NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2366 del 15 e 16 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

ORDINANZA DI DEMOLIZIONE PER OPERE ILLECITE REALIZZATE PRESSO L’AGRITURISMO LE POIANE

documento -ordinanza demolizione 2 del 04-01-2018 per pubblicazione

Stazzema_ E’ stata emessa un’ordinanza di demolizione degli abusi edilizi realizzati presso l’agriturismo Le Poiane, in località Campiglia, frazione di Retignano. L’ordinanza può essere impugnata presso il Tar della Toscana oppure le demolizioni e il ripristino dello status quo dovranno essere eseguite entro 90 giorni dalla notifica.

Giuseppe Vezzoni,addì 15.1.2018, dall’ Albo Pretorio on line del Comune di Stazzema

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

LE FORZE DI OPPOSIZIONE DI SERAVEZZA HANNO RACCOLTO UN MAGGIOR NUMERO DI SUFFRAGI DELLA MAGGIORANZA E NON PATTO CIVICO.Mistifica 2 (1)

IL geometra Vittorio Tarabella interviene in merito alle dichiarazioni rilasciate da Patto Civico e dal sindaco di Seravezza Riccardo Tarabella

 Sul tuo blog di ieri è stata riportata la velina del Comune di Seravezza in merito alla risposta che il sindaco Tarabella ha dato a Giorgi del Patto Civico; questa, in tua assenza, è stata anticipata da altri quotidiani, ma una dichiarazione del sindaco non è esatta.- Per tale motivo ho pubblicato una mia smentita su alcune pagine di facebook.- Se lo credi opportuno puoi riportarla anche su tuo blog.Saluti.-

geom. Vittorio Tarabella,adì 15.1.2017

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

INCONTRO PER “SENTIRE” ANPI E ASSOCIAZIONE LABARO MULINA DI STAZZEMA IN MERITO NOMINA RAPPRESENTANTE PRESSO ISTITUZIONE PARCO DELLA PACE.

Versilia_ Buongiorno Presidente Paolini, buongiorno Presidente Vezzoni, le scrivo per conto del direttivo  della Associazione Martiri, La informo che, come da regolamento, sabato 20 alle ore 16 ci riuniamo per sentire le Vostre Associazioni (ANPI e Labaro di Mulina di Stazzema) in merito alla prossima nomina del rappresentante presso la Istituzione che amministrerà il Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema. La consultazione si terrà in Via Versilia, 30 presso la sede della locale Pro Loco di Querceta che gentilmente ci accoglie per facilitare l’incontro. Cordiali saluti.

Lazzeri Graziano per direttivo associazione,addì 14.1.2017

NB: Giuseppe Vezzoni non è il presidente del Gruppo Labaro ma solo la “fiamma” che ha alimentato durante questi 20 anni dalla costituzione, avvenuta nel febbraio 1997.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

DECIMO ANNIVERSARIO DELL’ ASSOCIAZIONE ITALO TEDESCA ” “AMICI DELL’ORGANO DELLA PACE” DI SANT’ANNA DI STAZZEMA

Versilia _ Caro Giuseppe, quest´anno l´associazione italo tedesca “Amici dell`Organo della Pace” Sant`Anna di Stazzema festeggia il sui 10 ° anniversario. L’Associazione italo- tedesca “Amici dell`Organo della Pace” Sant`Anna di Stazzema è stata fondata nel 2008 in seguito all`inaugurazione dell`Organo della Pace” nel 2007. La fondazione dell`associazione si era resa necessaria per rassicurare la manutenzione dell `organo e la promozione delle stagioni concertistiche. Così nel 2008 a Pietrasanta fu fondata e registrata l`associazione con sede a Sant`Anna di Stazzema. Il primo Presidente fu il parroco del paese Don Marco Marchetti, proveniente da una famiglia di superstiti. Il Presidente dell`Associazione Martiri Enrico Pieri e Horst Westermann erano i Vicepresidenti, i segretari Simone Caponera e Maren Westermann, i membri del consiglio direttivo erano il Vicepresidente del Consiglio Regionale della Toscana Enrico Cecchetti, il diligente Nicola Barbato, il Vicepresidente dell`Associazione Martiri Umberto Mancini, Orietta Bottari di una famiglia di superstiti, Prof. Giulio Battelli, ed in veste di tesoriere Enio Mancini, superstite e fondatore e per molti anni direttore del Museo Storico della Resistenza Sant`Anna di Stazzema. Dopo l`uscita di Don Marco per motivi di età, Manrico Nicolai, ex- Sindaco di Pietrasanta e per molti anni Presidente del Festival Pucciniano di Torre del Lago Puccini, divenne Presidente.

Sin dal 2015 Prof. Giulio Battelli, professore all`Istituto Boccherini di Lucca, ottiene il ruolo del Presidente. Il segretario italiano é Prof. Gianpaolo Prina, il direttore artistico Prof. Matteo Venturini, professore d´organo presso il Conservatorio Stanislao Giacomantonio di Cosenza. Il webmaster onorario è il giornalista berlinese Ulrich Rosenbaum, da poco tempo membro del curatorio della VDIG.

Sin dalla sua fondazione l´associazione italo- tedesca “Amici dell`Organo della Pace” Sant`Anna di Stazzema promuove concerti con solisti internazionali, conferenze e da incarichi di composizioni a compositori importanti italiani e tedeschi.

Informazioni: www.organodellapace.org

Cordiali saluti

Maren Westermann,addì 14.1.2018

RE: Cara Maren, in occasione degli eventi  che significheranno il decennale dell’associazione Amici dell’Organo della Pace  potresti programmare un evento musicale  o culturale nella chiesa di San Rocco di Mulina di Stazzema, luogo del 12 agosto 1944. Come Gruppo Labaro collaboreremo. Ovviamente devi prevederlo entro la metà del mese di agosto 2018, poiché nei giorni successivi potrei partire per Parigi a seguito di un impegno famigliare inderogabile. Cordiali saluti, Giuseppe Vezzoni,addì 15.1.2018

Maren:Caro Giuseppe, da tre anni non sono più responsabile per la programmazione degli eventi, ma inoltrerò  la tua mail al nostro direttore artistico Prof. Matteo Venturini e al nostro presidente Prof. Giulio Battelli. Cordiali saluti. Maren ,addì 15.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

INCONTRI CON LA PITTURAGiotto,_possibile_autoritratto

Seravezza_ Promossa e organizzato Pro Loco di Seravezza, a partire dalla metà di febbraio prossima, nei locali dell’Associazione, prenderà il via una nuova, originale iniziativa: LA SCOPERTA DEL RITRATTO – Incontri con la Pittura.

