEX KENJI, UN TOP DJ PER IL TOP CLUBFoto Alex Jenji Beach

Cinquale_ Alex Kenji al Beach Club. Il top dj e producer internazionale è lo special guest le dell’appuntamento mercoledì 17 luglio con l’evento infrasettimanale “Emotion”. Conosciuto con tanti altri pseudonimi da Combo a Kaiko, Alex Kenji ha suonato nei migliori club in Italia, Brasile, Mexico, Russia, Ucraina, Portogallo e Svizzera sia in qualità di dj resident che di ospite. Completano il team dei super eroi del mercoledì il gigante Mirco Martini ed Alessio Mosti (per prenotazioni 0585.807876 oppure www.beachclubversilia.it).

Dal mercoledì “Emotion” al venerdì di “Hip Hip Attitude”. Il passo è breve, il successo lo stesso. L’estate del Top Club di Cinquale (Ms) prosegue venerdì 19 luglio l’esclusivo ed originale format dedicato alla musica hip hop con il dj set di Dj Filo e Bibog, sabato 20 luglio con il concept rivelazione “Particle” e domenica 21 luglio con l’aperishow dei record “Sunday Night” con e20 e Radio Nostalgia.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a info@beachclubversilia.it oppure contattare il numero 0585.807876. Info anche su www.beachclubversilia.it

Ufficio stampa Redazione Virtuale,addì 16.7.2019

PEDALATA ODIERNA: MULINA, IACCO, COLLEPARI DI RETIGNANO, LA POLLACCIA, SERAVEZZA, PONTE DEL PRATALE, RISVOLTA, CULERCHIA, CARBONAIA.20190716_105400

Mattinata fresca e cielo sgombro di nuvole: un piacere andare in bici. Piano piano abbattiamo i birilli che ci eravamo posti come limite e risentiamo gli stimoli giusti per affrontare le salite: dopo la Fortezza Aghinolfi, Stazzema capoluogo, Basati e Minazzana, stamani è stata la volta di Collepari di Retignano, una salita che ci ha riportato ad ammirare il Corchia, La Pania e le Cervaiole. Siamo saliti bene e abbiamo complessivamente percorso una trentina di chilometri. La ruggine ai muscoli dopo mesi di inattività è innegabile ma è minore di quanto paventavamo. Il prossimo birillo da abbattere sarà la salita che porta in località La Croce di Stazzema.20190716_105446

Giuseppe Vezzoni, addì 16.7.2019

Annunci

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2852 del 15 e 16 luglio 2019

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

COMUNE DI STAZZEMA E DELL’ALTA VERSILIA

“Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Google scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

DEBITO PUBBLICO E SPREAD IN CALO

A maggio il debito pubblico è diminuito di quasi nove miliardi (8,7) ma resta ovviamente stratosferico: 2.364 miliardi di euro. Comunque un’inversione di tendenza che unitamente allo spread tornato a 190 punti e all’aumento delle entrate dà una boccata d’ossigeno al Governo Conte e smorza gli effetti del tanto peggio tanto meglio, di nuovo costretto a rivedere il suo scenario previsionale volto all’allarmismo più cupo se non al catastrofismo. L’aver evitato la procedura d’infrazione europea ha dato fiducia agli investitori e ha aperto uno spiraglio di stabilità economica, seppur non siano state rimosse tutte le criticità che frenano la ripresa dell’Italia. La crescita previsionale del Pil 2019 stimata a +0,1% colloca l’Italia all’ultimo posto in Europa per quanto concerne la la ricchezza. Nei mesi che restano da qui alla fine dell’anno servirebbe un piccolo boom, tanto da portare il Pil a +0,4%, per contenere almeno le misure che obbligatoriamente dovranno essere prese con la legge di bilancio che sarà varata a breve.

Giuseppe Vezzoni.

blogger di Libera Cronaca, addì 15.7.2019.

LA COSTITUZIONE SOSPESA? IL SOCIALISMO È LA RISPOSTA!

A questo punto del percorso politico del Governo in carica non è più possibile ignorare le gravi tensioni che vive la democrazia nel nostro Paese, causate dalla costante modificazione delle regole e procedure fondamentali sulle quali si è retto il sistema costituzionale fino ad oggi. La forma Contrattuale, su cui è nata la maggioranza e formato il governo, costituisce essa stessa una forma di autofagia delle procedure democratiche sulle quali si è formata la società che conosciamo e consolidata la nostra storia democratica e rappresentativa della società. Nella visione di questa maggioranza, ma soprattutto nella pratica istituzionale e di Governo, le due forze firmatarie del contratto esplicano la loro responsabilità istituzionale e politica di Vice P. del C. e Ministri, i quali prescindendo da ogni formalismo procedurale, consolidato e istituzionale, “stipulano accordi di transazione “ al di fuori delle sedi a ciò preposte, con il risultato che stanno mettendo la democrazia del nostro Paese in serio pericolo.

Non si ritenga una tale interpretazione poco severa, ovvero non completa, verrebbe da dire, rispetto ai processi che tendono a delegittimare e svalutare il ruolo delle istituzioni e delle procedure democratiche. E’ giusto allora parlare di Costituzione sospesa, se quanto esposto trova un minimo di validità cognitiva? A questa domanda non risponderanno certo coloro che, nelle vesti di intellettuali e politologi passati da altre esperienze o svegliatisi da un lungo letargo, si cimentano oggi in una gara di originali sostenitori e portavoce del nuovo corso politico e si affaticano a mettere insieme gli indizi o ad interpretare i pensieri, di cui è indescrivibile la stravaganza istituzionale, di Salvini e Di Maio, quando non si rilevi nella pratica quotidianità un inconsistente valore culturale e scientifico, per attestarne la qualità e la giustezza. Mentre i fatti, cioè la realtà, ci consegna pensieri su cui dovremmo tutti sostare e riflettere per capire meglio dove queste teste pensanti porteranno il nostro sistema economico, sociale e la democrazia rappresentativa.

Al proposito c’è un lungo carnet, ad esempio: l’oro ritorni alla patria, la Banca centrale sia sottoposta al volere del governo, si coni una moneta parallela all’Euro, si ripristino le zone salariali ( già conosciute nel passato come gabbie, nel senso di prigione del lavoratore ). Ma ci sono atti più spregiudicati: l’ attacco alla funzione del Parlamento con il taglio dei parlamentari, per risparmiare, viene giustificato, ( risultato che si potrebbe raggiunge diminuendo i compensi e le spese), che svela invece il chiaro obiettivo di annichilire il ruolo legislativo e di rappresentanza democratica del parlamento; porti chiusi e impiego delle navi da guerra contro i migranti, stravolgimento delle procedure e funzionalità del Governo, la cui operatività è ostaggio dei due Vice Presidenti a capi partito; decreti sicurezza, che prospettano uno stato di polizia, alzando il livello di condizionamento delle libertà individuali e collettive. Come si evince, si tratta di un elenco incompleto a cui andrebbero aggiunti altri punti, quali: mancanza di una politica estera, ( a meno che non ci si appaghi della stravagante politica estera sostenuta dal Governo con il silenzio di Moavero . che ci lega a Putin, a Trump, o a Maduro ?), una politica industriale, ambientale, sanitaria, formativa e per la ricerca. Ma già l’orientamento e gli atti richiamati, di cui i due Capi del Governo si glorificano, ci consentono di poter affermare con certezza che, si, siamo proprio nell’ambito di fatti concreti dai quali possiamo desumere il giudizio definitivo: la nostra Costituzione è stata sospesa ed è consistente il pericolo che assuma i caratteri di una autocrazia. “ La parola solleva più terra/ di quanto non possa fare il becchino” ( Albert Camus – da Seminari di Martin Hedigger )

l’unico modo di intendersi quando si parla di democrazia, in quanto contrapposta a tutte le forme di governo autocratico, è di considerarla caratterizzata da un insieme di regole, primarie o fondamentali, che stabiliscono chi è autorizzato a prendere le decisioni collettive e con quali procedure.” (Bobbio, Il Futuro della Democrazia, Einaudi, 2005 p.4). Per quanto riguarda i soggetti, – prosegue Bobbio -, un regime democratico è caratterizzato dall’attribuzione del potere di decisione ad un numero molto alto di soggetti. Ancora: “ Per quanto riguarda invece le procedure, la regola fondamentale della democrazia è la regola della maggioranza. L’unanimità è richiesta soltanto nel caso di una decisione molto grave, per cui i decisori hanno diritto di veto, o per una decisione di scarsa importanza, per cui si dichiara consenziente chi non si oppone espressamente”. A queste due condizioni il filosofo ne aggiunge una terza: che i soggetti siano posti di fronte ad alternative reali e siano messi in condizione di poter sceglier tra l’una e l’altra. A tal fine è necessaria la garanzia dei diritti di libertà, d’opinione, di espressione della propria opinione, di riunione, di associazione, ecc. In questo senso, stato liberale e stato democratico si presuppongono a vicenda.

Anche seguendo il pensiero di Habermas : “In una società pluralistica la procedura democratica è l’unica fonte per produrre decisioni riconoscibili come legittime. Questa procedura assicura da un lato inclusione (vale a dire partecipazione di tutti i cittadini), dall’altro lato deliberazione” ( da Teoria dell’agire comunicativo del 1981), si coglie l’importanza della procedura democratica. Per il filosofo, Il nostro tempo si sta rivelando come un’epoca piuttosto “inospitale” per la democrazia: sono molti i fattori che ne mettono a repentaglio principi e procedure. Per questo le riflessioni teoriche dei due filosofi, alle quali nel corso di questi anni si sono aggiunte elaborazioni e aggiornamenti più cogenti rispetto alla realtà che è venuta mutando ( Trump, Putin, Erdogan e tanti altri, a cui si salda il formarsi crescente di una destra populista e autocratica ) sollecitano una doverosa ricerca di un solido ancoraggio sociale e politico e una costante azione di vigilanza contro ogni tentativo di stravolgimento, che sia assunta come un dovere da parte delle forze anti populiste e sovraniste.

Ci sarà sempre tra i cosiddetti opinion leader che chiamerà alla realtà, alla realtà: sono i cittadini che con il voto hanno scelto questa maggioranza e non i sondaggi, e il voto delle Europee ha stabilito che Salvini è il più forte! Certo. Ma la realtà è quella che abbiamo sinteticamente descritto e chi non è cieco né sordo deve raddoppiare, triplicare o centuplicare il suo impegno per smascherare il disegno che presiede e guida gli azionisti di questo governo: sospendere la democrazia e procedere ad una sua trasformazione autoritaria.

La ricostruzione di una forte presenza di sinistra, riformista e liberaldemocratica stenta a trovare una sua identità, un ambito in cui mettere a punto un progetto minimo ma alternativo all’attuale governo della disperazione. Zingaretti ci sta provando, ma il PD non può essere il contenitore di queste forze, per i suoi limiti storici, il logoramento subito durante l’esperienza Renziana, per i ritardi che ancora manifesta nell’approfondire le ragioni della sua sconfitta e il distacco dalle masse e dal mondo del lavoro. E’ indispensabile trovare una nuova identità politicamente, socialmente e storicamente validativa di un nuovo movimento attorno a cui ricostruire una cultura sociale solidaristica, inclusiva e anticapitalistica, che solo il Socialismo può esprimere e rappresentare al meglio, per un progetto di società in cui l’uomo con i suoi diritti senta di essere divenuto centrale nell’azione di governo. Il socialismo è il futuro del nostro Paese e dell’Europa. Ce lo dice la storia, il presente e se vogliamo un mondo migliore il socialismo è la risorsa strategica a cui possiamo affidare il nostro domani.

Alberto Angeli (luglio 2019).

AMBIENTE: CHIARIMENTI SU “AMPLIAMENTO DISCARICA”, AMMINISTRAZIONE GIOVANNETTI SCRIVE A PROPRIETÀ CAVA FORNACE E REGIONE TOSCANA

Pietrasanta_ L’amministrazione Giovannetti ha ufficialmente richiesto, con una lettera, chiarimenti in merito “all’ampliamento della discarica” di Cava Fornace. Ad anticipare l’azione alcuni giorni fa era stato l’assessore all’ambiente e vice sindaco,Elisa Bartoli. Nella lettera, indirizzata a Programma Ambiente Apuane, Regione Toscana e al Comune di Montignoso, l’amministrazione Giovannetti ha formalmente richiesto chiarimenti rispetto alla pubblicazione dell’avviso esplorativo con il quale l’azienda richiedeva manifestazioni di interesse per lavori di scavo per ampliamento discarica rifiuti solidi. Era stato proprio quel “ampliamento discarica” a mettere in allarme i comitati e residenti che giustamente devono essere informati: “questa amministrazione – scrive la Bartoli – ad oggi non è in grado di fornire ai cittadini informazioni in merito. Pertanto siamo a chiedere di chiarire meglio la consistenza dei lavori, la finalità e la zona di piazzale interessata e la corrispondenza degli stessi rispetto al contenuto dell’Aia rilasciata”.

L’amministrazione ha inoltre chiesto alla Regione Toscana di “vigilare sui lavori”.

L’obiettivo della nostra amministrazione – spiega ancora la Bartoli – non è cambiato. Vogliamo la chiusura del sito in completa sicurezza. Ma pretendiamo anche contestualmente un’attività di vigilanza, da parte della Regione Toscana e dei soggetti che hanno autorizzato il sito, ed informazione puntuale nei confronti della comunità che deve convivere con questa attività. I documenti, per quel che riguarda la nostra attività, sono presenti sul sito del comune e sono a disposizione di tutti coloro che hanno voglia di valutare e capire quello che la nostra amministrazione ha fatto in un anno. Stiamo facendo tutto quello che un ente pubblico, come un comune, per altro marginalmente interessato dalla cava visto che ricade solo per una piccola percentuale sul nostro territorio, può fare. Ma lo stiamo facendo – conclude la Bartoli – come se il sito fosse sul nostro territorio per la totalità del suo perimetro poiché la tutela dell’ambiente e della salute, ed il futuro delle nostre risorse sono un diritto dei nostri figli che noi dobbiamo garantirgli”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì15.7.2019.

YO-YO AL DISTRETTO SANITARIO DI PONTESTAZZEMESE

Stazzema_Leggendo la notizia che si vuole rinforzare il Distretto sanitario di Pontestazzemese attivando, meglio riportando servizi specialisti (un tempo c’erano dermatologia, cardiologia , ortorinolaringoiatra e altri) nella struttura, questo annuncio ci appare come uno yo-yo di promesse per smorzare l’eco del taglio del medico dal servizio diurno del 118. Ben venga la figura di un infermiere specializzato convenzionato con l’ Ausl per le emergenze, ma questa figura non può sopperire all’assenza del medico. Gli stazzemesi , che un anno fa posero 1130 firme a sostegno della richiesta per far ripristinare il medico sul 118 diurno, devono essere chiari e tenere ben separate la richiesta di ripristinare il medico sul mezzo del 118 e l’opportunità che sembrerebbe aprirsi di potenziare con servizi specialistici il Distretto sanitario di Pontestazzemese. Questa innegabile opportunità, che già in passato c’è già stata concessa e poi piano piano soppressa, unitamente alla figura di un infermiere specializzato fisso a Stazzema non possono assolutamente essere la condizione per rinunciare al medico a bordo dell’ambulanza del 118. Questo servizio è di emergenza e di urgenza mentre l’operatività di un infermiere specializzato e le visite specialistiche sono forme di ausilio per mitigare i disagi con cui anche nel settore sanitario gli abitanti della montagna stazzemese devono confrontarsi. Ben venga tutto quanto è di supporto sanitario al vivere in montagna, ma il presidio medico sul mezzo 118 di stanza a Pontestazzemese è il pilone sul quale deve poggiare il potenziamento del Distretto.

Giuseppe Vezzoni,

blogger di Libera Cronaca, addì 15.7.2019

SCUOLE: INCONTRO CON LE FAMIGLIE SUI LAVORI DI ADEGUAMENTO SISMICO DELLA MATERNA DI BASATI E SULLA TEMPORANEA RIORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE NELL’EX SCUOLA DI AZZANO20190105_incontro pubblico scuola romeo salvatori

Seravezza_L’Amministrazione Comunale incontra le famiglie dei bambini iscritti alla scuola dell’infanzia “Romeo Salvatori” di Basati. La riunione è convocata per domani, martedì 16 luglio, alle ore 18:00 nella sala consiliare del Municipio, a Seravezza. Un incontro informativo sui lavori di adeguamento sismico del plesso.

«Opere strutturali importanti, che interesseranno l’asilo per parecchi mesi», spiega l’assessore al Patrimonio Giuliano Bartelletti. «Per questa ragione abbiamo deciso di trasferire i bambini nell’ex scuola elementare di Azzano, dove l’attività didattica potrà essere organizzata nel migliore dei modi e svolgersi senza interruzioni per tutto l’anno scolastico 2019-2020. L’incontro con le famiglie serve appunto a discutere gli aspetti operativi del trasferimento ed a rispondere ad eventuali quesiti. Oltre al sindaco, al consigliere delegato alla pubblica istruzione Riccardo Biagi e al sottoscritto, sarà presente il progettista delle opere».

I lavori alla materna di Basati rientrano nel piano complessivo di adeguamento sismico da 2,6 milioni di euro che riguarda quasi tutti i plessi scolastici comunali. La “Romeo Salvatori” sarà messa in sicurezza con una spesa di 405 mila euro, risorse reperite attraverso un mutuo.