Un corso, diretto dal pittore Leopoldo Stefani e con partecipazione del critico d’arte, prof. Giuseppe Cordoni articolato su venti sedute bisettimanali di 2 ore ciascuno che, se da un lato intende promuovere le competenze tecnico-pittoriche d’ogni partecipante, dall’altro si pone come un’occasione d’incontro e di scambio culturale.

La sua finalità è, innanzi tutto, relazionale, culturale e formativa. Prendere coscienza dell’altro che incontri, decifrarne l’unicità e l’umanità che lo distingue, quale altra maniera più efficace che quella di tentare di farne il ritratto? Ovvero di “trarre”, “tirare a sé” la somiglianza dell’altro; cogliendone attraverso i suoi tratti fisiognomici il carattere, la psicologia, l’universo interiore. Perciò sia il pittore Stefani che conduce il corso che gli stessi partecipanti diverranno, di volta in volta, gli esecutori e i modelli dei rispettivi ritratti.L’aspetto teorico di 6 lezioni impartite dal prof. Giuseppe Cordoni intervallerà le 14 sedute condotte dal pittore Leopoldo Stefani. I temi, a mano a mano sviluppati, saranno i seguenti:

L’incontro con L’Altro: differenza fra conoscenza e anonimato.

Il Volto dell’Altro: unicità, identità, umanità e storia d’ognuno di noi.

Riconoscere l’Altro: il ritratto come forma estetica privilegiata di conoscenza.

La Verità d’ogni Volto: Ritratto e autoritratto nella pittura europea da Giotto ai giorni nostri attraverso l’analisi di venti capolavori.

L’iniziativa sarà presentata a tutti gli interessati venerdì 19 gennaio prossimo, alle ore 18,30, presso la Sala Romeo Salvatori della Pro Loco di Seravezza – Via Corrado del Greco, 11 – e, durante la presentazione, potrà essere richiesta ogni informazione in merito.

Per ogni altra informazione rivolgersi a Tamara cell. 329 9735663

Valentina Mozzoni, addì 13.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

CHIUSO LO STORICO MACELLO TARTARELLI DI PONTESTAZZEMESE

Un’altra storia di Stazzema si è chiusa nell’assoluto silenzio di una popolazione che assiste allo spegnimento di tante candeline che hanno illuminato un trascorso comunitario che sta inesorabilmente sparendo nonostante la grande disponibilità concessa a cavare la pietra e il marmo dal territorio. Perché questa ricchezza non dà un ritorno e rigenera una situazione sociale in continuo declino?

Stazzema_ Nel mese dicembre ha chiuso l’attività lo storico macello Tartarelli di Pontestazzemese. Pietro, vulgo Sandrino, e poi Robè, il figlio, sono stati i protagonisti di una lunga storia che ha portato ad essere il macello di Pontestazzemese il più importante del comune, la cui rinomanza si era allargata anche alla Versilia Storica.

Ci sorprende che neppure un rigo sia stato scritto per la chiusura di un esercizio commerciale che è stato senza dubbio alcuno un’attività apicale nella storia alimentare e commerciale del comune di Stazzema. La macelleria Tartarelli di Pontestazzemese iniziò la vendita della carne agli inizi degli anni ’30 del secolo passato. Negli anni ’80 divenne anche una apprezzata salumeria. Forse sarebbe stato meglio incentivare con agevolazioni fiscali gli esercizi storici che in questi anni hanno chiuso i battenti e che negli ultimi tre lustri amministrativi avevano dato segnali di sofferenza, dopo l’entrata in corso della moneta unica europea, la diminuzione dei servizi del trasporto pubblico, l’invecchiamento della popolazione e il sopraggiungere della crisi economica e l’aumento della fiscalità a fronte di un impoverimento sociale causato dalla diminuzione del potere d’acquisto per la mancata perequazione dei redditi al costo della vita, soprattutto quelli degli assegni pensionistici. A tutto ciò va aggiunto il calo demografico e una diminuzione della presenza giovanile, gran parte della quale senza lavoro e con redditi inadeguati. La frazione di Pontestazzemese, dopo la chiusura di due botteghe alimentari su tre e la perdita di uno sportello bancario, oltre al Forno Lazzeri, che ha diversificato la sua attività panificatrice a favore di quella biscottiera, ha indubitabilmente imboccato un percorso di declino.

Giuseppe Vezzoni,addì 15.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^

CARPENTERIA IN FERRO E INFISSI: DITTE DEL POSTO BATTETE UN COLPOFABBRI E COSTRUTTORI DI INFISSI DELLA VERSILIA SE CI SIETE BATTETE UN COLPO

Seravezza_Invio un post che ho pubblicato oggi sulla mia pagina di Facebook; contiene un invito agli imprenditori locali, attivi nel campo della carpenteria in ferro ed infissi, a segnalare al Comune di Seravezza la loro presenza in loco, altrimenti gli appalti pubblici dei lavori vanno a finire a Ditte di Lucca.-Saluti

geom. Vittorio Tarabella,addì 15.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

LA PANINI DEVE CORREGGERE GLI ALBUM DELLE FIGURINELogo ASD Seravezza-Pozzi Calcio

Seravezza – Lo scorso dicembre sono usciti i nuovi album delle figurine Panini di Modena. Una vera istituzione che esiste da tantissimi anni che ha appassionato intere generazioni di italiani piccoli e grandi.

Per la prima volta nella storia, in questa edizione del celebre album c’è anche l’ASD Seravezza-Pozzi Calcio.

La cosa ci riempie di orgoglio naturalmente, peccato però che il simbolo della nostra squadra pubblicato dalla Panini sia errato.

Invece del nostro stemma, hanno infatti inserito un vecchio logo che mostra i gonfaloni di Seravezza e Pietrasanta.

Logo errato 

Nei mesi precedenti alla pubblicazione dell’album nessuno dalla Panini ci ha contattati, pertanto non sappiamo chi gli abbia fornito quel logo errato né dove lo abbiano preso.

Di sicuro però quello non è il nostro simbolo.

La società ASD Seravezza-Pozzi Calcio  ha quindi informato tempestivamente la Panini dell’errore, chiedendo che vengano ritirati gli album e stampati nuovamente con il logo corretto.

ASD Seravezza-Pozzi Calcio

Il presidente

Lorenzo Vannucci

Associazione Sportiva Dilettante

SERAVEZZA-POZZI CALCIO

Inviato da Francesco Speroni,addì 15.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^

SPETTACOLI TEATRALI A SERAVEZZA

Domani martedì 16 Gennaio: ”Uomo solo in fila”. Seravezza Presso Teatro Scuderie Granducali. Ore 21.15. Spettacolo ironico e divertente in cui un personaggio in coda riflette sulla propria vita, di Maurizio Micheli. I biglietti per lo spettacolo sono in vendita presso la segreteria di Palazzo Mediceo dal giovedì al sabato ore 10:00-13:00. Per ulteriori informazioni: 0584 757443

Inoltre ricordiamo…

Mercoledì 24 Gennaio: ”Moi pour Toi Edith Piaf”. Seravezza. Presso Teatro Scuderie Granducali. Ore 21.15. Una serata di musica, ballo e canto molto particolare e suggestiva, uno spettacolo omaggio alla grande Edith Piaf. Serata organizzata dall’Associazione La Fenice in collaborazione con Ex-itdanzate.

Ufficio informazioni si Seravezza, addì 13.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^

MOSTRA EMERGENCE DI ARMEN AGOP A BRUXELLES

Agop_Invitation_final2

Armen Agop (foto di L. Gierut)

Inviato da Lodovico Gierut, addì 15.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PEDALATA ODIERNA: MULINA, SERAVEZZA. MARZOCCHINO, CENTOQUINDICI, MONTIGNOSO, FORTEZZA AGHINOLFI, STRETTOIA, MONTISCENDI, GRANULATI ALIBONI, MARZOCCHINO, POZZI, FOCCOLA, VALLECCHIA, MULINA.

20180112_105515

20180112_104906

Venerdì mattina, prima di partire per il Monte Rosa, avevamo compiuto una pedalata di una quarantina di chilometri toccando le località di Seravezza, Pietrasanta, Marina di Pietrasanta, Lido di Camaiore, Forte dei Marmi, Ponte di Tavole, Querceta, Mulina. Stamani il numero dei chilometri sono stati quasi identici, ma caratterizzati dall’ascesa Montignoso- Fortezza Aghinolfi.

20180115_111000

20180115_110921

Giuseppe Vezzoni,addì 15.1.2018

Annunci

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2365 del 14 e 15 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

RIENTRATI STASERA DAL WEEKEND SULLA NEVE A RIVA VALDOBBIA_ALAGNA20180113_11321220180113_110836

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

NOTA STAMPA DEL SINDACO RICCARDO TARABELLA IN RISPOSTA A PATTO CIVICO

Seravezza_ Ho letto con attenzione la risposta di Patto Civico alla mia replica dei giorni scorsi, scaturita a sua volta da un attacco che Patto Civico aveva rivolto alla maggioranza che da diciannove mesi amministra la Città di Seravezza.

Non mi stupisce il reiterato tentativo di Patto Civico di monopolizzare le cronache con argomenti di basso profilo, con valutazioni del tutto personali sul tono con cui il sindaco risponde agli attacchi che subisce, su percepiti – ma non dimostrati – livelli di vicinanza o lontananza del sindaco dai cittadini, dal gradimento stesso che il sindaco ha fra la popolazione.

Mi sorprende che Patto Civico continui con questo atteggiamento arido e per niente costruttivo. Che continui, a questo punto con un’insistenza che ha dell’infantile, a rivendicare il possesso del doppio dei voti della mia amministrazione, perché così non è. Ricordo infatti che alle ultime elezioni Patto Civico ha ottenuto 1829 voti contro i 2402 della mia lista Al Cuore della Versilia.

È comprensibile che Patto Civico tenti tutte le strade per mostrare ai cittadini di esistere, l’ho già detto, ma sconsiglierei di continuare sulla strada delle vuote polemiche sui giornali. Io personalmente la chiuderei qui.

Ho perso ogni speranza, infatti, che Patto Civico comprenda che a Seravezza c’è un’Amministrazione che amministra, che lo fa nell’interesse dei cittadini, che si propone di realizzare progetti e risolvere problemi e che rimanda ogni valutazione alla conclusione del mandato amministrativo.

E quando un sindaco mette sul piatto della bilancia non “modesti risultati amministrativi”, come arditamente li definisce Patto Civico, ma fatti concreti, opere avviate ed azioni intraprese in soli diciannove mesi di governo della Città, cresce nel sindaco la voglia di fare ancora di più. Del resto, la migliore risposta Patto Civico l’ha avuta proprio in questi giorni dai giornali: quasi sulle stesse pagine, da una parte abbiamo letto infatti le personali elucubrazioni di Andrea Giorgi sul livello di gradimento del sindaco fra la popolazione e dall’altra il sindaco Riccardo Tarabella che annuncia l’avvio dell’iter per la realizzazione del Palasport per le contrade e per le società sportive. Andrea Giorgi ha governato questo Comune per anni ricoprendo la carica di assessore in due diversi mandati amministrativi, è stato presidente della Comunità Montana e assessore in Provincia a Lucca. Non dica che gli sono mancate le occasioni per farlo, quel benedetto Palazzo delle Contrade e dello Sport. Così come, oggi, non gli mancano le occasioni per farsi vedere e apprezzare dai suoi concittadini sul territorio. Pretendendo di rappresentarne la maggioranza credo che dovrebbe essere e sia suo interesse e suo dovere presenziare agli eventi pubblici del nostro Comune. E invece mi capita raramente di incontrarlo. Gli consiglio di prendere esempio da altre sue colleghe di minoranza, ben più attente di lui a questo aspetto.

Seravezza 13 gennaio 2018

Il Sindaco

Riccardo Tarabella

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

OPERE PUBBLICHE: LA GIUNTA APPROVA IL PIANO TRIENNALE 2018-2020Bartelletti 2016-06-22 16.49.17

Seravezza_ Approvato dalla Giunta Municipale il piano triennale delle opere pubbliche, documento che traccia la linea degli investimenti da realizzare sul territorio nel triennio 2018-2020. Strade, mobilità sostenibile, contenimento dei consumi energetici, arredo urbano, infrastrutture e sottopassi, patrimonio pubblico, cimiteri, scuole, fognature, parcheggi, impianti sportivi, prevenzione dissesti idrogeologici, illuminazione e verde pubblico: questi i campi d’intervento, con un’articolazione di previsioni che supera nel complesso i 12,5 milioni di euro nel triennio e quota parte al 2018 per quasi 5 milioni e mezzo di euro.