«Investimenti importanti, che testimoniano l’attenzione dell’Amministrazione Comunale verso il patrimonio scolastico e la volontà di mantenere attivi tutti gli attuali plessi», aggiunge l’assessore Bartelletti.

«A gennaio il progetto riguardante la scuola di Basati è stato illustrato alle famiglie nel corso di una partecipata assemblea alla Pubblica Assistenza del paese. Nei giorni scorsi abbiamo incontrato il dirigente scolastico e domani torniamo a vedere i genitori per spiegare i motivi e le modalità del temporaneo trasferimento ad Azzano, reso possibile dalla disponibilità dell’ex scuola elementare, ancora in buone condizioni e adatta allo scopo, dove i bambini potranno serenamente trascorrere il prossimo anno scolastico per poi tornare a Basati, in una scuola che a quel punto darà piene garanzie sotto il profilo della sicurezza sismica».

Ufficio stampa Comune di Seravezza

Stefano Roni,addì 15.7.2019

FAMIGLIA: ANCORA POSTI AI NIDI COMUNALI, ESTESA LA SCADENZA AL 31 LUGLIO PER L’INGRESSO A SETTEMBRE PER BAMBINI CHE HANNO COMPIUTO 1 ANNO

Boom per il pacchetto scuola-bonus libri: 148 domande.Foto intervento rete fognaria Marsili Africa 2

Pietrasanta_ Asili Nido: ancora posti disponibili ai nidi comunali per l’ingresso a settembre 2019. E’ stata infatti prorogata al 31 luglio 2019 la possibilità di iscrivere i bambini che abbiano compiuto 12 mesi ai nidi comunali per l’ammissione a settembre. Lo rende noto l’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti che riaprirà una graduatoria straordinaria, i cui esiti verranno resi noti in agosto, per consentire a chi ancora non ha presentato richiesta, di accedere al servizio già da questo settembre. I bambini in graduatoria, quasi un centinaio, sono già stati infatti tutti collocati e restano liberi ancora diversi posti per quelli che abbiano compiuto 1 anno. Le domande devono essere presentate all’Ufficio Protocollo del Comune sito in P.zza Matteotti,29 previo eventuale contatto con l’Ufficio Scuola (0584.795305/365).

La nostra amministrazione sa benissimo quanto sia importante per una famiglia dove padre e madre lavorano, e magari dove la presenza dei nonni non è sempre garantita, poter accedere ai servizi essenziali che permettono di conciliare i tempi del lavoro con quelli della famiglia. – analizza Francesca Bresciani, Assessore alla Pubblica Istruzione – La famiglia è il fulcro della nostra comunità ed è attorno alla famiglia che stiamo costruendo la nostra politica di welfare e servizi. Riusciremo a dare risposte ad altre 15-20 famiglie mettendole così in condizione di anticipare un eventuale ingresso al nido. Il potenziamento dei servizi scolastici ed extra scolastici, insieme all’adeguamento e miglioramento dei plessi – prosegue la Bresciani – è in cima alla lista delle nostre priorità”.

Nel frattempo è stata pubblicata sul sito del Comune di Pietrasanta anche la graduatoria del pacchetto scuola (ex bonus libri). Sono 148 le famiglie che ne hanno fatto richiesta. Il pacchetto scuola, finanziato dalla Regione Toscana e rivolto ai ragazzi iscritti alle scuole medie e superiori, consente di erogare alle famiglie un contributo per l’acquisto di libri di testo, altro materiale didattico e servizi scolastici. Un contributo importante per molte famiglie pietrasantine che hanno certificato i requisiti attraverso la presentazione dell’Isee al Comune di Pietrasanta.

Informazioni possono inoltre essere richieste al Comune – Ufficio Pubblica Istruzione, rivolgendosi a: (tel. 0584/795305-387 e-mail:ufficioscuola@comune.pietrasanta.lu.it

 Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti,addì 15.7.2019

SOLENNE PROCESSIONE DELLA MADONNA DEL CARMINE A FARNOCCHIA

67249456_2376794692368918_151724087712940032_n67181817_2376794752368912_276188559164047360_n

Stazzema_Festeggiamenti solenni a Farnocchia per la triennale della Madonna del Carmine, a cui è dedicato l’Oratorio nell’ omonima piazza. La ricorrenza è stata introdotta da un triduo serale, importante momento religioso di preparazione spirituale. In accoglienza dell’invito mariano alla pace, in precedenza sono stati appesi al campanile e ai balconi segmenti del tappeto della pace che da mesi viene confezionato raccogliendo i quadrati lavorati all’uncinetto, ai ferri o ricamati dalle donne del comune di Stazzema, della Versilia, dell’Italia e anche di altre nazioni. Il 12 agosto prossimo, sessantacinquesimo anniversario dell’eccidio, il colorato manto, opera di tante mani, sarà steso sul sentiero che congiunge l’ossario alla piazza di Sant’Anna. Un contesto con tante sollecitazioni quello con cui Farnocchia ha voluto festeggiare la Madonna del Carmine, che ha richiamato una grande folla . Nel pomeriggio di domenica, dopo la Santa Messa celebrata da don Simone Binelli affiancato dai diaconi Gabriele Guidi e Luciano Grassi, ha avuto inizio la processione, con l’accompagnamento musicale della Filarmonica di Santa Cecilia diretta dal Maestro Igor Bazzichi. Il corteo, ordinato secondo regole antiche, si è snodato per le vie del paese addobbate da festoni di bandierine e da decorazioni di rose di carta, pazientemente arricciate e composte a mazzetto. Grande la partecipazione di fedeli, fra i quali la folta comunità di coloro che hanno scelto Farnocchia come luogo di vacanza e di riposo. Ancor più significativa la presenza del Circolo “Sabino” di Riva Trigoso ( GE), paese legato a Farnocchia da una lunga storia di emigrazione e di lavoro: erano farnocchini molti operai chiamati, per le competenze che avevano nel cavare pietra, a scavare le gallerie per la costruzione della ferrovia nel tratto di Sestri Levante. Il Circolo, nato per far fronte alle necessità e ai bisogni della popolazione, deve il suo nome alla Santa protettrice del paese attribuitogli quando, da società di mutuo soccorso, si trasformò in circolo parrocchiale per evitare lo scioglimento imposto dalla normativa del 26 maggio del 1931. Come nella precedente ricorrenza della triennale, anche quest’anno la grande croce di Riva Trigoso precedeva nel corteo la Statua della Madonna del Carmine trasportata a spalla in trono. Giovani uomini di Riva Trigoso, a turno, hanno fatto scorrere per le vie del paese l’altissima croce impreziosita di tintinnanti decorazioni floreali in argento. Per sostenerla utilizzavano uno spesso “crocco” di cuoio allacciato alla vita. Illuminati a luce viva i lampioni di legno dorato, opera di Roberto Cipriani (al pari del trono e della croce processionale), contribuivano a dare solennità alla cerimonia e a sottolineare la dimensione creativa del paese che ha dato i natali al genio poliforme del Cipriani ( autore anche della musica e delle parole dell’inno ) e dei Razzuoli, abili argentieri, fra i quali si ricorda Giuseppe, fondatore, nel 1850, della Filarmonica che ebbe proprio nel Cipriani il suo primo direttore. A controllare il buon andamento della processione era il “mazziere” Bruno Bottari, animatore delle attività parrocchiali e camerlengo, attentissimo a tener in ordine il corteo, impegnato in ripide salite e discese. I fili della luce più di una volta hanno costretto i portatori a difficili contorsioni e passaggi di mano, operazioni apprezzate dal lungo applauso che, dopo la sosta di preghiera all’oratorio del Carmine, ha accolto il rientro della statua e delle croci sul prato e dentro la chiesa di San Michele. Dopo la benedizione e i canti conclusivi, terminata la cerimonia religiosa, è scattata l’ora, in occasione del lungo e gradito momento conviviale offerto dal paese a tutti i convenuti, dello scambio dei saluti, dei ricordi e dei progetti. Il 6 di ottobre, festa della Madonna del Rosario, sarà la comunità di Farnocchia a recarsi a Riva Trigoso, nel segno di un gemellaggio spontaneo che si consolida nel tempo.

Anna Guidi,addì 15.7.2019.

EVENTI: ARTISTA-GUIDA A CASA CARDUCCI, VISITA GUIDATA LIBERA CON MICHELE BERTELLOTTI

Visita guidata speciale tra le stanze del Poeta Premio Nobel in programma martedì 16 luglio dalle ore 18.00.

Pietrasanta_ Un’esposizione di successo, prolungata fino a fine settembre, ed una visita guidata extra per scoprire curiosità e i segreti delle opere di Michele Bertellotti sullo sfondo di Casa Carducci a Valdicastello. L’artista pietrasantino presenta al pubblico le sue miniature in occasione di una visita guidata “libera” in programma martedì 16 luglio, dalle 18.00 alle 20.00 presso la Casa Natale Carducci a Valdicastello. L’ingresso è libero.

Gli irriverenti mini-mondi che in questi mesi hanno attirato la curiosità e strappato un sorriso a tantissimi visitatori saranno illustrati da Bertellotti, a disposizione del pubblico, per due ore, per spiegare le ironiche opere e la loro relazione con il sommo poeta. I visitatori avranno piena libertà di movimento: potranno arrivare in qualsiasi momento, girottolare tra le stanze della dimora, da poco restaurata e inserita ufficialmente tra le Case della Memoria, e fare domande all’artista.

Michele Bertellotti è il primo artista contemporaneo ad esporre all’interno delle stanze del poeta Giosuè Carducci e la sua mostra è in programma fino a domenica 29 settembre, da martedì a domenica dalle 17.00 alle 20.00. L’ingresso è libero.

Michele Bertellotti nasce a Pietrasanta il 4 gennaio 1968. Lavora fin da giovanissimo nel settore del commercio e della ristorazione, ritagliandosi momenti da dedicare all’arte e alla sua creatività. Dopo un paio di esposizioni di pittura estemporanea, nel febbraio 2017, da un’intuizione nata per pubblicizzare un panino, inizia a lavorare con miniature dando vita a piccoli mondi, nei quali titoli ironici riescono a strappare sorrisi a tutti i clienti. Grazie a questo progetto entra di diritto nel mondo dell’arte; per la prima volta espone a Pietrasanta presso la galleria “Marco Golzi” e poi presso la galleria d’arte contemporanea “Laura Tartarelli” a Forte dei Marmi. Nell’ottobre 2017 arriva “Nessie”, la prima consegna di un’opera che fa parte della collezione permanente del museo di Lochness, in Scozia. Nel dicembre 2017, con la sua prima mostra personale, “Smash Blast”, richiama una vera folla di appassionati in una polveriera di un vecchio laboratorio di marmo. Il 2 febbraio 2018, ha consegnato l’opera dal titolo “Pinocchio nel paese dei Balocchi” al Museo Collodi.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti,addì 15.7.2019

SERVIZI COMUNALI: UFFICIO ANAGRAFE CHIUSO AL PUBBLICO IL 24 LUGLIO PER LE OPERAZIONI DI SUBENTRO NELL’ANAGRAFE NAZIONALE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE

IMG_4013

Seravezza_ Il Comune di Seravezza subentra nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), sistema integrato che consente agli enti pubblici di svolgere i servizi anagrafici e di consultare o estrarre dati, monitorare le attività, effettuare statistiche. Una banca dati nazionale che, allineando i dati toponomastici, permette fra l’altro di concretizzare l’Anagrafe nazionale dei numeri civici e delle strade urbane, strumento necessario a completare la riforma del Catasto. La data fissata per l’ingresso di Seravezza in ANPR è mercoledì 24 luglio. Quel giorno, e per tutta la durata delle operazioni tecniche, i sistemi dei servizi demografici comunali non potranno svolgere alcuna pratica né operare per il rilascio di certificati o documenti. Il sindaco ha pertanto disposto per la giornata del 24 luglio la chiusura dell’Ufficio Anagrafe al pubblico.

Ufficio stampa Comune di Seravezza

Stefano Roni, addì 15.7.2019

ARTIGIANATO: IL SANTO INDIANO YOGIRAJ SARKAR GODARIWALE JI SCOLPITO NEI LABORATORI DI PIETRASANTA, GURU IN VISITA IN CITTÀ

Presentazione sabato 20 luglio nel Chiostro di S. Agostino alla presenza capo spirituale indiano

Foto delegazione guru indiano in visita comune

Pietrasanta_ La monumentale rappresentazione in marmo di Carrara del santo indiano Yogiraj Sarkar Godariwale Ji, venerato da milioni di seguaci in tutto il mondo, realizzata dai maestri artigiani di Pietrasanta. Sarà presentata sabato 20 luglio, alle ore 12.00, nella Sala del Chiostro di S. Agostino, la maxi commessa aggiudicata dallo studio Stagetti che troverà la sua collocazione nel nuovo tempio della santissima divinità situato a trenta chilometri dal Taj Mahal. L’opera si chiama “Pramashwar – The Infinite” e significa il supremo.

Lo studio Stagetti aveva partecipato, insieme ad altri 25 studi artistici, ad un contest internazionale a cui si partecipava riproducendo il volto del guru partendo da una foto centenaria della divinità umana. In città, per vedere per la prima volta la scultura alta 3,5 metri, arriverà anche il capo spirituale Trustee insieme a molti seguaci. Il guru visiterà il laboratorio e parteciperà alla presentazione a cui parteciperanno il Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti e l’Assessore ai Beni, alle Attività Culturali e al Turismo, Massimo Mallegnioltre a Nicola Stagetti e alla delegazione indiana. Per l’occasione saranno proiettate fotografie ed illustrato il progetto del tempio per esaltare la collocazione di un’opera Made in Pietrasanta che conferma la leadership della Piccola Atene nel mondo per la lavorazione del marmo e del bronzo.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti,addì 15.7.2019.

GIORNATA AUTUNNALE

Questo lunedì 15 luglio 2019 si può paragonale a una vera e propria giornata autunnale che nel giro di poche ore ha fatto precipitare la temperatura di almeno 17° ed ha costretto a (ri)tirare fuori dai cassetti le maglie, che ricordiamo quest’anno sono state tolte verso la fine di maggio. Vento forte e pioggia hanno di fatto cancellato la torrida estate dei giorni passati. Il cambiamento climatico si manifesta sempre più con questi repentini cambiamenti con cui dovremo confortarci. Oltre i duemila metri è ritornata pure la neve. Oggi niente camminata. Domani il tempo sarà favorevole. Venerdì inizieremo il tour de france dei nonni. Ci sarà da pedalare parecchio e dovremo affrontare ascese impegnative. Quattro settimane d’amore senza respiro.

Giuseppe Vezzoni.addì 15.7.2019.

COMUNICAZIONE:

Abbiamo rinviato a domani il comunicato sulla mostra Arborea di Costantino Paolicchi (pitture) e Mimmo BBiribicchi (sculture).

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2851 del 13 e 14 luglio 2019

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

COMUNE DI STAZZEMA E DELL’ALTA VERSILIA

“Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Google scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

LA LEGA CONDANNA L’OMOFOBIA

Versilia_ I militanti della sezione Pietrasanta, Seravezza e Stazzema si uniscono ai loro amici di Viareggio nel condannare il vile e becero attacco, da parte di un uomo di punta del sindaco Del Ghingaro, nei confronti del sindaco di Camaiore Del Dotto.

A nostro vedere -dichiara Michele Orlando- è sull’operato politico di quest’ ultimo che bisogna puntare il dito, ad esempio su gli errori di valutazione e sulla gestione degli scarichi delle fognature che incontrollati, puntualmente ogni anno mettono a rischio la stagione balneare, linfa vitale dell’attività produttiva versiliese legata all’indotto turistico. Bisogna inoltre considerare che proprio il comune di Camaiore è capofila per i comuni della Versilia nei progetti regionali relativi proprio a risolvere i problemi della balneazione”.

I militanti e i sostenitori della sezione lega Versilia Medicea prendono dunque le distanze da alcuni post comparsi su facebook.

Non è certo su come ognuno di noi gestisce la sua vita privata che si fa politica. La Lega non rappresenta e non si sente rappresenta da chi usa l’omofobia come arma politica, infatti, sebbene molti degli atti legislativi proposti dal nostro movimento siano a favore della famiglia canonica, ciò non vuol dire che vadano contro o peggio ancora condannino e stigmatizzino scelte personali che sono del tutto legittime, sacrosanto diritto costituzionale”.

La sezione che comprende i comuni di Pietrasanta, Seravezza e Stazzema coglie l’occasione per ricordare ai cittadini la  presenza sul territorio con il gazebo nei giorni 18 luglio al mercato di Pietrasanta, 20 luglio al mercato di Querceta e 22 luglio al mercato di Seravezza.

Vogliamo rinnovare il rapporto con i cittadini -conclude Michele Orlando- ascoltando le loro proposte e suggerimenti e per tesserare chi volesse sostenerci nelle nostre battaglie di libertà e buon senso”.

Michele Orlando 

Lega – Versilia Medicea,addì 13.7.2019

ABUSIVISMO: LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE, NASCONDEVANO MERCE CONTRAFFATTA NELLA VEGETAZIONE

Municipale di Pietrasanta sequestra 178 pezzi contraffatti

IMG_1510

Pietrasanta_Avevano nascosto borse, cinture, occhiali, maglie e giocattoli tra alberi e vegetazione in sul lungomare attesa di proporla sulla spiaggia ai turisti durante il weekend. I nascondigli, in tutto quattro, sono però stati identificati dagli agenti della Polizia Municipale del Comune di Pietrasanta che ha messo così a segno il primo maxi-sequestro della stagione. Continua a dare risultati la strategia messa in campo dal Comune di Pietrasanta attraverso la Municipale coordinata dal Comandante, Giovanni Fiori, per contrastare l’abusivismo commerciale e la vendita in spiaggia. Niente inseguimenti in spiaggia potenzialmente pericolosa sia gli agenti che i bagnanti ma una paziente attività di controllo ed intelligence sul territorio per scovare nascondigli e magazzini da dove la merce proviene. Lo scorso anno, in appena due mesi, furono sequestrati 23mila pezzi per un valore commerciale di oltre 100mila euro. E più precisamente: 1567 sono gli articoli con marchio contraffatto sottoposti sequestro giudiziario, 1218 quelli di varia natura trovati nei nascondigli tra passi a mare ed aree demaniali. 93 sono invece i chilogrammi di bigiotteria rinvenuta.

Grazie a quell’attività – ricorda Andrea Cosci, Assessore alla Polizia Municipale – abbiamo fornito elementi decisivi per individuare un magazzino nel pisano che riforniva i venditori abusivi. E’ un’attività che è stata apprezzata anche dal nuovo Prefetto di Lucca. Ma dobbiamo intercettare i venditori abusivi e la merce prima che arrivi in spiaggia: alla fonte o nei canali di scambio. E questa deve essere un’attività coordinata. L’ultima attività ha portato al sequestro di 178 articoli contraffatti. E’ una goccia nel mare di abusivismo che imperversa su tutte le spiagge toscane e che dobbiamo contrastare perché danneggiano le imprese regolari, che pagano le tasse e rispettano le regole. Faremo tutto quello che un comune può fare per arginare questo fenomeno”.

Nei nascondigli la Municipale ha trovato complessivamente 178 articoli dei quali 86 di pelletteria (borse, borselli, cinture, ecc), 78 occhiali, 9 foulard ed una maglia. Su tutti sono impressi i marchi registrati di note case di moda. Nel bottino anche 40 giocattoli di vario tipo.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti

APERITIVO MEDICEO: TORNANO GLI INCONTRI CON DEGUSTAZIONE GRATUITA DEDICATI AI PRODOTTI E AI SAPORI DELLA NOSTRA TERRA.20180712_aperitivo-mediceo_3945

Lunedì si parla dei fagioli schiaccioni e dei fiori di loto della Versilia. La giornalista Elisabetta Arrighi presenta il libro “Gusto giapponese, sapore toscano”

Seravezza_ Fagioli schiaccioni e fiori di loto, ovvero la bistecca dei poveri servita con un fiore da principessa. È l’inedito binomio al centro dell’appuntamento di lunedì 15 luglio con l’Aperitivo Mediceo, il talk show dedicato ai prodotti e ai sapori della nostra terra condotto da Fabrizio Diolaiuti con l’accompagnamento musicale di Dino Mancino. Questa prima puntata del nuovo ciclo va in scena in piazza Carducci, nel centro storico di Seravezza, con inizio ore 18:30, come di consueto a ingresso libero e degustazione gratuita.

Nei secoli scorsi i fagioli, insieme alla pasta, hanno sfamato intere generazioni, poi sono stati messi da parte. Adesso, per via dello straordinario potere salutistico e nutrizionale, sono stati rivalutati alla grande. La biodiversità ci regala grandi fagioli, come il Fagiolo di Sorana IGP, lo Zolfino di Pratomagno, il Rosso di Lucca e, appunto, i Fagioli Schiaccioni di Pietrasanta e della Versilia. Ad accompagnare le deliziose dissertazioni un piccolo viaggio alla scoperta di una coltivazione unica in Italia, quella di Fiori di Loto, che si fa a Massarosa.

A tagliare idealmente il nastro della nuova edizione sarà il sindaco Riccardo Tarabella. Gli altri ospiti della prima puntata: Daniela Simonelli (produttrice di Fagioli Schiaccioni), Alberta Puccinelli (Fiori di Loto), la nutrizionista Emma Balsimelli. Interverrà anche la giornalista Elisabetta Arrighi, già responsabile del settore costume, società e cultura del quotidiano Il Tirreno, autrice di “Gusto giapponese, sapore toscano”, libro freschissimo di stampa che raccoglie le ricette creative della chef Kazuyo Hada.

La piccola degustazione gratuita che chiuderà l’incontro – mousse di Fagioli Schiaccioni su verdure croccanti e crumble di salsicce nostrane – sarà a cura dello chef Alberto Franceschi del ristorante Le Gradole di Seravezza.

L’Aperitivo Mediceo, alla nona edizione, è prodotto dalla Fondazione Terre Medicee. Gli incontri si tengono ogni lunedì fino al 19 agosto, sempre con inizio alle 18:30. Nei prossimi appuntamenti, tutti nei giardini di Palazzo Mediceo, si parlerà di bambù, cannoli e farine versiliesi (lunedì 22 luglio), dell’acciuga e del pesce azzurro (29 luglio), dei gustosi frutti della montagna (5 agosto), della focaccia, degli insaccati, del pane e dell’olio quercetano (12 agosto), dei frutti dell’orto e del vino di Montecarlo (19 agosto).20180722-aperitivo-mediceo_4246

Ufficio stampa Comune di Seravezza

Stefano Roni,addì 13.7.2019

“DALLE GROTTE DI SANTA MARIA ALLA STREGAIA AL CONVENTO DI SAN FRANCESCO…” –

SABATO 20 LUGLIO 2019 ORE 18,45 – PIETRASANTA, CHIESA DI SAN FRANCESCO

Grootte Maria Stregaia unnamed

Ist. Stor. Lucchese,sez. Versilia Storica,addì 13.7.2019

VERSILIA: PARTY “SUNFLOWER” CON AUDIO-SHOW PLANET FUNK, L’EVENTO COOL CON MUSICA, CONCERTI, E SPETTACOLIFoto PLANET-FUNK Ostras (1)

Appuntamento domenica 14 luglio dalle ore 17.00

Pietrasanta_ Il “Sunflower on the Beach” arriva per la prima volta in Versilia con il nuovo show audio-visual firmato dai mitici Planet Funk. Appuntamento da non perdere domenica 14 luglio all’Ostras Beach di Marina di Pietrasanta (LU) con l’energia del primo vero beach party “Sunflower” dell’estate. Dal tardo pomeriggio musica, concerti, dj set, spettacoli ed animazione, accompagnano la lunga giornata dell’evento sulla sabbia elegante di Focette per una lunga giornata di mare, musica e bellezza.

Dj set super con il dj simbolo del Panorama Bar Music di Berlino, Dj Spencer Parker, Federico Grazzini direttamente da The Zoo Project di Ibiza, Philipp& Cole Fanpage dal Tenax, David Brilli ed Emiliano Marchini del Fragola (info e prenotazioni al 392.9694108 e su pagina ufficiale Facebook Ostras Beach Club Versilia).

Informazioni e programma completo su pagine Facebook ed Instagram

Ufficio stampa

Redazione Virtuale, addì 13.7.2019

CAMMINATA QUOTIDIANA: MULINA, IACCO, RISVOLTA, MULINA.

20190711_095956

Seppur partiti in ritardo, comunque siamo riusciti a fare la solita camminata senza però scendere a Ruosina. Abbiamo notato lungo la Via comunale Monte Grappa un cartello segnaletico turistico per la Grotta dell’Antro del Corchia praticamente coperto dalla vegetazione. A questo riguardo, ricordando quanto è scritto sulla Determina n. 75 del 26 giugno 2019 che affida il servizio telecamere mobili a favore dell’Ufficio Ambiente per stroncare gli scarichi abusivi dei rifiuti, e specificatamente nel punto in cui si informa che gli sfalci d’erba e le potature domestiche sono equiparati a rifiuti e come tali vanno smaltiti nelle aree autorizzate o nei contenitori differenziati previsti dalla raccolta di prossimità, abbiamo osservato che per quanto concerne la Via Monte Grappa che le potature sono state lasciate lungo il versante sotto strada. Viene da chiederci se solo le potature private sono equiparate a rifiuti e come tali passibili di sanzioni.

20190711_100901

Cartelo 20190711_091826

Giuseppe Vezzoni,addì 13.7.2019


NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2850 del 12 e 13 luglio 2019

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

COMUNE DI STAZZEMA E DELL’ALTA VERSILIA

“Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Google scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

DIVIETI DI BALNEAZIONE LUNGO LA COSTA TOSCANA, MONTEMAGNI:

 “Danno ingente per il comparto turistico e l’immagine della Toscana. Si valutino azioni legali verso il soggetto responsabile della gestione del servizio idrico”

Toscana_ Dopo l’ennesimo divieto di balneazione lungo la costa toscana, da Carrara a Viareggio, interviene sulla questione il Consigliere regionale Elisa Montemagni (Lega):

Non è certo la prima volta che ci troviamo a fare i conti con i divieti di balneazione, certo è che quest’anno il fenomeno sembra ripetersi in maniera alquanto preoccupante”.

Il danno di immagine che il nostro territorio sta subendo ha radici lontane  – prosegue il capogruppo leghista – tutte riconducibili ad una pessima gestione del territorio e del servizio idrico, che gli amministratori del PD hanno affidato a GAIA”. “GAIA, in qualità di gestore idrico, non è riuscita in questi anni a lavorare sulle enormi problematiche derivanti dalla depurazione delle acque, limitandosi a continui rincari delle bollette, ai quali però non sono succeduti progressi circa il miglioramento del servizio”.

Cosa dire poi del Comitato per la qualità del servizio idrico integrato? – continua Montemagni – negli ultimi tre anni questo organo, del quale faccio parte come minoranza, non si è MAI riunito, nonostante il suo scopo sia quello di segnalare criticità e formulare proposte a questa tipologia di problemi. Questo dimostra ancora una volta l’incapacità dell’azione PD in Toscana: quale scopo ha creare un comitato di monitoraggio se poi l’ultima riunione effettuata risale al 21 aprile 2016?”.

Mi ha fatto piacere – dice sorridendo l’esponente leghista – vedere la consigliera PD Monia Monni (presidente del comitato), difendere a spada tratta in Consiglio i diritti dei presunti profughi, peccato non abbia fatto altrettanto con i toscani ed i territori colpiti da queste problematiche idriche e dalle conseguenze delle stesse”.

Cosa dire poi  – sbotta la Consigliera – della Commissione Costa, istituita sempre all’interno del Consiglio regionale? I risultati portati a casa per la cittadinanza sono stati zero. Per quanto tempo dovremo ancora assistere a queste manovre spot create unicamente per gettare fumo negli occhi ai toscani?”.

Ritengo opportuno che gli Enti locali colpiti da queste problematiche valutino la possibilità di agire legalmente contro chi non ha saputo negli anni gestire il problema. Chiedo ai territori  – conclude con un po’ di ironia Montemagni – di pazientare fino al prossimo anno quando, dopo le elezioni regionali, staccheremo la spina al PD e alla loro incapacità gestionale”.

Alberto Pardini

Ufficio stampa Consiglio regionale toscano, addì 12.7.2019.

AMBIENTE: AVANTI TUTTA CON IL PIANO PER LIBERARE IL TERRITORIO COMUNALE DALL’AMIANTO.

I risultati della mappatura con i droni e i preparativi del convegno pubblico di fine luglioVene 2016-06-22 16.47.39

Seravezza_ Via l’amianto dal territorio seravezzino. Dopo il monitoraggio puntuale delle coperture in fibra-cemento effettuato con i droni circa un anno fa, l’Amministrazione Comunale passa alla seconda fase del progetto avviato dall’Assessorato all’Ambiente. Il prossimo 26 luglio si terrà infatti alle Scuderie Granducali un importante momento informativo per la cittadinanza, preludio alla fase operativa di bonifica del territorio. Comune di Seravezza, Regione Toscana, Arpat e Usl Toscana Nord Ovest presenteranno nell’occasione i risultati del monitoraggio effettuato, sensibilizzeranno i cittadini sulla necessità di eliminare l’amianto dalle costruzioni e daranno precise indicazioni su modalità, facilitazioni e incentivi predisposti al riguardo. «Un appuntamento da non mancare», dice l’assessore all’ambiente Dino Vené. «Invito fin d’ora tutti i nostri concittadini e in particolare i proprietari di piccole e grandi strutture con copertura in amianto a partecipare al convegno. Il gran lavoro di indagine compiuto nei mesi scorsi ci ha permesso di sapere quanto amianto è presente oggi sul nostro territorio, dov’è e in che stato si trova. Dopo il convegno si aprirà la fase della rimozione e della messa in sicurezza, nella quale le imprese e i privati cittadini avranno un ruolo determinante. Il Comune sosterrà questo impegno con azioni che faciliteranno lo smaltimento e ne alleggeriranno i costi».

Nel perimetro dei quasi 40 chilometri quadrati del territorio comunale sono state rilevate 327 coperture in fibra-cemento (sulle 7.426 in catasto) per un totale di 39.698 metri quadrati, pari a circa 595 tonnellate di materiale che presumibilmente contiene amianto. La mappatura è stata realizzata su incarico del Comune di Seravezza da una ditta specializzata, la Aerodron, che in una prima fase ha analizzato immagini multispettrali del territorio e che poi ha completato lo studio servendosi di appositi droni. I sorvoli hanno interessato in particolare le coperture risultate “incerte” nella prima analisi multispettrale, i centri abitati in cui la presenza di coperture contenenti amianto è più pericolosa, e le aree industriali, dove generalmente si concentrano le coperture di maggiori dimensioni.

«Grazie a uno specifico logaritmo, la ditta incaricata è stata in grado di analizzare nel dettaglio le immagini acquisite e di restituirci una mappa con una precisa classificazione delle coperture», spiega l’assessore Vené.

«Oggi sappiamo che delle 327 coperture individuate, 5 sono già state bonificate (per complessivi 4.600 metri quadrati), 264 hanno un’alta probabilità di contenere amianto, 30 sono incerte e devono essere sottoposte ad ulteriore verifica, 17 sono state sicuramente trattate con vernici protettive dello strato superficiale, 11 sono state probabilmente sottoposte al medesimo trattamento. L’analisi ci dice anche che nel nostro Comune c’è un incidenza di materiali contenenti amianto pari a 3,05 metri quadrati per abitante e di 1.004 metri quadrati per chilometro quadrato di superficie comunale. Dalla mappatura emerge inoltre che, sebbene la maggiore quantità di amianto sia concentrata in fabbricati artigianali-industriali, numerosi sono anche i piccoli insediamenti sotto i 50 metri quadrati (tettoie, box, coperture di capanni o terrazzini) disseminati un po’ ovunque sul territorio. Tutte queste informazioni ci hanno orientato nelle nostre strategie. Posto che l’obiettivo fondamentale è mettere in sicurezza il territorio, cioè impedire che i nostri cittadini respirino fibre di amianto, faremo tutto il possibile per semplificare le procedure e alleggerire i costi legati alla sostituzione delle coperture e allo smaltimento dei materiali in discarica, operazioni che sono ovviamente di competenza dei singoli proprietari. Ci siamo mossi su diversi fronti e a breve sottoscriveremo apposite convenzioni di cui i cittadini potranno beneficiare. Ne daremo puntuale informazione nel convegno del 26 luglio. Altrettanto, per la loro parte, faranno le autorità regionali e i responsabili degli altri enti pubblici invitati».

Ufficio stampa Comune di Seravezza

Stefano Roni, addì 12.7.2019.

SCUOLA: RODARI PRIMA SCUOLA-CLIMATIZZATA, SARÀ ALIMENTATA CON ENERGIA SOLE

Interventi di rifacimento totale anche in due bagni.

Pietrasanta_ La Rodari, a Tonfano, sarà il primo plesso ad essere alimentato con energia solare. Via libera dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti al primo di una serie di progetti di efficientamento energetico che interesseranno sette plessi scolastici del Comune di Pietrasanta (oltre alla Rodari, Grimm, elementare Mancini, Barsottini, Mutti, Ricci e Forli). Ma non è l’unica novità per la materna Rodari che in estate ospita anche i bambini da 12 a 6 mesi delle colonie estive: sarà dotata, finalmente, anche di un impianto di climatizzazione moderno, efficiente, sostenibile, alimentato, appunto, dall’energia pulita del sole.

L’impianto di climatizzazione per la produzione di aria calda, in inverno e fredda, in estate – spiega l’assessore alla pubblica istruzione e ai lavori pubblici, Francesca Bresciani – sarà alimentato da pannelli fotovoltaici: questo ci consentirà una migliore efficienza energetica, inquinamento ridotto ed un risparmio in bolletta. L’impianto di climatizzazione sarà già installato in questi giorni per abbattere le alte temperature negli spazi dove i bambini mangiano, dormono e fanno parte delle attività didattiche. Questa ora è la priorità. La scuola è utilizzata praticamente tutto l’anno. Appena terminato il campus estivo procederemo con l’installazione dei pannelli ed anche con il rifacimento completo di due bagnetti: era un preciso impegno che ci siamo presi lo scorso anno”.