«La rotta resta quella tracciata nel programma di mandato dell’Amministrazione Comunale», spiega l’assessore alle opere pubbliche Giuliano Bartelletti. «Ovvero: riqualificazione e valorizzazione da un lato, messa in sicurezza e potenziamento dei servizi dall’altro. Dalla montagna alla piana, il territorio del Comune di Seravezza è qualitativamente ricco, ma altrettanto fragile e composito. Proprio in virtù della sua varietà ha esigenze di intervento molto diversificate, così come diversificate sono le necessità di chi vi abita. Il piano triennale, per quella che è la nostra visione, indica le principali linee d’azione nel settore delle opere pubbliche. La grande sfida, come il sindaco ha sempre rilevato, è di riuscire a far emergere i nostri progetti in un contesto di finanziamenti di livello sovracomunale, cercando di drenare risorse esterne che consentano di gravare il meno possibile sul bilancio comunale».

Tra le voci di maggiore impegno economico nell’anno in corso figurano i 2 milioni e 630 mila euro destinati alla riqualificazione energetica di tre edifici pubblici (scuola media “Enrico Pea”, scuola elementare di Ripa e Municipio di Seravezza; investimento realizzato dal Comune nell’ambito dell’accordo-quadro sottoscritto da Regione Toscana e CET); gli oltre 750 mila euro per l’efficientamento energetico degli impianti di illuminazione delle strade pubbliche (provvedimento già deliberato dal Consiglio Comunale); i 600 mila euro destinati tramite ERP alle manutenzioni straordinarie degli immobili comunali (in particolare alloggi popolari); i 500 mila euro per la sicurezza idrogeologica del territorio; i 146 mila euro per lavori di straordinaria manutenzione di Palazzo Mediceo; i 100 mila euro per la realizzazione di nuovi parcheggi a Pozzi e Cerreta Sant’Antonio; i 100 mila euro per completare il secondo lotto ed avviare il terzo dei lavori di restauro di Palazzo Rossetti; i 200 mila euro complessivi per interventi mirati di riqualificazione dei centri urbani di Seravezza e Querceta (per quest’ultima destinati in particolare alle piazze Matteotti, Pellegrini e Alessandrini e alle vie Biagioni e Seravezza).

Nel triennio prosegue inoltre il progetto aperto di riqualificazione dei centri rurali e dei borghi della montagna, con 190 mila euro in tre anni, di cui poco più di 74 mila euro nel 2018 per l’ampliamento della strada d’accesso a Basati e 95 mila euro nel 2019 per interventi nelle altre frazioni collinari e di fondovalle. Completa il piano un corposo elenco di lavori di manutenzione straordinaria, con progetti singolarmente sotto i 100 mila euro, con impegno previsto nel 2018 per circa 250 mila euro (rientra in questo elenco il primo lotto da 80 mila euro di interventi ai cimiteri comunali).

Come già anticipato, il piano triennale delle opere pubbliche contiene anche la previsione di una struttura sportiva polivalente da realizzare sul terreno di proprietà comunale in via delle Ciocche, al servizio dei giovani delle contrade e delle società sportive. Previsto un impegno di spesa di 20 mila euro per la progettazione nel 2018 e rispettivamente 400 mila e 800 mila euro nel 2019 e nel 2020 per la costruzione dell’impianto. L’intervento sarà finanziato con un mutuo.

Il piano triennale delle opere pubbliche sarà portato all’attenzione del Consiglio Comunale entro il mese di febbraio come allegato al bilancio di previsione 2018.

Segreteria del sindaco di Seravezza, addì 13.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

I “GIOVANI CURDI” NON RAPPRESENTANO LA LEGA NORD 

Versilia – Abbiamo letto il comunicato scritto da sedicenti leghisti “anonimi” che dicono di riunirsi nel movimento “Giovani curdi”.

Come Lega Nord Versilia Medicea, a partire dal nostro commissario Alfredo Trinchese, condanniamo questi comportamenti che nulla hanno a che fare con la Lega Nord.

Li condanniamo nel merito e nel metodo.

Nel merito perché sono state lanciate accuse ridicole e false nei confronti di nostri amici leghisti, ai quali esprimiamo la nostra totale solidarietà a partire dal nostro presidente regionale Francesco Pellati, al consigliere comunale Gianpaolo Bramanti e Alberto Galeotti, della Lega Nord di Forte dei Marmi. 

E li condanniamo anche il metodo, poiché quel comunicato anonimo lascia trapelare l’odiosa idea che all’interno della Lega Nord non vi sia dialogo né dibattito.

Non è così. Nella Lega si discute a viso aperto senza nessun problema.

Evidentemente questi “Giovani Curdi” non conoscono davvero la Lega.

Possiamo capire che quando un partito è in forte crescita come la Lega, attragga livori, invidie e gelosie. Ma questi abiti mentali non fanno parte del DNA della Lega Nord.

Lega Nord 

Versilia Medicea,addì 14.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^

PRESENTAZIONE DEL LIBRO VERSILIA D’ALTRI TEMPI” DI ENZO SILVESTRIenzo silvestri 2

Seravezza_ Si è svolta presso la Sala Francesco Fontana della Misericordia di Seravezza la presentazione del libro “Versilia d’altri tempi”, una raccolta di racconti scritti in vernacolo versiliese con l’intento di contribuire a trattenere quanto più possibile in vita questa lingua la quale, se da un lato ci caratterizza legandoci indissolubilmente al nostro territorio, dall’altro, purtroppo, tende sempre più a scomparire, dissolvendo nel contempo un inestimabile patrimonio di ricordi, storia e tradizioni locali. L’autore è Enzo Silvestri, personaggio molto apprezzato e noto, in paese, in particolare per l’ attività di volontariato, portata avanti in più di un’associazione. Anche la pubblicazione di questo testo, totalmente a carico dei fratelli Silvestri, è a scopo benefico, infatti, tutto il ricavato verrà devoluto all’AIRC (Associazione Italiana Ricerca Sul Cancro). La presentazione si è aperta con i ringraziamenti da parte dell’autore del testo a tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questo suo sogno, in particolare: il Prof. Enrico Baldi, amico di vecchia data, moderatore dell’incontro, esperto di vernacolo e co-fondatore del Premio Alessandrini, il quale ha curato, con pazienza, le fasi che precedono la pubblicazione; il Sindaco, Riccardo Tarabella, sempre presente nelle occasioni importanti per la nostra comunità; Pier Giorgio Salvatori, Governatore della Misericordia, il quale ha messo a disposizione la Sala Francesco Fontana; Valentina Salvatori, Vicesindaco di Seravezza, sempre cordiale e disponibile. In sala anche l’amico fraterno Renzo Venturini, Presidente del Pio Istituto Campana e il Presidente del Consiglio Comunale, Riccardo Biagi. Il Governatore della Misericordia ha poi voluto omaggiare l’autore del libro con una medaglia, in segno di riconoscimento, per la sua lunga attività di volontariato. Consegnata una copia autografata di “Versilia d’altri tempi” a coloro che hanno provveduto ai disegni contenuti nel testo, primo tra tutti l’autore della copertina, Giampaolo Giovannetti. Giulio Salvatori, scrittore intervenuto alla presentazione, ha invece sottolineato l’importanza di impegnarsi a tenere viva la lingua dialettale che deve diventare “il nostro companatico”, anche se, talvolta, gli scrittori di grande fama tendono piuttosto a snobbare o criticare questo tipo di opere “di nicchia”, le quali, invece, sono intrise e ricche di storia appartenente ad ogni realtà locale. Commovente, infine, la lettura dello scritto intitolato “Cristo” che esprime, in pochi versi, l’immenso dolore sofferto per la perdita dell’amata moglie.