La scuola è al primo posto nell’agenda dell’amministrazione comunale di Giovannetti. Quasi un quinto degli investimenti totali (8 milioni dei 41 previsti) che saranno riversati sulla città, da qui al 2021, interesseranno proprio la scuola tra nuovi plessi scolastici da realizzare (Tonfano) e tantissimi interventi per adeguare, migliorare e rendere più sicuri ed accoglienti gli edifici già esistenti. La voce principale è rappresentata dal maxi finanziamento per il nuovo polo di Tonfano (circa 6 milioni) che riunirà sotto lo stesso tetto la Santini, la Bibolotti e le elementari della Quadrellara e che sarà il più moderno e green plesso della Versilia mentre un milionesarà suddiviso in altri interventi:

In questo primo anno – ha spiegato Bresciani – non ci siamo solo concentrati sui plessi, sugli interventi e sulla programmazione delle future azioni strutturali ma anche e soprattutto sul potenziamento dell’offerta extra scolastica che era l’altro impegno di mandato. Abbiamo attivato ed introdotto il pre-scuola per le primarie (15 minuti, applicato lo sconto delle rette dell’asilo per 280 famiglie, avviato un percorso di adeguamento delle cinture di sicurezza degli scuolabus e tante altre iniziative. La scuola è al centro della nostra azione quotidiana anche attraverso la nostra presenza fisica. Una città dove si vive bene è una città dove le scuole sono un luogo felice e sicuro”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 12.7.2019.

INAUGURATA LA MOSTRA “ORIZZONTI DI PACE” DI CARLO CARLI AI MUSEI DI SAN SALVATORE IN LAURO A ROMAun momento della presentazione della mostra

da sinistra Umberto Buratti - Valdo Spini - Carlo Carli - Claudia Baldi

Roma-Intenso e partecipato il vernissage della mostra “Orizzonti di pace – Famiglie in cammino” dell’artista versiliese Carlo Carli nei Musei di San Salvatore in Lauro a Roma. Dinanzi a un folto pubblico la curatrice Claudia Baldi ha presentato l’esposizione, mentre l’ex segretario generale della UIL Giorgio Benvenuto ha tracciato un bel ritratto di Carlo Carli artista e uomo politico dal lungo impegno in ambito culturale e civile, avendo avuto modo di apprezzarne le doti anche nel lavoro parlamentare e nelle attività di governo. Tra i molti convenuti all’inaugurazione: il deputato Umberto Buratti, l’onorevole Valdo Spini, l’ambasciatore Pietro Sebastiani e il Consigliere di Stato Antonella Manzione. Nutrito anche il gruppo di amici ed estimatori versiliesi dell’artista giunti per l’occasione nella capitale.

Nel complesso monumentale del Pio Sodalizio dei Piceni Carli presenta fino al 20 luglio una selezione di diciotto opere su tela ed alcune tavole grafiche sul tema delle migrazioni e delle crisi umanitarie contemporanee. Un nuovo capitolo del lungo percorso artistico che ha portato Carli ad esporre in prestigiose sedi quali il Parlamento europeo di Bruxelles, l’Accademia di belle arti di San Pietroburgo, l’Archivio centrale dello Stato di Roma, l’Ambasciata d’Italia a Madrid, il Consolato generale italiano a Nizza.

La mostra è aperta alle visite fino a sabato 20 luglio con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì ore 10:00-13:00 e 16:00-19:00; sabato ore 10:00-12:00. L’ingresso è libero.

Ufficio Stampa Carlo Carli

Stefano Roni (Scatizzi De Prà & Partners),addì 12.7.2019.

I LIBRI DI GIUSEPPE VEZZONI SONO CONSULTABILI E ACQUISTABILI PRESSO IL MUSEO DI SANT’ANNA.

Stazzema_ Il fatto che i libri di Giuseppe Vezzoni siano presenti nel Museo di Sant’Anna dimostra che sono libri che non riportano “stronzate” ma sono puntuali e corredati con note che non possono essere confutate, come quelle inerenti al numero delle vittime. Il 12 agosto 2014 il Procuratore Capo Dott. Marco De Paolis ebbe a dire pubblicamente che Giuseppe Vezzoni è un autore molto preciso. L’apprezzamento fu ascoltato dal prof. Baroni e dal Dott. Dossi della Casa editrice Il Margine di Trento con cui Giuseppe Vezzoni aveva pubblicato quell’anno il libro All’alba di Sant’Anna. Fa davvero senso che il tizio che dovrebbe avere la testa riempita di pace, di solidarietà e di quant’altro si diffonde da Sant’Anna non trovi di meglio che fermare la macchina per dire a Giuseppe Vezzoni, che rientrava a Mulina dalla quotidiana camminata, di farla finita con il numero dei morti e di scrivere stronzate. Ribadiamo che i morti non sono 560 e che Giuseppe Vezzoni non scrive stronzate.

Giuseppe Vezzoni,addì 12.7.2019

MARINA DI PIETRASANTA. AL “CAFFÈ” DELLA FONDAZIONE UN LIBRO PER CELEBRARE I 40 ANNI DELLA VERSILIANA.

Lodovico Gierut e Marilena Cheli Tomei autori del libro 'Dalla Versilia alal Versiliana'

Pietrasanta_ Martedì 16 luglio 2019, con inizio alle 18,30, con conduzione di Claudio Sottili, verrà presentato a Marina di Pietrasanta – Viale Morin n°16 – sul palco del “Caffè” reso noto internazionalmente dall’eclettico Romano Battaglia, il volume, edito da Aliberti, “Dalla Versilia alla Versiliana”, autori il critico d’arte Lodovico Gierut e la saggista Marilena Cheli Tomei.

Non pochi gli ospiti che si avvicenderanno, ricordando altresì le figure dello stesso Battaglia e del direttore artistico Franco Martini che tanto hanno fatto per la Versiliana, oggi diventata Fondazione, dato che la pubblicazione, come ha scritto nell’introduzione il presidente Alfredo Benedetti che l’ha fortemente voluta, “rappresenta un omaggio alla loro memoria e al carisma che li ha contraddistinti”.

Il libro, aperto anche dagli interventi del sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti e del senatore Massimo Mallegni, se da un lato è concentrato sulla storia degli spazi versiliani, del Caffè e del Festival, ricco altresì di numerose testimonianze del passato e del presente, ha persino un intero capitolo connesso al legame della cosiddetta “Versilia Medicea” (degli odierni Comuni di Pietrasanta, Seravezza, Stazzema e Forte dei Marmi) con i quaranta anni della Versiliana, data la “lunga e articolata storia di un territorio da sempre crocevia di popoli, di cultura, di arte, all’interno del quale non poteva non sorgere un polo culturale, inteso nel suo significato più ampio, che rappresentasse la versatilità di questa terra”.

La storia della villa e dell’intero parco, dai primi passi sino ad oggi, è stilata in oltre centocinquanta pagine divise in vari capitoli tipo “Gli inizi. Quando gridarono “Salviamo la Versiliana!” e non solo”, “”Dal 1980 alla fine del Novecento”, “La Versiliana, l’Arte e gli Artisti”, “Poi… e non poi” e altri ancora, con molti riferimenti bibliografici e decine e decine di testimonianze tra le più varie. Veramente alto numero di istantanee di vari protagonisti passati dagli spazi che furono cari anche a Gabriele D’Annunzio.

Tra i nomi, prendendone solo alcuni a caso, citiamo Massimo Ranieri, Giulio Andreotti, Ornella Vanoni, Bruno Vespa, Igor Mitoraj, Arnaldo Galli, Mario Giordano, i Momix, Pippo Baudo, Paola Saluzzi, Tiziano Lera, Gina Lollobrigida e Franco Cervietti, Rita Levi Montalcini, Paolo Villaggio, Giorgio Panariello, Paolo Ruffini, Claudio Baglioni, Margherita Hack…

Dalla Versilia alla Versiliana” è in definitiva un vero e proprio “documento” che dà lustro all’unicità di un Festival che continua a fare storia. Info: http://www.versilianafestival.it www.gierut.it

Comunicato/invito a cura di Lodovico Gierut (Comitato Archivio artistico-documentario Gierut),addì 12.7.2019.

PEDALATA ODIERNA: MULINA; RUOSINA, ZINGOLA, BASATI, FOSSONE, MINAZZANA, SERAVEZZA, MULINA.

20190712_101340c

20190712_095248

Stamani siamo ritornati lassù, dove temevamo di non tornare mai più in bici. Dopo otto mesi abbiamo potuto rivedere il paesaggio della Versilia marina dall’alto della montagna seravezzina. In bici siamo saliti a Basati e passando dalla magia paesistica che si gode in località Fossone abbiamo raggiunto Minazzana. Poi, in picchiata, siamo scesi a Seravezza. La strada l’abbiamo trovata in condizioni molto migliori di otto mesi fa. Tra l’altro era in corso una corposa pulizia della vegetazione lungo la via comunale. Vogliamo condividere alcune foto con quanti mi sono stati vicini in questi lunghi mesi. Ancora una volta, dopo le operazioni al timoma e alle anche, abbiamo ripreso il corso delle tante stagioni attraversate in sella della bici. Oggi i chilometri coperti sono stati 28 ma il dislivello complessivo da superare è stato di oltre 700 metri. E pensare che stamani, stranamente svogliati e molto rallentati fisicamente, pensavano che avremmo dovuto tripolare per rientrare a Mulina! Dopo la rampa di Cansoli e quella superato il ponte della Zingola, la voglia di salire ha fatto da toccasana ai muscoli, tanto che per i restanti chilometri dell’ascesa a Basati e poi a Minazzana non c’è stato mai un momento di vera difficoltà. Non era per nulla scontato che il 12 luglio tornassimo a pedalare su queste salite a un mese esatto in cui ci è stato concesso di tornare in bici non più di due volte la settimana. Grazie a Dio il fisico ha risposto e ora, tolte dalla testa le salite di Passo Croce, Gallena e Basati (via Desiata), le asperità di Capezzano Monte, Pruno, Farnocchia, Pomezzana potrebbero tornare a essere alla nostra portata.

20190712_100618

Giuseppe Vezzoni, addì 12.7.2019.

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2849 dell’11 e 12 luglio 2019

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

COMUNE DI STAZZEMA E DELL’ALTA VERSILIA

“Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Google scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

SERVIZIO 118 SENZA MEDICO A STAZZEMA, EMERGENZA NELL’ EMERGENZA. LA MONTAGNA SEMPRE PROTAGONISTA

Come giornale che non c’è non possiamo condividere assolutamente le dichiarazioni alla stampa rilasciate dal Comitato permanente che in simbiosi con l’amministrazione comunale di Stazzema doveva vigilare affinché il medico sul servizio diurno del 118 di stanza a Pontestazzemese non fosse più rimosso. Non le condividiamo neppure come promotori di una piccola raccolta di firme. L’emergenza dell’emergenza non può essere sempre accollata al vivere in montagna, al disagio quotidiano di comunità sempre più emarginate e abbandonate. Tolti i residenti fittizi (quelli che non abitano a Stazzema ma vi tengono la residenza) quanti abitanti veri vivono lo smembramento dei servizi a Stazzema? Adesso chiude l’asilo nido di Pontestazzemese, dopo le chiusure dello sportello del Monte dei Paschi, del macello, della parrucchiera ( questo a causa di un problema di salute). Il Distretto sanitario di Pontestazzemese, dopo aver perso il medico sul servizio del 118 notturno lo sta perdendo anche sul servizio diurno. Di tutte le dichiarazioni scivolose e molto attente a non puntare il dito dove si dovrebbe, ossia sul sindaco e l’amministrazione comunale, condividiamo il termine che siamo dinanzi a un depotenziamento del servizio di emergenza e di urgenza. Di questa scelta gli abitanti del comune di Stazzema, soprattutto coloro che vivono nelle frazioni più lontane, Stazzema capoluogo, Farnocchia, Pomezzana, Pruno e Volegno, Levigliani, Terrinca e Arni, sono chiamati a subire i maggiori rischi. Ma tranquilli non possono sentirsi coloro che abitano nelle frazioni di Cardoso, di Mulina, e di Retignano. Il paese di Gallena e Ruosina sono le frazioni che forse consentono un intervento medico entro la fascia degli 8 minuti, anche per giungere a Gallena ci sono due chilometri di strada molto acclive. Più o meno anche Pontestazzemese può sperare in un intervento tra gli 8 o 10 minuti, salvo alcune borgate come Le Selve. Non conoscendo quale copertura del servizio 118 ( medico a bordo o no) godano La Culla, Sant’Anna e Palagnana, ci asteniamo dal commentare. Tuttavia su Sant’Anna e Palagnana restiamo dubbiosi che si possa intervenire nella fascia di tempo che è ritenuta indispensabile per stabilizzare e salvare il paziente.

Giuseppe Vezzoni

blogger di Libera Cronaca, addì 11.7.2019.

SICUREZZA E SALUTE: OCCHIO AI TUFFI! UN INCONTRO INFORMATIVO SUI PERICOLI LEGATI ALLA BALNEAZIONE NEL MARE E NEI FIUMI20190711locandina-occhio-ai-tuffi

Seravezza_ Tra i rischi più gravi della balneazione in mare o nelle acque dei fiumi ci sono quelli legati ai tuffi, che molti affrontano con eccesso di confidenza e che sono possibili cause di infortunio. In Versilia se n’è avuta purtroppo conferma anche in questa prima parte della stagione estiva. Per informare i cittadini su questi aspetti, il Comune di Seravezza e la Società Nazionale di Salvamento (sezioni di Forte dei Marmi, Viareggio-mare e Massarosa) organizzano una conferenza pubblica dal titolo “Trauma in acqua – pericoli legati alla balneazione nei fiumi e nel mare” che si terrà martedì 16 luglio alle ore 21:00 nella sala della Croce Rossa di Ripa. Relatori saranno il dottor Andrea Nicolini, direttore della centrale operativa 118, e il dottor Gianluca Genovali, formatore della Società Nazionale di Salvamento. L’iniziativa è sostenuta dagli Assessorati alla Salute dei Cittadini e alla Protezione Civile del Comune di Seravezza, che invitano la cittadinanza, soprattutto i più giovani, a partecipare. Ingresso libero.

Ufficio stampa Comune di Seravezza

Stefano Roni, addì 11.7.2019.

TURISMO: GLI STUDENTI TROY-ALABAMA PORTANO PIETRASANTA NELLE CASE DI MILIONI DI AMERICANI, RETTORE UNIVERSITÀ IN VISITA

Allo studio corsi periodici a Pietrasanta sulla linea Usa-Italia

Pietrasanta_ Pietrasanta entra nelle case di milioni di americani dello Stato dell’Alabama e della Georgia attraverso il canale televisivo ufficiale del campus della Troy University. Spot a stelle e strisce per la Piccola Atene grazie alla terza edizione del Dap Festival, il Festival della Danza e delle Arti Visive che si è tenuto dal 17 al 29 giugno richiamando, in particolare dagli Stati Uniti d’America, un centinaio tra ballerini e studenti che hanno aderito al programma “Summer Arts Academy”. La tv, realizzata e fatta dagli studenti universitari iscritti al corso di giornalismo e media, sta continuando anche in questi giorni a trasmettere i servizi prodotti tra il centro storico della Piccola Atene, negozi e laboratori artistici accompagnati da interviste e testimonianze. Nei servizi, rimbalzati anche Facebook, i giovani reporter Bradley Talbert, Karli Stone, Sierra Lewis ed Allison Woodfin raccontano le esperienze vissute a Pietrasanta tra studio, gite ed interviste.

Un’esperienza, quella della “Summer Arts Academy”, che nei prossimi anni potrebbe rafforzarsi ulteriormente attraverso l’accordo di scambio siglato tra Pietrasanta e la Troy University. La recente visita del rettore, Jack Hawkins in città ha aperto infatti le porte a nuovi ed interessanti scenari.

Il legame con la Troy University – spiega l’Assessore al Turismo e alle Relazioni Internazionali, Senatore Massimo Mallegni – si inserisce nell’ambito di un gemellaggio più ampio che da anni coltiviamo con la capitale dello Stato dell’Alabama Montgomery. Anni fa abbiamo coraggiosamente gettato le basi per arrivare oggi, attraverso la piattaforma artistica del Dap Festival, ad uno scambio molto più ampio che ha come principali protagonisti gli studenti. E’ nata forte l’esigenza, da parte dell’Università, di rendere questo appuntamento di scambio annuale perché qui, gli studenti, possono imparare e studiare tutte le arti visive partendo dalla scultura fino alla danza. C’è voglia di investire, nella nostra città, per costruire un ponte permanente tra l’America, Pietrasanta e la Toscana”.

A beneficiare del link tra Pietrasanta e la Troy University sarà tutta la Versilia. “La Versilia – spiega ancora Mallegni – ha assoluto bisogno di costruire relazioni internazionali, coltivarle, rafforzarle, alimentarle. Investiamo sui gemellaggi e gli scambi culturali per i nostri figli, per farli crescere e migliorare in un contesto internazionale, ma anche per la nostra economia. Il Dap Festival, per esempio, è un prodotto di marketing turistico molto efficace. E’ riuscito a portare in città oltre 200 partecipanti da 13 paesi stranieri. Questo è il primo concreto misuratore a cui dobbiamo aggiungere l’effetto eco che queste esperienze generano nei rispettivi paesi di provenienza degli studenti. Stiamo lavorando per far diventare Pietrasanta una piccola Troy University durante tutto l’arco dell’anno organizzando e promuovendo corsi per gli studenti iscritti agli indirizzi artistici sulla linea Italia-Usa”.  