Valentina Mozzoni, addì,13.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Consiglio Comunale: l’assemblea torna a riunirsi giovedì 18 gennaio

Il Consiglio Comunale di Seravezza torna a riunirsi giovedì 18 gennaio alle 17:30. Tra gli argomenti iscritti all’ordine del giorno figurano l’approvazione del regolamento per la concessione di patrocini e per le collaborazioni, un provvedimento per la riduzione della fascia di rispetto del cimitero di Cerreta Sant’Antonio, due interventi di natura urbanistica relativi all’area produttiva di via Fonda, in località Marzocchino.

Il Consiglio Comunale sarà inoltre chiamato a sostituire il consigliere di maggioranza Lorenzo Gabrielli in seno all’assemblea dell’Unione dei Comuni della Versilia. Per motivi di carattere professionale, nel corso del 2018 Gabrielli non potrà infatti garantire la propria presenza alle adunanze dell’Assemblea e alle riunioni delle commissioni. Nei giorni scorsi ha così comunicato con dispiacere di dover rinunciare all’incarico di consigliere dell’Unione dei Comuni ricevuto nel dicembre 2016. In sostituzione di Lorenzo Gabrielli verrà proposta al Consiglio Comunale la candidatura dell’assessore al sociale Orietta Guidugli.

Segreteria del sindaco di Seravezza,addì 13.1.2017

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

SERAVEZZA E LE SUE COMUNITÀ DANNO IL BENVENUTO A VENTITRÉ NUOVI CITTADINI ITALIANI

20180113_nuovi-cittadini-italiani_9666

Seravezza_ Albania, Perù, India, Marocco, Romania, Brasile, Tunisia, Moldavia: sono i Paesi d’origine di ventitré nuovi cittadini italiani che il sindaco Riccardo Tarabella e l’Amministrazione Comunale hanno simbolicamente salutato ed accolto ieri nella comunità seravezzina con una piccola cerimonia in Municipio. Presenti nell’occasione anche il Presidente del Consiglio Comunale Riccardo Biagi, l’assessore Giacomo Genovesi e il consigliere delegato ai servizi demografici Sabrina Verona. Ai nuovi cittadini intervenuti, tra i quali alcuni minori nati in Italia, le autorità hanno consegnato una pergamena di attestazione simbolica della cittadinanza italiana e una copia del volume “Nel nome della Rosa” che raccoglie informazioni su storia, arte, cultura, economia di Seravezza e delle sue comunità.

Segreteria del sindaco di Seravezza,addì 13.1.2017

^^^^^^^^^^^^^^^^^

DECEDUTO L’AVVOCATO ANTONIO BAGNI AMIDEI, EX GOVERNATORE DELLA MISERICORDIA DI SERAVEZZA

foto

Seravezza_ La Misericordia di Seravezza annuncia la perdita dell’amico Avvocato Antonio Bagni Amadei. Deceduto questa mattina alla Clinica San Camillo di Forte dei Marmi. L’Avvocato nato a Seravezza nel 1944 ha vissuto per molti anni a Cortona, dove esercitava l’attività di Avvocato Penalista in Arezzo fino ai primi anni ’90. Tornato poi in Versilia nella sua Villa del Buon Riposo, si dedicò al sociale nella Misericordia di Seravezza come Consigliere e Governatore, contribuendo alla crescita dell’antica Associazione fondata nel 1589, portando avanti l’impegno della famiglia per la comunità e per i bisognosi. Vicini alla famiglia e al fratello Carlo Giornalista, Scrittore e poeta vogliamo salutare la salma che si trova alla Chiesa della SS. Annunziata della Misericordia di Seravezza. I funerali si svolgeranno domani 12 gennaio 2018 nel Duomo di San Lorenzo a Seravezza alle ore 15,00 per proseguire al Cimitero di Seravezza.

Valentina Mozzoni,addì 12.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

ETERNATI NEL MARMO  I NOMINATIVI DEGLI ALPINI VERSILIESI   CADUTI  NEL 2° CONFLITTO MONDIALE

Domenica 22 gennaio l’inaugurazione delle tre stele riportanti i nomi dei caduti alpinitempietto 1

Stazzema_ Versilia_ Finalmente  dopo faticose ricerche nei vari archivi militari, è stato possibile ottenere l’elenco completo dei 445 Alpini della Versilia, Caduti nella  2^ Guerra Mondiale.

Ottenuto questo, il Comitato appositamente costituitosi, ha potuto procede al  completamento  del Tempietto Votivo di Pontestazzemese a Loro dedicato, inaugurato nell’ottobre del 1972, aggiungendovi a coronamento, quanto era stato ipotizzato dal suo progettista, l’Alpino  Arch. Tito Salvatori reduce della Campagna di Russia e deceduto a Forte dei Marmi nell’anno 1999: “per dare all’opera un maggior significato e valore affettivo sia alle  famiglie dei Caduti che,  alle future  generazioni.”

E così nel mese di novembre u.s., sono state posate  all’interno del Tempietto   tre  lastre  marmo  bianco donato dall’Alpino Giuliano D’Angiolo, della Campolonghi Italia Spa,  due  delle quali  di cm. 266x125x3, pesanti  circa Kg. 280 ognuna; la terza di  cm. 128x109x3 del peso di Kg.125. Sulle quali sono incisi i nominativi di coloro  che non fecero “ritorno a baita”; suddivisi per Comune:

 Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta,  Seravezza, Stazzema e Viareggio.

La definitiva  realizzazione del progetto ha comportato un  notevole impegno economico, non tanto per la manodopera in quanto,  prestata   gratuitamente dagli Alpini dei gruppi di: Capezzano Monte, Pontestazzemese, Pozzi, Seravezza e Viareggio; ma soprattutto per l’incisione  nel marmo dei 445 nominativi.