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 11.7.2019

FANTASIE SULLA TELA AL MUG

Pietro Del Corto con una sua opera

Forte dei Marmi_Il Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei Marmi realizza il 155mo evento d’arte presentando l’esposizione del pittore Pietro Del Corto dal titolo “Fantasie sulla tela” a cura di Lodovico Gierut e Marilena Cheli Tomei.

La mostra, con presentazione critica di Lodovico Gierut e Marilena Cheli Tomei, sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 18 di lunedì 15 luglio 2019 con presentazione del catalogo generale delle opere dal 2006 al 2019.

Parte delle opere saranno esposte anche al Logos Hotel, via Mazzini 153, che sarà visitato dopo l’inaugurazione.

 

L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 30 luglio 2019 dalle 18 alle 20, martedì chiuso o su appuntamento al telefono 348-3020538 o  museougoguidi@gmail.com. Mentre al Logos Hotel sarà sempre visitabile dalle 10 alle 23 tutti i giorni con ingresso libero.

“… Le acque, e di conseguenza il mare spesso accostato alle vele, come le montagne…. dicono di un tutto ben modulato sulle sue tele. Raccontano, illustrano, interpretano momenti ludici, lavorativi e d’altro tipo, e così, prendendo anche a caso un lavoro o l’altro, l’osservatore riesce a capire, ad ‘entrare’ nella sua piattaforma creativa. L’occasione è data da immagini sognanti e serene, da costruzioni legate all’architettura, da paesaggi visti in stagioni diverse, da animali sulla spiaggia o da farfalle contro il sole dai titoli vari: “Vele marine”, “Torre sul mare”, “Il pescatore”, “Placida siesta sulla spiaggia”, “Energia che genera leggerezza e colore”… Pietro Del Corto ha affrontato e dato soluzione ad argomenti legati alla spiritualità e alla religione, alla cosiddetta ‘moralità’, alla socialità… e così l’insieme assolve una funzione connessa all’etica e al comportamento. Che dire ancora sulle sue opere? Sono concrete, reali e astratte al medesimo tempo, e… fanno pensare. Sì, l’arte è vera quando fa pensare. Non è cosa da poco”.

Lodovico Gierut, addì 11.7.2019

DEGRADO A QUERCETA, ANCHE ALBA TIBERTO BELUFFI LO DENUNCIA

Seravezza_ Mi associo a quanto scrive il Sig. Roni sul degrado di Querceta e aggiungo anch’io una rimostranza. Davanti all’ingresso dei grattacieli di Via Rosselli c’è un utilissimo posto macchina per disabili.  Pur troppo  nella pavimentazione c’è una buca pericolosa da anni che si va ingrandendo. Inoltre a fianco del marciapiede, dove si aprono le portiere della vettura posteggiata, c’è un grande contenitore in cemento che ospita una pianta i cui rami invadono il posto macchina. Ho segnalato più volte questi ovviabili inconvenienti ai vigili, ma i disagi facilmente eliminabili persistono insidiosi.

Alba Tiberto Beluffi,addì 11.7.2019

GIUSEPPE VEZZONI NON SCRIVE STRONZATE SU SANT’ANNA DI STAZZEMACopertina-libro-del-75°-anniversario-delleccidio-di-SantAnna

Stazzema_ Il tizio di ieri, che ci ha detto di smetterla di scrivere stronzate, ha in una certa maniera offeso non solo l’autore ma anche coloro che hanno scritto prefazioni,presentazioni e postfazioni ai libri di Giuseppe Vezzoni. Senza citare gli enti pubblici che hanno concesso spazi e patrocini per le presentazioni. Anche il comune di Stazzema, che il 9 marzo scorso ha voluto presentare l’ultimo libro di Giuseppe Vezzoni, Quel 12 agosto 1944 a Sant’Anna di Stazzema, nel Palazzetto di Cardoso e ha concesso il patrocinio della presentazione di un libro in cui si affronta in maniera ampia e puntuale la questione ancora non cristallizzata del numero delle vittime, nonostante autori come il dott. De Paolis, il prof. Pezzino, il prof. Bonuccelli, il prof. Paoletti, il maestro Bertelli, il Tribunale stesso di La Spezia abbiano più volte scritto e riaffermato che il numero delle vittime di Sant’ Anna non corrisponde al numero storico di 560 morti.

Giuseppe Vezzoni,addì 11.7.2019

EVENTI: ASSOCIAZIONISMO E VOLONTARIATO, COSCI-GALEOTTI AL SALOTTO DI TONFANO

Pietrasanta_ Associazionismo e volontariato: se ne parla venerdì 12 luglio alle ore 21.30 a Tonfano. Ospiti del salotto di “Marina Eventi” condotto da Atto Garfagnini l’assessore all’associazionismo, Andrea Cosci ed il Presidente della Consulta del Volontariato, Andrea Galeotti. L’incontro, che si inserisce nell’ambito della programmazione estiva dell’associazione dei commercianti, è l’occasione per fare il punto sul lavoro della Consulta e dell’amministrazione comunale in materia di abbattimento delle barriere architettoniche e non solo. L’incontro è ad ingresso libero.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 11.7.2019

EVENTI A SERAVEZZA

VENERDI’ 12 LUGLIO: SERAVEZZA BLUES FESTIVAL. Seravezza, giardino di Palazzo Mediceo, dalle ore 18,00. Seconda serata del Seravezza Blues Festival 2019 con la finale del concorso “Road to Seravezza Blues” (ore 20:00): le migliori band emergenti del panorama nazionale si esibiscono in una Opening Night dinanzi a una giuria nazionale altamente qualificata e condotta da una personalità d’eccezione della scena musicale italiana.Per ulteriori informazionihttp://www.seravezzabluesfestival.it

SABATO 13 LUGLIO: SERAVEZZA BLUES FESTIVAL. Seravezza, giardino di Palazzo Mediceo, dalle ore 17,30. Terza serata del Seravezza Blues Festival 2019: sul palco del Blues Festival si alterneranno star italiane ed internazionali, introdotte da gruppi locali. Il momento clou coinciderà con la performance live della Treves Blues Band (ore 22:30). Nel corso della serata si esibiranno anche Roby Benedetti and the Blues Storm, Mauro Ferrarese & Max Prandi, Michele Biondi Band with Mimmo Mollica e One Man 100% Bluez.Per ulteriori informazioni http://www.seravezzabluesfestival.it

SABATO 13 LUGLIO: LA SERAVEZZIANA. Seravezza, centro storico, ore 20,00.Terzo appuntamento estivo con la Seravezziana, estemporanea di pittura in strada nel centro di Seravezza. Stavolta i pittori dipingeranno a tempo di musica sulle note del Seravezza Blues Festival che si svolge a Palazzo Mediceo.Per ulteriori informazioni 347 9042782 – 338 4009216

SABATO 13 LUGLIO: TORNEO DELLE CONTRADE. Pozzi di Seravezza, Stadio Buon Riposo, ore 21,30. Allo stadio del “Buon Riposo” finalissima del 48° torneo di calcio fra le contrade del Palio dei Micci di Querceta.

Da Newsletter Ufficio Informazioni di Seravezza, addì 11.7.2019

CAMMINATA ODIERNA: MULINA, IACCO, RISVOLTA, MULINA20190711_101617

Anche oggi giornata pesa di impegni: idraulico, preventivi falegnameria e di mobilificio. Insomma tutte cose che ho vissuto in passato e che oggi dobbiamo rivivere. La differenza è che 38 anni fa eravamo giovani mentre oggi siamo vecchi. Il cervello non vorrebbe avere più problemi ma invece tocca averli. Stasera chiudiamo qui. Domani torneremo in bici, salvo maltempo.

Giuseppe Vezzoni,addì 11.7.2019.

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2848 del 10 e 11 luglio 2019

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

COMUNE DI STAZZEMA E DELL’ALTA VERSILIA

“Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Google scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

PRODUZIONE INDUSTRIALE, A MAGGIO +0,9%

Dopo i cali registrati a marzo e aprile, la produzione industriale italiana segna a maggio un + 0,9% rispetto al mese precedente. Un aumento che non era previsto con questa percentuale, che tuttavia non toglie il segno meno (-0,1%) dal trimestre marzo – maggio se confrontato con il trimestre precedente.

Giuseppe Vezzoni

blogger di Libera Cronaca, addì 10.7.2019.

BALNEAZIONE: SENATORE MALLEGNI SU DIVIETI IN VERSILIA, ROSSI-FRATONI-DEL DOTTO DEVONO DIMETTERSI

Versilia_ Il Governatore Enrico Rossi, l’assessore regionale all’ambiente, Federica Fratoni ed il sindaco del Comune capofila per la sperimentazione, Alessandro Del Dotto dovrebbero avere la buona decenza di dimettersi”: a chiedere le dimissioni del presidente regionale e dell’assessore, e del primo cittadino di Camaiore che dal 2014 era a capo della sperimentazione dell’uso del peracetico è l’assessore al turismo del Comune di Pietrasanta, il Senatore Massimo Mallegni. “Il sistema di disinfezione delle acque e di contrasto ai divieti di balneazione è affidato all’incapacità della Regione Toscana che ormai, anche da questo punto di vista, ha fallito. Gli impianti sono stati realizzati sulle foci dei fossi spendendo oltre un milione di euro della comunità e sono pronti per essere messi in funzione: uno sul fiume Fiumetto, Motrone e sulla Fossa dell’Abate. Con questi sistemi attivati e con un’attività di prevenzione che la Regione Toscana continua a far finta di non ritenere necessaria avremo potuto, e potremo evitare, la chiusura della balneazione e danni enormi all’ economia del territorio con la distruzione quotidiana dei posti di lavoro. A questo punto le dimissioni di Rossi, Fratoni e Del Dotto dovrebbero essere scontate. E’ folle continuare a persistere quando è evidente la totale incapacità gestionale di queste tre figure che dovrebbero garantire la salubrità e balneabilità delle acque. La prossima primavera, per fortuna, segnerà la fine di un governo che ha bloccato lo sviluppo di una regione che potrebbe essere la prima in Italia in molti settori. La Regione Toscana è una rosa mai sbocciata. Dimostreremo anche a tutti i toscani che oggi non sono mai stati amministrati dal centro destra, che il buongoverno è il centrodestra”.

Ufficio Stampa 

Redazione Virtuale,10.7.2019.

BALNEAZIONE: SINDACO GIOVANNETTI, ANALISI AGGIUNTIVE PER CAPIRE PROVENIENZA MATERIA INQUINANTE.

Tutta la costa in tilt: inutili ambiti territoriali senza acque balneabili

Pietrasanta_ Abbiamo già chiesto le controanalisi ad Arpat. Si tratta, secondo noi, di un divieto dovuto ad un inquinamento di breve durata causato dal maltempo. Stiamo intrecciando i risultati delle analisi che ogni settimana facciamo in maniera indipendente ed autonoma sui fossi e canali per capire la provenienza della carica batterica. Qualcuno dovrà rispondere di questi divieti e dei danni che il turismo è costretto a subire direttamente ed indirettamente”: è il commento di Alberto Stefano Giovannetti, Sindaco di Pietrasanta alla comunicazione preventiva da parte di Arpat dopo i risultati sfavorevoli delle analisi delle acque effettuate lunedì sul fosso di Fiumetto. “La responsabilità di questa emergenza è nelle mani della Regione Toscana che ha le competenze in materia di balneabilità e acque. Il mare è la più importante motivazione turistica che abbiamo e la stiamo distruggendo. Non ci sono soluzioni nell’immediato, l’unica, il peracetico, non viene utilizzato. Tutti conosciamo le cause della presenza dei batteri fecali senza però avere il coraggio di intervenire: i depuratori vanno potenziati così come gli allacci. Questo c’è da fare ma non possono farlo i comuni. Dal 2015 ad oggi stati realizzati nel nostro comune 3,2 km in più di rete fognaria. Tanti ma non sufficienti. Gaia Spa ha programmato, entro il 2023, altri 12,4km di rete fognaria nel nostro comune per completare il sistema di allaccio: sono i tempi troppo lunghi per un comune che vive di turismo e mare. La Regione Toscana deve tirare fuori i soldi, tanti, se vuole risolvere questo problema che non riguarda solo noi ma tutto il sistema dei comuni costieri: da Carrara a Viareggio. Oggi con tutti i divieti che ci sono il problema non è più solo di Marina di Pietrasanta ma dell’intera Costa Tirrenica. È inutile poi fare gli ambiti turistici se non siamo in grado di avere acque senza divieti di balneazione. Il sistema è in tilt”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti,addì10.7.2019.

CHIUSURA ASILO NIDO A PONTESTAZZEMESE

Stazzema_ Ormai non ci sorprende più niente di quello che accade nel Comune di Stazzema, ma adesso è veramente troppo! Il prossimo 31 luglio chiuderà anche l’asilo nido e per l’ennesima volta la notizia non è stata diffusa dall’amministrazione comunale ma è stata scoperta casualmente da una mamma. Nel giro di poco più di un mese dalle elezioni amministrative perdiamo a Stazzema il comando di Polizia Municipale, il medico del 118 ed ora anche l’ASILO NIDO. Questo servizio, nato con un grande sforzo ed impegno dell’Amministrazione Silicani, ed in particolare per volontà dell’allora assessore alla pubblica istruzione Paolo Conti, aveva segnato una svolta importante per i cittadini di Stazzema, dando finalmente un servizio a sostegno delle famiglie nella crescita dei loro bambini. Ora Verona, che si riempie la bocca di belle parole sulla tutela della montagna, sul presidio del territorio, sulla salvaguardia e crescita della scuola, fa morire anche questo servizio. “Abbiamo fatto di tutto per far capire ai cittadini di Stazzema che quello che diceva Verona in Campagna Elettorale erano solo menzogne finalizzate a strappare voti” commentano i consiglieri del gruppo di opposizione Stazzema Bene Comune ma, proseguono “non ci saremmo mai aspettati che nel giro di poco più di un mese si verificassero così tanti disastri”.

Da quando Verona e diventato Sindaco di Stazzema” proseguono “l’impoverimento del territorio è stato ogni anno sempre più marcato, partendo dalla chiusura di tante attività commerciali, alla perdita della filiale della banca Monte dei Paschi di Siena, fino ad una inesorabile riduzione della popolazione che mai aveva toccato un così basso livello, siamo infatti oggi al di sotto dei tremila abitanti.

Dalle notizie che abbiamo potuto raccogliere, sembra che la decisione di chiudere l’Asilo Nido fosse già stata assunta da Verona in fase di approvazione del bilancio di previsione 2019, quindi molto prima delle elezioni comunali, ma da quanto ci è stato riferito, avrebbe chiesto agli uffici di mantenere il più totale riserbo proprio in vista delle elezioni. Tutto questo a conferma ancora una volta dell’inaffidabilità di questa persona e del suo più totale menefreghismo nei confronti della cittadinanza.

Sappiamo bene che quando un servizio viene tolto è pressoché impossibile ripristinarlo in futuro, ci domandiamo quindi, come i nuovi componenti dell’amministrazione comunale, possano accettare una decisione così grave senza batter ciglio.

Noi non abbiamo assolutamente intenzione di arrenderci e presenteremo subito una interrogazione al Consiglio Comunale, assise nella quale ci saremmo aspettati di essere informati di questa sciagurata decisione, visto che ve ne sarebbe stata l’occasione proprio nell’ultima seduta dello scorso 2 luglio, quando il Sindaco, nella presentazione delle “Linee di Mandato” ha enunciato per oltre quaranta minuti tutti i faraonici progetti che porterà avanti nei prossimi anni e le decine di milioni di Euro che spenderà, senza però far minimamente accenno alla decisione di chiudere l’asilo nido. A quelle linee di mandato abbiamo espresso voto contrario consapevoli purtroppo della loro inattendibilità e sebbene ci rammarichi doverlo dire per i cittadini di Stazzema, i fatti ci stanno dando ragione. In quelle stesse linee di mandato il Sindaco ha parlato tanto di difesa e valorizzazione della scuola, vorremmo ricordargli per l’ennesima volta che per fare la scuola c’è bisogno prima di tutto di bambini e ragazzi che la frequentino e se continua con le sue politiche, forse a breve della scuola rimarranno solo muri. Ci auguriamo che da parte del nuovo assessore alla Pubblica Istruzione vi sia la stessa sensibilità e lungimiranza che mosse l’allora Assessore Paolo Conti e che convinca l’amministrazione comunale a rivedere questa pessima decisione.

Stazzema li 10 luglio 2019

Gruppo Consiliare

Stazzema Bene Comune”

ECONOMIA: PIETRASANTA, LA VERSILIA ED I TERRITORI LIMITROFI, FOCUS SU COMMERCIO, ARTIGIANATO E TURISMO CON ISR

La presentazione del rapporto economia 2018 nel Chiostro di S. Agostino: è la prima volta.

Pietrasanta_ Un focus su commercio, artigianato artistico e turismo. Per la prima volta il Comune di Pietrasanta in collaborazione con l’Istituto di Studi e Ricerche della Camera di Commercio di Massa Carrara presenteranno alcuni estratti del Rapporto Economia 2019 incentrati sul commercio fisso e non fisso, sulle abitudini del consumatore, sul commercio elettronico e sulla prospettiva della vendita al dettaglio, ma anche sull’andamento dell’artigianato artistico e del turismo.

I dati, contenuti all’interno del 28esimo rapporto, sono relativi al 2018 e cristallizzano in maniera indipendente ed analitica l’andamento dell’economia nel comune di Pietrasanta in rapporto alla Versilia e, nel particolare caso del commercio, alle province di Lucca e Massa Carrara.

La presentazione è in programma sabato 13 luglio alle ore 9.30 presso la Sala Annunziata del Chiostro di S. Agostino (via S. Agostino 1). Alla presentazione intervengono il Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti; l’Assessore ai Beni Culturali e Turismo, Massimo Mallegni; il Presidente dell’Isr, Vincenzo Tongiani; il ricercatore Daniele Mocchi.

Alla presentazione sono state invitate associazioni di categoria, imprenditori, stakeholder, addetti ai lavori ed i rappresentanti delle amministrazioni comunali della Versilia.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 9.7.2019

NOMINA RAPPRESENTANTE ASSOCIAZIONE MARTIRI DI SANT’ANNA NEL CDA DELLA ISTITUZIONE

Rendiamo pubbliche le email intercorse ieri e stamani in merito alla riconferma della nomina del superstite Enrico Pieri nel CDA dell’Istituzione Parco nazionale della Pace.

Stazzema_ In ottemperanza a quanto richiesto nel regolamento istitutivo dell’ organo amministrativo che gestisce le attività del Parco nazionale della pace, siamo a sentire le disponibilità del Gruppo Labaro di Mulina di Stazzema e dell’ANPI Pietrasanta a riconfermare la scelta di Enrico Pieri Presidente della Associazione Martiri come rappresentante nel CDA della Istituzione.

Il Direttivo Ass. Mart. di Sant. Anna ( Trasmesso il 9 luglio 2019 , alle 15, 439)

Risposta Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema

La disponibilità da parte del Gruppo Labaro Martiri  Mulina di Stazzema a confermare nel CDA  del Direttivo il superstite Enrico Pieri è subordinata al fatto che nell’anno 2019 si deve precisare quale iniziativa del Parco nazionale della Pace sarà fatta a Mulina di Stazzema, come da accordi presi. A tal riguardo, in data 24 giugno 2019, prot. n. 4843, è stata inoltrata una lettera all’attenzione del sindaco, della Giunta, dei consiglieri comunali, del Direttore del Parco nazionale della Pace e dei membri del CDA Istituzione Parco della Pace. Pertanto restiamo in attesa di conoscere quale iniziativa sarà promossa quest’anno a Mulina di Stazzema  prima di esprimere la disponibilità del Gruppo Labaro perché Enrico Pieri entri nel CDA come rappresentante dell’Associazione Martiri di Sant’Anna ma anche come rappresentante morale del Gruppo Labaro e delle vittime della strage compiuta a Mulina il 12 agosto 1944. Ricordiamo che la disponibilità del Gruppo Labaro è condizionata al fatto che ogni anno il Parco nazionale della Pace si impegna a promuovere in Mulina un evento che valorizzi  la memoria di quanto accadde 75 anni fa.

Cordiali saluti.

Giuseppe Vezzoni (Inviato 9 luglio 2019, alle 20,02. Questo testo è stato inviato al Direttore del Parco dott. Michele Morabito il 10 luglio 2019, alle ore 06,53 e al sindaco di Stazzema Maurizio Verona il 10 luglio 2019 alle 07,10)

Risposta del Direttore

Intanto per comunicare che per le celebrazioni del 11 agosto interverrà un rappresentate della Comunità Ebraica di Pisa per ricordare tutti i parroci che salvarono degli ebrei in quei mesi difficili del 1943-4.

Il Sindaco mi chiede di comunicarvi che come da programma elettorale, si provvederà alla realizzazione all’interno della Chiesa di una pannellatura che ricordi il sacrificio della Chiesa nella Provincia di Lucca. Della cosa si è già parlato anche con il Sindaco di Pescaglia.

Saluti.

 Dott. Michele Morabito

Direttore Istituzione Parco Nazionale della Pace, 09,30, del 10.7.2019.

Risposta di Giuseppe Vezzoni

Intanto per comunicare che la pannellatura che ricordi il sacrificio della chiesa nella provincia di Lucca (ma non terrei fuori il sacrificio del clero  dell’Arcidiocesi di Pisa) la considero un evento molto importante così come la presenza di un rappresentante della Comunità Ebraica di Pisa alla cerimonia dell’11 agosto 2019. Tuttavia  attendo di conoscere un evento specifico promosso dal Parco nazionale della Pace da tenersi a Mulina entro  quest’anno, 75° anniversario della strage del 12 agosto 1944. Se è la pannellatura l’evento 2019, allora non pongo riserve e riconfermo la scelta di Enrico Pieri nel CDA dell’Istituzione.   Prima di esprimere il parere favorevole su Enrico Pieri, resto in attesa che si confermi che è la pannellatura è l’evento 2019 del Parco nazionale della Pace a Mulina o  che mi si comunichi un altro evento.

Cordiali saluti.

Giuseppe Vezzoni, ore 13,04 del 10.7.2019

VIABILITÀ: PRONTA LA MAPPA DEI PARCHEGGI, 1801 STALLI A DUE PASSI DAL CENTRO STORICO

Pietrasanta_ 1801 stalli tra gratuiti (1284), a pagamento (478) e con disco orario (39) al servizio del centro storico, residenti e turisti. Il più distante si trova a 650 metri a circa 5 minuti a piedi dall’ingresso del borgo. Pronta la mappa dei parcheggi del centro storico elaborata dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti per fornire un comodo supporto a turisti e visitatori del centro storico. La mappa, un semplice pieghevole cartaceo anche in lingua straniera dotato di legenda, dislocazione, posti disponibili, numeri e contatti utili e tutte le informazioni necessarie, sarà tradotta anche in versione digitale per essere sempre fruibile. 19 i parcheggi a disposizione. “La mappa – spiega il Capo di Gabinetto, Adamo Bernardi – sarà distribuita nei punti di informazione, hotel e punti di contatto con turisti e fruitori del centro storico e sarà resa disponibile anche attraverso il sito dove potrà essere scaricata. Pietrasanta è dotata di una grande disponibilità di stalli che si trovano a pochi minuti a piedi dalle mura. In pratica 3 parcheggi su 4 sono gratuiti”.

Le novità in materia di parcheggi sono l’attivazione dell’App “Whoosh!” per il pagamento anche attraverso smartphone e il tagliandino per la sosta di cortesia (15 minuti) automatizzato. Novità che sono ricordate anche nella mappa dei parcheggi.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 10.7.2019.

I MORTI DI SANT’ANNA NON SONO 560!

Poiché stamani siamo stati fermati in località Martinetto da uno che è di Sant’Anna, l’abbiamo visto molte volte nel paese martire, il quale ci ha invitato di farla finita sul numero dei morti e di smettere di scrivere stronzate o qualcosa del genere, noi ribadiamo quanto finora abbiamo scritto sui nostri libri e non ci facciamo certo intimidire. I morti di Sant’Anna non sono 560 e il Comune di Stazzema farebbe bene a chiarire questo aspetto in maniera ufficiale e definitiva, come ha fatto a suoi tempo Marzabotto. Con il libro del 75° anniversario avevamo chiuso, ma questo comportamento ci spinge ancora a stare al pezzo della storia del 12 agosto 1944. Alle offese abbiamo risposto come si conviene e continueremo a scrivere senza alcun timore che i morti non furono 560, che non esiste nessun elenco con 560 nominativi, che in tutti gli elenchi che riportano oltre 400 nominativi sono presenti errori e ripetizioni. Inoltre, anche l’elenco riportato sulla lapide nuova collocata all’Ossario al posto di quella vecchia spezzata dalla tempesta del 4 e 5 marzo 2015 non è esente da errori. Piaccia o non piaccia, Giuseppe Vezzoni continuerà a scrivere che il morti del 12 agosto 1944 perpetrati dai nazifascisti, si noti bene il termine, perché esso significa che c’erano anche fascisti dei luoghi, non sono 560 fintanto che non si dimostrerà il contrario. Intanto, 75 anni sono trascorsi e chiarezza sul numero delle vittime non è stata ancora fatta. Se il tizio di stamani non ci avesse fermato e apostrofato in quella maniera, questo post non ci sarebbe stato.

Giuseppe Vezzoni,addì 10.7.2019.

VIABILITÀ: ROTATORIA VIA AVIS-VIA MARCONI SI FARÀ, REGIONE TOSCANA FINANZIA PARTE INTERVENTO

Schermata 2019-07-10 alle 13.57.53

Pietrasanta_ Si farà. La rotatoria tra l’intersezione di via Avis Donatori e via Marconi inserita tra i 52 interventi finanziati dalla Regione Toscana. La Regione Toscana comparteciperà al costo complessivo dell’intervento con 75 mila euro. L’obiettivo condiviso, anche dalla Regione Toscana, è quello di prevenire gli incidenti, regolare il traffico, riqualificare il sistema viario, creare percorsi e corsie preferenziali per bici e pedoni e mettere in sicurezza le due ruote.

Come annunciato e promesso l’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti realizzerà l’attesa rotonda, la prima di una serie di interventi per migliorare la viabilità, che si pone l’obiettivo di ridurre i punti di conflitto derivanti dall’incontro di due arterie di collegamento tra il centro storico e la piana molto trafficate durante tutto l’arco della giornata preservando l’attuale ciclopista e senza procedere a nessun esproprio.

La realizzazione di questo intervento – spiega il Sindaco, Giovannetti che anche da consigliere comunale aveva sollecitato più volte questa misura – ci permetterà di mettere finalmente in sicurezza un tratto molto pericoloso sia per gli automobilisti che ciclisti a causa dell’intersezione di tre strade. La rotatoria compatta è una infrastruttura molto importante che andrà ad armonizzare la viabilità cittadina e snellire il traffico. Un passo alla volta daremo le risposte che i cittadini si aspettano”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 10.7.2019.

CULTURA: “LE NOTTI DELL’ARCHEOLOGIA” TRA LIGURI, ETRUSCHI E ROMANI, NUOVO APPUNTAMENTO A PALAZZO MORONI

Secondo appuntamento in programma sabato 13 luglio alle ore 21.30. Nuovo allestimento dedicato ai Liguri apuani della Versilia.

Pietrasanta_ Le notti dell’Archeologia” incantano Pietrasanta. Prosegue la rassegna serale “Le notti dell’Archeologia” ospitata nel Museo Archeologico Versiliese “Bruno Antonucci”, al piano terra di Palazzo Moroni, nel Centro Storico di Pietrasanta. 

L’evento è promosso dalla Regione Toscana e organizzato dal Comune di Pietrasanta insieme a Pietrasanta Musei. L’ingresso è libero.

Secondo appuntamento sabato 13 luglio (ore 21.30) con l’incontro dal titolo “La Versilia in età ellenistica: Liguri, Etruschi e Romani”. Narratore della serata, Giulia Picchi, della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara. L’incontro ripercorre le vicende che infiammarono la Versilia nel corso del IV e III secolo a.C., quando gli insediamenti Etruschi cominciarono a subire le incursioni di Liguri migrati dall’Appennino tosco-emiliano e l’espansione di Roma cominciò a progredire la sua espansione militare e politica nelle nostre terre. Da giovedì 18 luglio sarà inoltre possibile scoprire il nuovo allestimento relativo dell’epoca ellenistica dal titolo “Liguri apuani in Versilia, Materiali dalla necropoli di Levigliani”.

Ultimo appuntamento in programma giovedì 1 agosto con l’archeologo e curatore del Museo Archeologico Versiliese “B. Antonucci” e il Gruppo Archeologico Massarosese con una conferenza e laboratorio didattico olfattivo dal titolo “Il profumo della storia”.

Tutte le iniziative sono ad ingresso gratuito ed è gradita la prenotazione al 0584.795500 o via istituti.culturali@comune.pietrasanta.lu.it

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 10.7.2019.

NAPOLI. SAN GIUSEPPE MOSCATI NELLA REALTA’ E NELLA FINZIONE. LA SUA CASA A VIA CISTERNA DELL’OLIO.Moscati giovanela mano di bronzo

Napoli_ Il turista o chi ama San Giuseppe Moscati, sa dove cercarlo: la sua tomba e la sua statua si trovano, difatti, nella Chiesa del Gesù Nuovo. Intanto la casa dove viveva, che appartiene al Comune di Napoli, pare sia stata messa in vendita. La prima notizia sul fatto che il Comune di Napoli intendesse porre in vendita la casa dove ha abitato il medico santo Giuseppe Moscati, la ritroviamo il 17 dic. 2011 su di un filmato di You Tube. Successivamente se ne parla in un articolo del 18 dicembre 2016 laddove si apprende che il Comune di Napoli abbia deciso di porre in vendita, in una parte dell’enorme patrimonio immobiliare disponibile anche la casa di San Giuseppe Moscati. Questa si trova, in pieno centro storico, ossia a via Cisterna dell’Olio a pochi passi da Piazza del Gesù, nominata dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

A chiunque conosca la storia straordinaria del santo medico, canonizzato da Papa Giovanni Paolo II, penso sia venuta l’idea di consacrarla a Museo, facendovi fare ritorno di tutto ciò che Nina Moscati, sorella del Professore, dopo la morte del fratello aveva donato alla chiesa del Gesù Nuovo, ossia il vestiario, il mobilio, e le suppellettili del fratello. A Napoli si parla spesso di lui come se invece di essere morto tanti anni fa, ossia il 12 aprile del 1927 fosse restato vivo in qualche modo, anche soltanto attraverso la presenza della sua statua, la cui mano è consumata dalle strette di quanti gli vanno a parlare nella chiesa del Gesù a Napoli e vanno a pregare nel posto in cui è stato sepolto. Penso che non soltanto i napoletani abbiamo l’abitudine di salutarlo e, nei casi particolari, che non mancano mai nella vita, di chiedere il suo aiuto come medico per la protezione di qualcuno che è ammalato o di se stessi, potendo visitare anche la sua camera con l’inginocchiatoio, lo studio ed una bacheca con gli arnesi ed accessorio da medico.

Dopo la notizia della messa sul mercato dell’appartamento si sono resi disponibili i Gesuiti. Intanto un’altra abitazione collegata al nostro Medico sta facendo parlare di sé, ad Avellino, difatti la famiglia Moscati proveniva da Santa Lucia di Serino. Vi i nacque, nel 1836, il padre Francesco ed è proprio a ragione di ciò che si parla di far diventare un museo la casa di San Giuseppe Moscati ed il paese intero si è mobilitato per raccogliere gli ottantamila euro necessari visto che è stata messa in vendita dall’attuale proprietario, non legato da rapporti di parentela con gli eredi dei Moscati. Ad acquistare l’abitazione dovrebbe essere la parrocchia, che ha lanciato l’iniziativa ‘Peppino le sue radici e noi’. Il sacerdote Don Luca ha già firmato il compromesso, e la raccolta di fondi procede tra i residenti di Santa Lucia di Serino e i devoti campani. Don Luca vorrebbe valorizzare la figura del medico santo destinando la dimora dei suoi genitori alla realizzazione di un museo.
Tornando, però, alla Via Cisterna dell’Olio dobbiamo tristemente annotare che il palazzo dove è posta, al terzo piano, l’abitazione dove visse e morì il nostro Dottor Moscati è in uno stato pietoso. Inoltre, essendo stata chiusa al traffico la strada, i negozi che anni fa vi progredivano per il continuo passaggio dei turisti, stanno annegando e chiudendo uno ad uno, compresa l’ottica Petagna che si trova proprio all’interno del cortile.

Chi, prima o dopo l’avere visto la fiction, intenda ritrovare passi di questa nella realtà della vita del santo, non potrà che essere tristemente deluso. Le immagini che lo ritraggono, felice, ad annunciare alla sorella la vittoria del concorso per assistente ordinario e per coadiutore straordinario agli Ospedali Riuniti degli Incurabili, sono state girate in un più elegante palazzo che affaccia su Piazza del Gesù e le scale da cui si affaccia la sorella che lo attendeva, non hanno niente a che vedere con le strette scale che, nella realtà, il medico aveva nel suo palazzo. Inoltre, senza togliere nulla all’abilità di artista di chi lo ha impersonato (l’attore Beppe Fiorello), il Moscati che ci viene presentato nella storia appare molto lontano per carattere dal vero. Occorre rimarcare per far comprendere quale personalità coerente forte e dinamica possedesse il medico, evidenziata dalla sua grafia, che ,prima di questo concorso il dottor Moscati, prevedendo che ci sarebbero stati imbrogli e favoritismi, scrisse al Prof. Calabrese, ordinario di Clinica Medica:

” … Non posso tollerare la copia degli altri, già troppo protetti, e già lieti di prenotazione ai posti stessi, che sono stati a loro fatti intravedere da amicizie e compromessi pregiudiziali. […] Io non agisco per superbia, ma per un innato senso di giustizia. Guai a toccarmi su questo punto!… “

Dobbiamo evidenziare che Giuseppe Moscati era una personalità poliedrica, non soltanto nell’esercizio della sua professione ma in quanto “scienziato” e ne fanno fede ben 32 pubblicazioni in campo medico dall’Ureogenesi epatica del 1903 alle Vie linfatiche dall’intestino ai polmoni del 1923.
A questa sua fortissima abilità e attività di medico, fa da contrappeso, ovverosia la spiega nella sua capacità di dimenticare se stesso per gli ammalati, un suo scritto datato 5 giugno 1922 in cui possiamo leggere:
“Mio Gesù amore! Il vostro amore mi rende sublime, il vostro amore mi santifica, mi volge non verso una sola creatura, ma a tutte le creature”.