In virtù  di quanto sopra si comunica che  l’ inaugurazione ufficiale delle stele  è stata programmata per domenica,  21 gennaio 2018, data coincidente con la ricorrenza del 75° anniversario delle “Battaglie di Nikolajewka  e Waluiki”, tragici fatti d’armi avvenuti nel gennaio 1943, durante  il decorrere della  Campagna di Russia.(Piergiorgio Ceragioli)

PROGRAMMA

Sabato 20 gennaio  

Ore 15,30 –    Cardoso – Presso la sala convegno del comune di Stazzema, incontro con il Prof. Aldo Meinero, Presidente del Memoriale della Divisione Alpina “Cuneense” di Cuneo  e il Dr. Giorgio Ferraris, storico competente della” Campagna di Russia” entrambi figli di Reduci.

Domenica 21 gennaio

Ore 09,30 –    Pontestazzemese – Piazza Europa – Concentramento  Autorità e Alpini    intervenuti.

Ore 10,00 –    Alzabandiera e formazione del  corteo  per raggiungere  il Tempietto Votivo. 

Ore 11,00 –    Presso il Tempietto – Inaugurazione delle steli, celebrazione S. Messa e saluto delle Autorità..

Ore 13- Pontestazzemmese_ Pranzo sociale presso il Ristorante “La Pania”

Dal Cav. Florio Binelli, Direttore di Stella Alpina, addì 12.1.2018

RE: Il Labaro Martiri di Mulina di Stazzema parteciperà alla cerimonia per l’importanza dell’evento ma anche per la gratitudine dovuta ai gruppi alpini ( ovviamente anche alle altre associazioni d’arma) per la presenza che hanno sempre assicurato alle cerimonie commemorative di Mulina che fino al 2013 sono state promosse anche con la collaborazione del Gruppo Labaro. Dal 2014 la collaborazione non è stata ritenuta più necessaria.

Giuseppe Vezzoni,addì 12.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

RIFLETTERE SULL’EUROPA E GLI STATI EUROPEI

Sono stato presente ad una conferenza della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli a Firenze dove   l’On.  Valdo Spini ha presentato il Presidente Dell’Istituto Universitario Europeo Renaud Dehousse che ha parlato sul tema ” L’Unione Europea dopo la Brexit “. Il suo alto  intervento introduttivo insieme a quello di Valdo è stato chiaro ed approfondito  ed ha toccato tantissimi argomenti  che L’Europa è costretta ad affrontare ogni giorno. Anche nei numerosi  interventi dei cittadini presenti si è sentita la  grande volontà di superare i vari problemi europei con saggezza e decisione . Insomma un grande entusiasmo fra i partecipanti che non assistevano almeno in quella occasione al triste teatro delle miserie della politica italiana. Nel mio intervento ho ricordato tra l’altro  il successivo momento di discussione politico culturale rappresentato dal Convegno che si terrà Martedi 30 Gennaio, alle ore 18,00 , presso Lucca Libri in Viale  Margherita 113 a Lucca organizzato dall’Associazione Culturale Gaetano Salvemini. A questo incontro pubblico sarà presente il giornalista Paolo De Luca che è stato corrispondente RAI per trenta anni a Bruxelles presso l’Unione Europea e che presenterà il suo ultimo  libro ” Apprendisti Stregoni – Mappa del populismo in Europa “. Anche qui sarà presente l’On. Valdo Spini che si è sempre interessato ,  da protagonista politico ,  dei vari problemi europei . Insomma un filo diretto tra Firenze e Lucca per una seria ed approfondita riflessione sull’Europa e sugli Stati Europei .

Il Presidente dell’Associazione Culturale Gaetano Salvemini di Lucca Martinelli Gabriele,addì 12.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2364 dell’ 11 e 12 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

Comunicazione:

A seguito di un invito non previsto per trascorrere  questo fine settimana sulla neve sotto il Monte Rosa, Libera Cronaca potrebbe riprendere le pubblicazioni domenica sera, 14 gennaio. Ci scusiamo con i nostri lettori, mentre i comunicati pervenuteci saranno pubblicati quanto prima. Intanto postiamo l’Ultim’ora del 12 gennaio 2018.

Blogger

Giuseppe Vezzoni, addì 12.1.2018,ore 15,20

Ultim’ora Libera Cronaca n. 2364 del 12.1.2018

ETERNATI NEL MARMO  I NOMINATIVI DEGLI ALPINI VERSILIESI   CADUTI  NEL 2° CONFLITTO MONDIALE

Inaugurazione della stele dei caduti alpini della Versilia

Domenica 22 gennaio l’inaugurazione delle tre stele riportanti i nomi dei caduti alpini

Stazzema_ Versilia_ Finalmente  dopo faticose ricerche nei vari archivi militari, è stato possibile ottenere l’elenco completo dei 445 Alpini della Versilia, Caduti nella  2^ Guerra Mondiale.

Ottenuto questo, il Comitato appositamente costituitosi, ha potuto procede al  completamento  del Tempietto Votivo di Pontestazzemese a Loro dedicato, inaugurato nell’ottobre del 1972, aggiungendovi a coronamento, quanto era stato ipotizzato dal suo progettista, l’Alpino  Arch. Tito Salvatori reduce della Campagna di Russia e deceduto a Forte dei Marmi nell’anno 1999: “per dare all’opera un maggior significato e valore affettivo sia alle  famiglie dei Caduti che,  alle future  generazioni.”

E così nel mese di novembre u.s., sono state posate  all’interno del Tempietto   tre  lastre  marmo  bianco donato dall’Alpino Giuliano D’Angiolo, della Campolonghi Italia Spa,  due  delle quali  di cm. 266x125x3, pesanti  circa Kg. 280 ognuna; la terza di  cm. 128x109x3 del peso di Kg.125. Sulle quali sono incisi i nominativi di coloro  che non fecero “ritorno a baita”; suddivisi per Comune:

 Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta,  Seravezza, Stazzema e Viareggio.

La definitiva  realizzazione del progetto ha comportato un  notevole impegno economico, non tanto per la manodopera in quanto,  prestata   gratuitamente dagli Alpini dei gruppi di: Capezzano Monte, Pontestazzemese, Pozzi, Seravezza e Viareggio; ma soprattutto per l’incisione  nel marmo dei 445 nominativi.