Parliamo di un uomo che in quanto medico, certamente aveva riconosciuto in se stesso le caratteristiche di una malattia che lo avrebbe portato alla morte in giovane età e quindi probabilmente se l’aspettava. Ciò non toglie che fosse anche un uomo perfettamente normale e anche questo appare dalla sua grafia, che dimostra come avesse un ottimo rapporto sia con il lato superiore della vita che con quello terreno.

La sua integrità sia sotto il profilo di medico che sotto il profilo di uomo gli fece scrivere:

Tutti i giovani dovrebbero comprendere che nella pratica della continenza è il modo migliore per tenersi lontani dalla massima malattia trasmissibile. Mantenendo il loro spirito e il loro cuore lontano dalla turpitudine, in un esercizio di rinuncia e di sacrificio, dovrebbero giurare di concedere la loro maturità e sanità sessuale solamente all’essere unicamente amato.” 
Abbiamo detto che come medico si aspettava di morire e difatti quando il 12 aprile 1927, un martedì prima di Pasqua, mentre compiva le sue visite pomeridiane agli ammalati, si rese conto di star male, preferì ritirarsi in silenzio nella sua stanza e la sorella raccontò che si fosse steso sul letto, avesse incrociato le braccia sul petto attendendo serenamente la fine che non tardò a giungere. 

Non fu una “delusione d’amore” a fare sì che dedicasse la sua vita ai poveri e agli ammalati, piuttosto si trattava di un uomo che quotidianamente si comunicava e pregava nella Chiesa del Gesù Nuovo, a Napoli (mentre nella fiction lo fanno vedere accanto alla scultura del Cristo velato, che si trova nella Cappella Sansevero). Per chiudere, mi sembra giusto ricordare che nella chiesa delle Sacramentine e, davanti all’immagine della Madonna del Buon Consiglio, fece voto perpetuo di castità. (Bianca Fasano)

Da Accademia dei Parmenidei, addì 9.7.2019

SENTI SE C’HA UN AMICO” ALL’OSTRAS BEACH DOMENICA 9 GIUGNOFoto Ruffini Up-and-Down

I Matia Bazar, il trio canoro “Il Volo”,e Michele Torpedine Giobbe Covatta, Luca Calvani ed Alberto Di Chiara, testimonial della Fondazione Ronald McDonald.

Pietrasanta_La Fondazione Ronald McDonald si occupa di aiutare i bambini malati attraverso l’apertura e la gestione di case e family room nei pressi dei principali centri pediatrici italiani con l’obiettivo di tenere unite le famiglie. Primo appuntamento all’Ostras Beach di Marina di Pietrasanta (Lu) con il talk show ideato da Giorgio Panariello che unisce, in un colpo solo, intrattenimento, cultura, varietà umana, divertimento, buona cucina e beneficenza.

Condotto da Walter Santillo, noto conduttore e autore televisivo, per la direzione artistica di Elena Metti, il primo dei quattro eventi a scopo benefico ospitati nella cornice elegante e raffinata della spiaggia e dello stabilimento balneare ristorante del Best Club di Focette è in programma domenica 9 giugno a partire dalle ore 20.30 con il welcome drink (ingresso a pagamento) e la cena gourmet con accompagnamento musicale firmato dallo showman Dino Mancino che fanno da preludio al talk show. L’evento è ripreso da Italia 7. La partecipazione è a pagamento (info e prenotazioni al 392.9694108 e su pagina ufficiale Facebook Ostras Beach Club Versilia)

Ufficio stampa Redazione Virtuale,addì 10.7.2019.

CAMMINATA ODIERNA: MULINA, RUOSINA, MULINA

Stamani siamo ritornati a camminare dopo alcuni giorni in cui siamo stati assorbiti dai vari impegni, fra i quali anche interventi di imbiancatura,stuccatura e verniciatura. Insomma, così impegnati con i lavori di casa non lo eravamo da molto tempo. Noi confidiamo che l’appartamento acquistato possa dare un piccolo reddito per compensare le spese della spazzatura, dell’IMU e dei servizi dell’acquedotto, energia elettrica i metano. Pertanto stiamo dando il meglio di noi stessi per renderlo confortevole e accattivante. Vogliamo che divenga per gli eventuali ospiti una piccola immersione nella storia del territorio e della tradizione. Speriamo che questo progetto si concretizzi e possa svilupparsi ulteriormente. La posta è alta e a volte essa ci mette ansia per la poca sabbia che ancora resta nella nostra clessidra esistenziale.

Giuseppe Vezzoni, addì 10.7.2019.

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2847 del 9 e 10 luglio 2019

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

COMUNE DI STAZZEMA E DELL’ALTA VERSILIA

“Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Google scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

CONTRO L’ABBANDONO INDISCRIMINATO DEI RIFIUTI, TELECAMERE MOBILI A STAZZEMA

determina_n_75

Stazzema _ L‘amministrazione comunale di Stazzema si è dotata per una spesa complessiva di quasi dodicimila euro del servizio noleggio di telecamere mobili a favore dell’Ufficio Ambiente per contrastare l’abbandono indiscriminato di rifiuti civili,industriali e dei rifiuti vegetali derivanti da sfalci d’erba e potature domestiche, che sono equiparati a rifiuto e che pertanto è vietato depositarli fuori dalle aree autorizzate e dai contenitori differenziati previsti dalla raccolta di prossimità. Encomiabile iniziativa, ma sarebbe bene intervenire anche laddove non serve la telecamera mobile per individuare accumuli di ogni genere. A Stazzema, dove l’abbandono illegale di rifiuti è anche importato residenti stazzemesi ed esportato da non residenti, è una pratica molto diffusa per il livello d’ impunità che consente la mancanza dei vigili urbani e praticamente il fallimento dissuasivo delle telecamere poste al varco del bivio di Iacco, spesso fuori uso e stando alle pochissime comunicazioni sui risultati conseguiti- quasi mai alle immagini catturate di mezzi carichi che entrano nel territorio di Stazzema è seguita una indagine per risalire dove il materiale importato è stato smaltito.

Anche in merito alla raccolta differenziata c’è una maggioranza di cittadini responsabili che rispetta la normativa e una minoranza che smaltisce senza differenziare, buttando l’indifferenziato addirittura nei contenitori dei rifiuti differenziati. Comportamenti che non sono negligenti ma volutamente illegali, volti a imporre quel “faccio come mi pare” che sostanzialmente annulla le buone pratiche. Di solito questi cittadini hanno i cosiddetti “santi in paradiso” che gli consentono di perpetuare le loro condotte a danno della collettività e dei vicini. Con le telecamere mobili sarà possibile che possa avvenire il paradosso di una sanzione comminata per una carriola d’erba mentre non ci sarà nessuna sanzione nei luoghi in cui si accumula abusivamente. Basta vedere come viene rispettata la normativa sull’inquinamento acustico e gli orari giornalieri negli specifici periodi invernali ed estivi in cui è possibile fare attività e conseguente introdurre rumore nei decibel consentiti, oppure l’utilizzo abusivo continuato di spazi pubblici da parte di privati nonostante i cartelli di divieto. Nessuno vede,nessuno sente, nessuno fa niente!

Giuseppe Vezzoni

blogger di Libera Cronaca, addì 9.7.2018

CAVA FORNACE: BARTOLI SUI LAVORI DI SCAVO, NON INFORMATI VOGLIAMO SPIEGAZIONI

Pietrasanta_ Non siamo stati informati di una qualsiasi attività di ampliamento o di altri lavori futuri all’interno del perimetro della discarica. Scriveremo all’azienda proprietaria dell’impianto per avere delucidazioni in merito all’avviso per l’affidamento di lavori di scavo. Così come scriveremo alla Regione Toscana perché verifichi la loro ammissibilità in base all’Aia rilasciata”: lo assicura il vice sindaco ed assessore all’ambiente, Elisa Bartoli in merito alla pubblicazione da parte di Programma Ambiente Apuana dell’avviso esplorativo con cui intende affidare l’appalto dei lavori di scavo, per l’ampliamento della discarica di rifiuti non pericolosi ex Viti, con bacino dedicato all’amianto, sita in località Montignoso, in Provincia di Lucca. “Non dovrebbe, uso il condizionale, trattarsi di un ampliamento inteso nel senso di allargamento del perimetro della discarica. Questo genere di intervento dovrebbe essere autorizzato preventivamente. E questo non ci risulta. Chiederemo chiarimenti”. L’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti ricorda che tutta la documentazione relativa a Cava Fornace è disponibile sul sito. “Tutta la documentazione, il carteggio, le analisi sono a completa disposizione di tutti. Pretendiamo da tutti la stessa trasparenza. – conclude la Bartoli – Su Cava Fornace stiamo facendo tutto quello che un’amministrazione può fare nei confronti di un’azienda privata. Abbiamo richiesto la revisione dell’Aia, e siamo stati i primi a farlo, ma a quanto pare la Regione Toscana considera questo impianto in regola con tutte le autorizzazioni. Insieme ai comitati possiamo, in questa fase, tenere la guardia alta, pretendere trasparenza perché l’impianto operi in sicurezza e lavorare insieme per arrivare al risultato di una chiusura in sicurezza. Se si potesse chiudere domani con una bacchetta magica, senza lasciare strascichi, questa amministrazione lo avrebbe già fatto”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 9.7.2019

AMBIENTE: CESTINI DI STRADA USATI COME MINI-DISCARICHE, PUGNO DURO DELL’AMMINISTRAZIONE GIOVANNETTI

Aperti 7 giorni su 7 anche il centro raccolta di via Olmi e il centro raccolta del verde di via Pontenuovo.

Foto cestini rifiuti 4

Pietrasanta_ Spazzatura domestica nei cestini di strada. Pugno duro dell’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti che chiede più impegno nel tenere la città pulita e più educazione da parte dei cittadini, in particolare dei turisti. Quella dello scambiare i normali cestini dedicati per carte ed altri piccoli rifiuti sparsi per la città come mini-discariche è una bruttissima abitudine che arreca danni al decoro, all’immagine e all’ambiente. Dentro i cestini gli operatori trovano ogni giorno sacchetti stracolmi di ogni genere di rifiuto che dovrebbe essere destinato alla raccolta differenziata o ai centri di raccolta.

Non c’è alcuna giustificazione per questo fenomeno perché a Pietrasanta i servizi non mancano. L’inciviltà di pochi danneggia tutti. – spiega Elisa Bartoli, vice sindaco ed assessore all’ambiente – Residenti e turisti non hanno nessuna scusa. Qui siamo di fronte a campioni della maleducazione, ad inciviltà ma anche pigrizia. Nel nostro comune è attivo il porta a porta su tutto il territorio, la raccolta differenziata è arrivata all’82%, sono presenti più impianti di raccolta aperti praticamente sempre. Chi abbandona rifiuti o scambia i cestini per discariche ha un atteggiamento criminale. Alcuni furbetti sono già stati individuati negli scorsi giorni grazie alle segnalazione dei cittadini, alcuni sono stati redarguiti e messi in guardia: in un caso si trattava di un residente che usava il cestino sotto casa come bidone dell’immondizia in barba al porta a porta. Ogni mattina quel cestino era sempre pieno. Questi casi purtroppo non sono isolati. Invito i cittadini a segnalare gli incivili. La lotta al degrado e all’inciviltà ci riguarda tutti. 

Documentate e segnalate alla Polizia Municipale”.

Per la Bartoli “chi abbandona rifiuti lo fa indipendentemente dal servizio offerto. Ecco perché dobbiamo continuare a lavorare sull’educazione, il senso civico ed una corretta informazione partendo dai bambini per entrare nelle case, nelle famiglie così come stiamo facendo in collaborazione con Ersu. Dobbiamo costruire una mentalità collettiva”.

Secondo un recente bilancio gli abbandoni di rifiuti, sul territorio comunale, sono in netto calo. I rifiuti speciali abbandonati e raccolti con un costo a carico della collettività sono passati da 23 mila del 2018 a circa 6mila nel 2019. Ma non basta. Dal 15 luglio tornerà attiva anche l’isola ecologica di Piazza IV novembre a Motrone. Il modernissimo centro di raccolta mobile – è formato da più contenitori suddivisi per rifiuto (indifferenziato, organico, carta, cartone, multi materiale, vetro e pannolini) – sarà attivo h 24, sette giorni su sette, con l’obiettivo di andare incontro alle esigenze delle seconde case e dei turisti nel periodo estivo. Saranno aperti sette giorni su sette dal 21 luglio anche il contro di raccolta del verde di via Pontenuovo e dal 28 luglio il centro di raccolta di via Olmi. “L’apertura straordinaria dei centri di raccolta – conclude la Bartoli – ha portato storicamente ad una riduzione degli abbandoni. L’obiettivo del prossimo anno è anticipare ulteriormente l’apertura degli impianti”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti,addì 9.7.2019

APERITIVO MEDICEO: A SERAVEZZA LA NUOVA EDIZIONE DEL FRESCO TALK SHOW ESTIVO DI FABRIZIO DIOLAIUTI DEDICATO AI PRODOTTI DELLA TERRA E DEL MARE DI TOSCANA.

20170707_aperitivo-mediceo-3

Si parte lunedì 15 luglio

Seravezza_ Sei appuntamenti, trentuno ospiti, sette chef, otto ristoranti: sono i numeri dalla nona edizione dell’Aperitivo Mediceo, che torna dal 15 luglio al 19 agosto a Seravezza con la regia dell’effervescente Fabrizio Diolaiuti e la musica di Dino Mancino per raccontare il bello e il buono del territorio versiliese, lucchese e toscano. Protagonisti ancora una volta i contadini, i pastori, i pescatori, gli apicoltori, i penettieri, i casari, i norcini che nella fresca cornice dei giardini di Palazzo Mediceo patrimonio Unesco presenteranno i prodotti della terra e del mare della nostra regione. Grandi chef cucineranno straordinarie materie prime e il pubblico potrà degustare gratuitamente le specialità appena cucinate o presentate. «Formula vincente non si cambia», dichiara l’assessore alla promozione e valorizzazione del territorio Giacomo Genovesi. «L’Aperitivo Mediceo torna nella sua veste più classica sull’onda di un successo che negli ultimi anni è andato consolidandosi. Confermato anche il coinvolgimento del centro storico di Seravezza, che terrà a battesimo l’edizione 2019».

Si inizia appunto lunedì 15 luglio in piazza Carducci con l’inedito binomio rappresentato dai fagioli schiaccioni della Versilia e i fiori di loto coltivati a Massarosa. A tagliare idealmente il nastro della nuova edizione sarà il sindaco Riccardo Tarabella. Negli appuntamenti successivi si parlerà di bambù, cannoli e farine versiliesi (lunedì 22 luglio), dell’acciuga e del pesce azzurro (29 luglio), dei gustosi frutti della montagna (5 agosto), della focaccia, degli insaccati, del pane e dell’olio quercetano (12 agosto), dei frutti dell’orto e del vino di Montecarlo (19 agosto).

Gustoso, ricco e importante anche il menù degli ospiti che si alterneranno nelle sei serate seravezzine: da Tommaso Ponsanelli, presidente dell’Accademia dell’Acciuga, a Giuliano Guerri di Mangia Trekking, dalla presidente dell’Associazione Olivo Quercetano Cristina Pellizzari al professor Ubaldo Bonuccelli, ordinario di neurologia all’Università di Pisa, Gianfranco Antognoli, presidente dell’Associazione Ricerca Neurologica Arno, Federico Carrara, sindaco di Montecarlo.

Ad ogni incontro, o quasi, una nota letteraria grazie alla presenza di alcuni autori con i loro libri freschi di stampa. Si inizia con la giornalista Elisabetta Arrighi, autrice di “Gusto giapponese, sapore toscano” che raccoglie le ricette creative della chef Kazuyo Hada.

A proposito di chef, fra i protagonisti della nuova edizione dell’Aperitivo Mediceo troviamo Alberto Franceschi della Taverna Le Gradole di Seravezza, Gabriele Cini, Roberto Diena del ristorante La Brocca di Vallecchia, la famiglia Gherardi del ristorante Sotto la Loggia di Pomezzana, Gennaro Battiloro della pizzeria Battil’Oro di Querceta, Davide Manfredi dell’Enoteca Marcucci di Pietrasanta.

L’Aperitivo Mediceo è prodotto dalla Fondazione Terre Medicee. Gli incontri si tengono ogni lunedì dal 15 luglio al 19 agosto con inizio alle 18:30 ad ingresso libero e degustazione gratuita nell’ abituale scenario del giardino di Palazzo Mediceo (ad eccezione della serata inaugurale prevista in piazza Carducci).

Ufficio stampa Comune di Seravezza

Stefano Roni, addì 9.7.2019

DECORO: AFFISSIONI SELVAGGE, 24 ORE PER RIMUOVERE VOLANTINI MATRIMONI20170707_aperitivo-mediceo-3

Pietrasanta_ Stop alle affissioni selvagge, basta con i manifesti “illegali” appesi a pali della luce, piante, cabine telefoniche. Unica eccezione, per salvaguardare la tradizione, sono i matrimoni: gli sposi (o chi per loro) hanno 24 ore di tempo per rimuovere gli annunci. In caso di mancata rimozione saranno applicate le sanzioni per affissione abusiva. Lo ricorda l’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti. Il decoro è uno dei quindici punti al centro del mandato elettorale. “In queste settimane, in concomitanza con numerosi matrimoni, sono stati affissi moltissimi volantini. – spiega Adamo Bernardi, Capo di Gabinetto del Sindaco che invita a collaborare per una città più pulita tutti i cittadini – Questa attività è consentita, per il tempo strettamente necessario, ma devono essere rimossi entro 24 ore. Altrimenti saremo costretti ad attivare la procedura per le sanzioni”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 9.7.2019.

TERZA SERATA RASSEGNA DELLE CORALI VERSILIESI, LA CORALE POLIFONICA DI VIAREGGIO DOMENICA A VOLEGNORassegna 2019- 3° concerto -Viareggio (1)-page-0

Stazzema- La terza serata della rassegna delle corali si terrà a Volegno Domenica 14 Luglio alle ore 21,00. Si esibirà la corale polifonica “Città di Viareggio”. Chiedo collaborazione per un’ampia diffusione, grazie.

Cordiali saluti

Roberto Natalini, addì 9.7.2019

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2846 dell’ 8 e 9 luglio 2019

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

COMUNE DI STAZZEMA E DELL’ALTA VERSILIA

“Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione”

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Google scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

 

VITALIZI TAGLIATI, LA CASSAZIONE BOCCIA IL RICORSO.

Dopo il Decreto Dignità, anche il provvedimento inerente ai tagli dei vitalizi prova a ridurre le disuguaglianze e i privilegi. Il provvedimento del Governo Conte ha trovato il conforto della Corte di Cassazione, che ha bocciato il ricorso. Ma i ricorrenti andranno avanti fino alla Corte Costituzionale. Intanto la lotta ai privilegi incassa questa prima vittoria. Il tanto peggio tanto meglio non avrebbe mai fatto i tagli dei vitalizi.

Giuseppe Vezzoni, addì 8.7.2019

FORMAZIONE: VERSILIA FORMAT COME UN ATENEO, CORSI UNIVERSITARI A PIETRASANTA

Nuove collaborazioni con le più illustri Università italiane.Foto da sx Monica Pellistri con sindaco Alberto Giovannetti

Pietrasanta_ Versilia Format inaugura una nuova illustre collaborazione in ambito universitario con Unihub Sapere, Campus Città del Sapere Polo di Napoli, Unitelma Sapienza dell’Università degli Studi di Roma. A Pietrasanta, presso la sede di Versilia Format, adesso sede distaccata del polo universitario, sarà possibile iscriversi ai corsi convenzionati e sostenere gli esami di Laurea triennale di Unitelma Sapienza in Sapienza in “Scienze dell’Amministrazione e della Sicurezza” e in “Economia Aziendale”. Da settembre sarà inoltre possibile seguire lezioni e sostenere gli esami di alcuni corsi FasTrack, della durata di tre mesi, con approccio blended e materiali scaricabili direttamente dalla piattaforma e-learning. Sono tre gli ambiti dei corsi in programma: “Consulenza e contabilità Amministrativa”, “Marketing territoriale e Gestione dell’Impresa Turistica” e “Criminalità, Sicurezza Territorio e prevenzione”. “Siamo molto felici – commenta Monica Pellistri, Presidente Versilia Format di poter collaborare il mondo universitario. Il nostro obiettivo è ampliare la platea di collaborazioni per offrire opportunità di formazione e crescita al territorio”.

Fino a venerdì 12 luglio è possibile inviare il modulo di richiesta iscrizione scaricabile per ogni corso sul sitowww.unihubsapere.com e vincere una delle 15 borse di studio a copertura totale della retta di frequenza del FastTrack di 3 mesi (2500 euro) o una delle 35 borse di studio dal valore di 350 euro. Per partecipare alle selezioni è necessario presentare (entro il 12 luglio) una copia di carta di identità e il modello Isee non superiore a 23.508/78 (Attestazione Dsu 2017).

Al termine del corso, tutti i partecipanti interessati a proseguire gli studi per conseguire il titolo di Laurea Unitelma Sapienza, dovranno comunque versare 500 euro per sostenere gli esami di ammissione al secondo anno del corso di Laurea selezionato.  

Per maggiori informazioni www.unihubsapere.com

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti.addì 8.7.20193

LA CROCE BIANCA APPROVA IL NUOVO STATUTO

Querceta – La nuova legge del terzo settore, introducendo tantissime nuove e complesse norme, provoca una vera e propria rivoluzione nella gestione delle associazioni, specialmente quelle di piccole dimensioni tra le quali figurano, numerose, quelle del volontariato. Da mesi e mesi i loro dirigenti sono impegnatissimi a confrontarsi con esperti consulenti, interpreti delle nuove norme, sacrificando parte del tempo dovuto alla conduzione operativa delle associazioni. La Croce Bianca non fa eccezione e prossimamente dovrà nuovamente riunirsi in assemblea straordinaria per discutere ed approvare il nuovo statuto rispondente alla nuova normativa.

L’assemblea, alla presenza del notaio dottor Marzio Villari e di tutti i componenti del consiglio direttivo, è convocata per domenica 14 luglio 2019, alle ore 10.00, nel salone delle conferenze, presso la sede sociale. Il presidente Paolo Giannarelli invita i soci a prendere parte all’incontro, permettendo così alla Croce Bianca di dotarsi del nuovo strumento statutario entro il termine stabilito per legge del12 agosto prossimo.

Roberto Roni, addì 8.7.2019

AMBIENTE: FURBETTO RIFIUTI SERIALE SCARICAVA NEL LETTO DEL FIUME VERSILIA, INCASTRATO DA SEGNALAZIONE

Foto rifiuti abbandonati lungo via Versilia

L’Assessore Bartoli: “multa non basta. Per chi abbandona rifiuti servirebbero lavori socialmente utili”.

Pietrasanta_ Incastrato da una segnalazione coraggiosa di una concittadina. Una foto, la targa scritta su un foglio, la “prova” dei rifiuti lasciati a due passi del greto del Fiume Versilia, in località Pescarella, hanno permesso alla Polizia Municipale del Comune di Pietrasanta di risalire ed identificare un cittadino dell’Alta Versilia. Il cittadino, residente in un comune limitrofo, aveva abbandonato sacchetti, plastica ed altro materiale. Non era la prima volta. A tradirlo è stata la sua serialità. Un comportamento ingiustificabile anche alla luce della presenza dei numerosi centri di raccolta e del servizio porta a porta che viene svolto anche nel suo comune di residenza. L’uomo dovrà pagare un ammenda di 150 euro. “La sanzione non è sufficiente qualunque sia l’importo applicato. – spiega Elisa Bartoli, vice sindaco ed assessore all’ambiente – Questi comportamenti andrebbero puniti con i lavori socialmente utili. Le segnalazioni dei cittadini, come dimostra anche questa particolare situazioni, sono molto preziose perché ci permettono laddove non ci sono fototrappole o telecamere, di risalire ai campioni della maleducazione, identificarli e multarli. In questo particolare caso siamo di fronte ad un comportamento abituale: non era infatti la prima volta”.

Restando in materia di rifiuti l’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti ha dato il via libera per l’attivazione dal 15 luglio anche dell’isola ecologica nel parcheggio di Piazza IV Novembre a Motrone in anticipo rispetto agli altri anni. Il modernissimo centro di raccolta mobile – è formato da più contenitori suddivisi per rifiuto (indifferenziato, organico, carta, cartone, multi materiale, vetro e pannolini) – sarà attivo h 24, sette giorni su sette, con l’obiettivo di andare incontro alle esigenze delle seconde case e dei turisti nel periodo estivo. “Non ci sono giustificazione all’abbandono di rifiuti – conclude la Bartoli – perché il nostro comune mette a disposizione tutte le tipologie di servizio: dal porta a porta ai centri di raccolta fino alle isole mobili di Strettoia e Motrone per rispondere a particolari esigenze dei cittadini e dei turisti. Chi abbandona rifiuti, di qualunque genere siano, dimostra pigrizia, nessun rispetto per la città ed il pianeta in cui vive e per tutti gli altri cittadini che invece rispettano le regole”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti,addì 8.7.2019.

DEGRADO A NON FINIRE NEL CENTRO DI QUERCETA

Querceta – Come ti giri vedi sporcizia, escrementi e urine di cani…solo di cani, “foreste” di erbacce secche al posto dei fiori, marciapiedi luridi, in alcuni luoghi letteralmente spaccati, sbriciolati, sollevati dal pavimento (piazza Pertini) o coperti di cartacce e con vistose macchie lasciate da rifiuti organici fuoriusciti dai sacchi dell’immondizia che qualcuno trascina in su e in giù, in qua o in là; e ancora marciapiedi invasi da erbacce fuoriuscite dalle proprietà private o dalle aiuole che da troppo tempo non vedono le forbici del giardiniere comunale.

Come ti giri, vedi di nuovo contenitori pieni di rifiuti puzzolenti a margine dell’Aurelia, (non si fa più la raccolta porta a porta?)

Roberto Roni, addì 8.7.2019

CULTURA: ARTE SEMPRE PIÙ HI-TECH, UN’APP PER I BOZZETTI DI PIETRASANTAIMG_9207

Un incontro-presentazione il 30 luglio al Musa

Pietrasanta_ Mettere la tecnologia al servizio della tradizione, rendendola fruibile a tutti. Il Museo dei Bozzetti del Comune di Pietrasanta ha consentito in via sperimentale la digitalizzazione di alcuni bozzetti della collezione. Un modo per rendere le opere immortali. Le nuove tecniche di scansione consentono, oltre alla catalogazione dei contenuti tridimensionali, la possibilità di consultarli tramite web o come in questo caso tramite una app. Il funzionamento è molto semplice: dopo aver scaricato la app, si dovrà inquadrare con la fotocamera del proprio dispositivo un target, un codice stampato; ogni codice è collegato ad un bozzetto che sarà a quel punto ”navigabile”, si potrà cioè ruotare e zoomare direttamente dallo schermo del device.

La realtà aumentata è già a portata del nostro cellulare” – spiega il PhD Arch. Claudio Giustiniani, fondatore della startup ArtaxLab di Pietrasanta, che ha realizzato il servizio 3D – L’app sarà gratuita e diverrà scaricabile in concomitanza della serata finale dell’evento Sw17ch 2019, in programma al MuSA il prossimo 30 luglio, evento che vede anche la collaborazione del Vice Presidente del Consiglio Antonio Tognini. Una possibilità per Pietrasanta di sfoggiare le proprie eccellenze artistiche e artigianali, supportate dalle tecnologie più all’avanguardia”.

L’iniziativa è stata sposata dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti in chiave di ammodernamento anche degli strumenti di consultazione, navigabilità e fruibilità del patrimonio culturale cittadino.

E’ un progetto significativo anche per la conservazione delle opere – analizza Chiara Celli, Direttore Scientifico del Museo dei Bozzetti di Pietrasanta – I bozzetti della collezione sono prevalentemente in gesso e quindi molto fragili. La scansione delle opere può essere utile anche per eventuali restauri, in particolare per quelle degli autori scomparsi. Non a caso sono stati selezionati alcuni bozzetti di Leone Tommasi, unici e irripetibili”.

Ufficio Stampa & PR 

Andrea Berti, addì 8.7.2019

MOSTRA FILATELICA NUMISMATICA DEDICATA A LEONARDO DA VINCI

Querceta – La tradizionale mostra-convegno filatelica e numismatica, giunta alla 44.a edizione, si svolgerà quest’anno nelle sale della Croce Bianca, con ingresso da via delle Contrade. Lo ha deciso il direttivo del Gruppo Filatelico e Numismatico Versiliese, organizzatore della manifestazione, che da tempo desiderava esporre nella prestigiosa e capiente sede dell’associazione di volontariato. L’appuntamento è per venerdì 2 e sabato 3 agosto prossimi.

Dopo l’edizione dello scorso anno dedicata a Michelangelo, nella ricorrenza dei cinquecento anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, la mostra non poteva che essere dedicata a lui. A celebrarlo, in particolare, sarà uno speciale annullo filatelico, disponibile presso l’ufficio postale distaccato in funzione, per l’intera giornata di sabato, nella sede del convegno. Ovviamente si potrà visionare anche la ricca esposizione di raccolte a tema presentate dagli espositori e dal comitato organizzatore. 

Il via alla rassegna patrocinata dal Comune di Seravezza, venerdì 2 agosto, ore 15.00, con il saluto delle autorità e l’apertura del convegno commerciale.

Roberto Roni, addì 8.7.2019

VIP: GIUSEPPE BERGOMI AL SUNDAY NIGHT,  APERITIVO RELAX PER LA BANDIERA INTER AL BEACH CLUB VERSILIAFoto Bergomi con Andrea Secci al Sunday Night

Cinquale_Aperitivo in relax al Beach Club Versilia tra musica ed amici per la bandiera dell’Inter Giuseppe Bergomi. Lo storico capitano dell’Inter e punto fermo della nazionale di calcio, oggi commentatore televisivo molto apprezzato, non è certo passato inosservato al Sunday Night, il celebre aperitivo domenicale all’aperto che tanto piace anche a vip e personaggi famosi. Bergomi è l’ultimo di una lunga lista di campioni dello sport e personaggi famosi che durante il soggiorno in Versilia hanno scelto il Top Club di Cinquale (Ms) per divertirsi in compagnia. Nella foto Bergomi è insieme allo showman Andrea Secci di Radio Nostalgia che insieme a e20 organizza il Sunday Night.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a info@beachclubversilia.it oppure contattare il numero 0585.807876. Info anche su www.beachclubversilia.it

Ufficio stampa Redazione Virtuale, addì 8.7.2019

VERSILIA: PAOLO RUFFINI A “SENTI SE C’HA UN AMICO”, ALL’OSTRAS BEACH TALK SHOW SULLA SPIAGGIA PER LA ONLUS “UP&DOWN”Foto Ruffini Up-and-Down

Pietrasanta_Paolo Ruffini ospite di “Senti se c’ha un amico” all’Ostras Beach. Dopo lo straordinario successo del primo appuntamento con “I Volo”, sul palco vista mare del Best Club di Marina di Pietrasanta (Lu) arriva venerdì 12 luglio (dalle 20.30) l’istrionico Paolo Ruffini. L’attore, regista e popolare conduttore di “Colorado” sta riscuotendo importanti consensi di pubblico e critica per lo spettacolo teatrale a sfondo sociale “Up & Down” che sta portando in giro per tutta l’Italia e di cui sono protagonisti attori affetti da sindrome di Doww e dello Spettro autistico. Spazio anche alle parole e alla musica dei Matia Bazar, rinnovati nella band che con il leader Fabio Perversi si esibiranno dal vivo con alcune hits che fanno parte della colonna sonora di diverse generazioni. 

Fra gli ospiti attesi gli attori Luca Calvani e Renato Raimo oltre ad altre celebrità pronte ad un unirsi ad un’iniziativa, a sfondo benefico, che armonizza la buona cucina gourmet  con un divertimento sano e  coinvolgente. A condurre gli incontri Walter Santillo accompagnato dal “Piano Man” Dino Mancino. A chiosa della serata il Disco Party con Dj Full Time Riccardo Cioni. L’evento è ripreso da Italia 7. La partecipazione è a pagamento (info e prenotazioni al 392.9694108 e su pagina ufficiale Facebook Ostras Beach Club Versilia). Prossimi appuntamenti 2 agosto e 6 settembre.

 

Informazioni e programma completo su pagine Facebook ed Instagram

Ufficio stampa Redazione Virtuale,addì 8.7.2019.

PEDALATA ODIERNA: MULINA, IACCO, RETIGNANO, SERAVEZZA, CORVAIA, RISVOLTA, PARCHEGGIO DI CULERCHIA, PONTESTAZZEMESE, CARBONAIA.20190708_100817

Poiché ieri la pedalata è stata di soli 15 chilometri, stamani siamo risaliti di nuovo in bici e abbiamo percorso 31 chilometri. Dopo tanti mesi siamo ritornati a Retignano. Se non fosse stata in corso la pulizia della via comunale che passa dal Campo sportivo e poi va a ricongiungersi con la provinciale di Arni poco più a monte del ristorante La Pollaccia, quasi sicuramente saremmo arrivati al metato di Collepiano. Retignano è un paese da prendere a esempio: la strada è sempre pulita e manutentata. Si vede che è molto attiva l’opera di “volontariato” degli abitanti e le stagioni del decoro hanno la loro ciclicità naturale, differentemente a quanto avviene in altre frazioni, dove il volontariato attivo non esiste e si deve aspettare Godòt, ossia che il comune intervenga. Inoltre, in certi paesi, se si taglia l’erba questa è dispettosa e subito ricresce. Pertanto è bene non tagliarla, come avviene presso il parcheggio della scuola Materna di Mulina. Comunque nello Stazzemese ci sono abitanti di seria A e di serie B. Di solito quelli di serie B sono anche poco vogliosi e attendono che tutto gli scenda come manna dal cielo.

20190708_120049c

Giuseppe Vezzoni, addì 8.7.2019.