In virtù  di quanto sopra si comunica che  l’ inaugurazione ufficiale delle stele  è stata programmata per domenica,  21 gennaio 2018, data coincidente con la ricorrenza del 75° anniversario delle “Battaglie di Nikolajewka  e Waluiki”, tragici fatti d’armi avvenuti nel gennaio 1943, durante  il decorrere della  Campagna di Russia.(Piergiorgio Ceragioli)

PROGRAMMA

Sabato 20 gennaio  

Ore 15,30 –    Cardoso – Presso la sala convegno del comune di Stazzema, incontro con il Prof. Aldo Meinero, Presidente del Memoriale della Divisione Alpina “Cuneense” di Cuneo  e il Dr. Giorgio Ferraris, storico competente della” Campagna di Russia” entrambi figli di Reduci.

Domenica 21 gennaio

Ore 09,30 –    Pontestazzemese – Piazza Europa – Concentramento  Autorità e Alpini    intervenuti.

Ore 10,00 –    Alzabandiera e formazione del  corteo  per raggiungere  il Tempietto Votivo. 

Ore 11,00 –    Presso il Tempietto – Inaugurazione delle steli, celebrazione S. Messa e saluto delle Autorità..

Ore 13- Pontestazzemmese_ Pranzo sociale presso il Ristorante “La Pania”

Dal Cav. Florio Binelli, Direttore di Stella Alpina, addì 12.1.2018

RE: Il Labaro Martiri di Mulina di Stazzema parteciperà alla cerimonia per l’importanza dell’evento ma anche per la gratitudine dovuta ai gruppi alpini ( ovviamente anche alle altre associazioni d’arma) per la presenza che hanno sempre assicurato alle cerimonie commemorative di Mulina che fino al 2013 sono state promosse anche con la collaborazione del Gruppo Labaro. Dal 2014 la collaborazione non è stata ritenuta più necessaria.

Giuseppe Vezzoni,addì 12.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

RIFLETTERE SULL’EUROPA E GLI STATI EUROPEI

Sono stato presente ad una conferenza della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli a Firenze dove   l’On.  Valdo Spini ha presentato il Presidente Dell’Istituto Universitario Europeo Renaud Dehousse che ha parlato sul tema ” L’Unione Europea dopo la Brexit “. Il suo alto  intervento introduttivo insieme a quello di Valdo è stato chiaro ed approfondito  ed ha toccato tantissimi argomenti  che L’Europa è costretta ad affrontare ogni giorno. Anche nei numerosi  interventi dei cittadini presenti si è sentita la  grande volontà di superare i vari problemi europei con saggezza e decisione . Insomma un grande entusiasmo fra i partecipanti che non assistevano almeno in quella occasione al triste teatro delle miserie della politica italiana. Nel mio intervento ho ricordato tra l’altro  il successivo momento di discussione politico culturale rappresentato dal Convegno che si terrà Martedi 30 Gennaio, alle ore 18,00 , presso Lucca Libri in Viale  Margherita 113 a Lucca organizzato dall’Associazione Culturale Gaetano Salvemini. A questo incontro pubblico sarà presente il giornalista Paolo De Luca che è stato corrispondente RAI per trenta anni a Bruxelles presso l’Unione Europea e che presenterà il suo ultimo  libro ” Apprendisti Stregoni – Mappa del populismo in Europa “. Anche qui sarà presente l’On. Valdo Spini che si è sempre interessato ,  da protagonista politico ,  dei vari problemi europei . Insomma un filo diretto tra Firenze e Lucca per una seria ed approfondita riflessione sull’Europa e sugli Stati Europei .

Il Presidente dell’Associazione Culturale Gaetano Salvemini di Lucca Martinelli Gabriele,addì 12.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

IMPIANTI SPORTIVI: PARTE L’ITER PER LA REALIZZAZIONE DI UN PALASPORT IN VIA CIOCCHE.

Una struttura polivalente al servizio di tutti i giovani impegnati nelle attività sportivo-coreografiche delle contrade e nelle più diverse discipline sportive

Seravezza_ Parte ufficialmente l’iter che porterà alla realizzazione di un nuovo impianto sportivo polivalente nel Comune di Seravezza. Nel bilancio di previsione 2018, che sarà portato all’attenzione del Consiglio Comunale entro febbraio, è iscritta infatti la somma di 20 mila euro per la progettazione dell’opera, che avrà un costo complessivo stimato di 1 milione e 220 mila euro. Una struttura tanto attesa dal mondo del Palio, che andrà a soddisfare le esigenze anche delle società sportive; una struttura polivalente, modulare, adattabile ad attività anche diverse da quelle prettamente sportive, capace ad esempio di ospitare spettacoli ed altre iniziative.

«La realizzazione dell’opera è uno dei punti qualificanti del nostro mandato amministrativo, lo abbiamo sempre detto ed oggi diamo un seguito concreto agli annunci fatti», dichiara il sindaco Riccardo Tarabella. «Abbiamo sempre detto anche di voler puntare su una struttura solida, funzionale, sicura e durevole, che resti a lungo come patrimonio della comunità e che risponda alle necessità di tutti i giovani del nostro comune impegnati nelle attività sportivo-coreografiche delle contrade e nelle più diverse discipline sportive. E così sarà. Avremo modo nei prossimi mesi di approfondire tutti i dettagli, da quelli più strettamente legati alla configurazione dell’opera a quelli della copertura economica già delineata. Intanto partiamo con la progettazione. I 20 mila euro necessari saranno disponibili non appena verrà approvato il bilancio preventivo».

La struttura sorgerà in via delle Ciocche, su terreno di circa 4800 metri quadrati inserito in un complesso di opere di urbanizzazione e aree pubbliche (parcheggi, verde, viabilità) per oltre 16 mila metri quadrati acquisiti dal Comune nell’estate 2016 con lo strumento della perequazione urbanistica a seguito dell’insediamento realizzato dalla società Genimm su due comparti dell’area Ciocche-Puntone. Su quel terreno il Comune di Seravezza pose nel 2010 il vincolo di destinazione sportiva, già prefigurando il tipo di impiego che adesso l’Amministrazione Tarabella si appresta a realizzare.

Il palasport polivalente è inserito nel piano triennale 2018-2020 delle opere pubbliche varato nei giorni scorsi dalla giunta municipale.

Segreteria del sindaco di Seravezza,addì 11.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PATTO CIVICO DI SERAVEZZA REPLICA AL SINDACO TARABELLA

Seravezza_ Abbiamo letto con attenzione la replica del Sindaco Tarabella al nostro ultimo comunicato.

Non ci stupisce il tono stizzito della risposta, consueto quando si tratta di rispondere nel merito a Patto Civico.

Ci sorprende piuttosto la mancanza assoluta di autocritica del proprio agire e l’ostinazione a non voler vedere la realtà dei fatti: la lontananza dal cittadino che non sente parte attiva e presente questa maggioranza, con un malessere spesso e volentieri rappresentato da chi pure l’ha votata.

E’ comprensibile, sbandierando qualche modesto risultato amministrativo, nascondere le difficoltà intanto interne, già palesate con le dimissioni del capogruppo di maggioranza dopo pochi mesi di amministrazione e dal passaggio all’opposizione di un consigliere, peraltro membro del Partito Democratico.
Ma ostinarsi , come in uno sforzo di autoconvincimento, a presentare come più che positiva una gestione politica che si sta avviando a diventare una delle peggiori amministrazioni viste, è operazione masochistica.

Abbiamo perso ogni speranza che Sindaco e maggioranza comprendano che vi sia una opposizione che fa l’opposizione. E che lo faccia forte, nel suo complesso, del doppio dei voti presi da chi governa: per questo il nostro continuo richiamo alla centralità che il Consiglio Comunale dovrebbe avere.

Consiglio come luogo di continua ricerca e non spazio da cui fuggire.
E quando un Sindaco attacca l’opposizione, sostenendo perfino che gli interventi di critica vengano fatti per dimostrare di esistere, forse ha già perso nel suo operare: perché parla del dito mentre perde di vista la luna.
Così oggi Tarabella attacca fieramente, di nuovo, Patto Civico senza vedere i giudizi della cittadinanza che, da Azzano a Querceta, sono molto meno teneri di quanto abbiamo sostenuto in questo piatto anno e mezzo di amministrazione. Grazie,

Patto Civico,addì 11.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PREMIAZIONE “BORSE DI STUDIO” AGLI STUDENTI MERITEVOLI DELLA GARFAGNANA:

SABATO 13 GENNAIO ALLE ORE 16,00 ALLA SALA CONGRESSI BVLG DI GRAMOLAZZO SARÀ RECUPERATA LA FESTA DEL SOCIO RIMANDATA PER MALTEMPO. IN ALLEGATO L’ELENCO DEI PREMIATI.

Versilia_ Garfagnana_ “Ben 54 gli studenti premiati in Garfagnana. Ricordiamo un totale di oltre 107 mila euro erogati da BVLG su tutto il proprio territorio. Inoltre il premio eccellenza al Maestro Luigi Roni, direttore artistico del Serchio delle Muse.” La Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana premia l’impegno dei giovani del territorio. Saranno ben 54 gli studenti della Garfagnana che premiati Sabato 13 gennaio alle ore 16,00 presso la Sala Congressi BVLG a Gramolazzo. L’evento permette finalmente di consegnare le borse di studio ai ragazzi meritevoli dopo l’annullamento per maltempo della festa del socio programmata il 16 dicembre scorso. Durante la festa del socio dedicata agli studenti sarà consegnato anche il Premio all’Eccellenza 2017 che quest’anno vedrà premiato per la Garfagnana il Maestro Luigi Roni, direttore artistico del Serchio delle Muse. Dichiarazioni:

Presidente BVLG Enzo Stamati:

BVLG continua il suo percorso vicino agli studenti premiando i giovani che si sono distinti nello studio. La volontà di premiare il merito significa per noi educare le nuove generazioni all’impegno. Tramite l’impegno è possibile fare crescere la propria comunità affinché i ragazzi di oggi possano diventare buoni cittadini domani.

Vicepresidente BVLG Pierluigi Triti:

Un momento importante per il territorio. BVLG continua il suo percorso vicino agli studenti premiando i giovani che si sono distinti nello studio. Il premio eccellenza 2017 al Maestro Luigi Roni dimostra che i risultanti arrivano con l’impegno costante.

Direttore BVLG Paolo Pelliccioni:

Il nostro impegno a “fabbricare fiducia” continua anche con questo progetto. Ben 398 borse di studio per oltre 107.000 euro. A dimostrazione dell’impegno della nostra banca sul territorio. Ancora una volta vogliamo dimostrare la nostra vicinanza alle famiglie e ai giovani, premiando coloro che dimostrano di “lavorare sodo” tramite gli ottimi risultati conseguiti negli studi.

ELENCO DEI PREMIATI PER AREA GEOGRAFICA GARFAGNANA ELENCO PREMIATI PER AREA GARFAGNANA

Classe terza media: Erica Benedetti, Thomas Pio Bos, Beatrice Comparini, Alessia Cullhaj, Michele Donati, Chiara Feraco, Ester Ferrali, Ginevra Ferrari, Luca Ferrari, Elisa Ferrari, Filippo Giovannetti, Luca Lenzi, Marco Luccarini, Davide Mazzanti, Diletta Orsi, Deborah Ragusa, Sara Romei, Rebecca Rossi, Irene Rossi, Nicola Valentino Suffredini, Alysha Teora, Eleonora Tortelli, Alessandro Tramontana.

Classe 1°superiore: Elisa Biagioni, Christian Castelli, Elisa Collini, Rebecca Diversi, Amelie Fiori, Federica Giannoni, Marta Luccarini, Vittoria Poli, Ilaria Vanni.

Classe 2° superiore: Marco Ciani, Mariachiara Daddoveri, Christian Poli, Alice Tortelli.

Classe 3° superiore: Giulia Daddoveri, Gianluca Toni

Classe 4° superiore: Federico Bertoli, Tommaso Bocchi, Rebecca Coiai, Francesco Daddoveri, Andrea Fanani, Alessandro Poli, Francesca Trusendi, Ilenia Turri.

Diploma di maturità: Elena Biagioni, Ylenia Corti, Rebecca Lucchesi, Arianna Mancini, Tommaso Pellegrinetti, Elisa Piccinini, Matteo Pioli, Rachele Porta.

Raffaele Capparelli, comunicazioneBVLG,addì11.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^

LA CHIUSURA DELLO SPORTELLO DI PONTESTAZZEMESE DEL MONTE DEI PASCHI

Storia di una banca, allora Toscana, che ebbe negli anni trenta del secolo scorso anche un ufficio a Palagnana. Quasi un secolo di storia bancaria sta per concludersi a Stazzema. Nessuna reazione significativa ma soprattutto intesa a scongiurare la mannaia di una riorganizzazione dell’istituto bancario più vecchio italiano. La soppressione è l’ennesima dimostrazione che alla comunità di Stazzema può capitare di tutto senza che ci sia un tentativo che provi a invertire il depauperamento dei servizi. Da Lorenzo Micheli riceviamo e pubblichiamo queste righe sul pionerismo bancario nel paese di Palagnana. L’ufficio fu aperto da Lorenzo Barsi, direttore della banca Toscana a Pontestazzemese, è fu curato da don Emilio Barsottini, grande oratore e significato popolarmente come il “vescovo della Versilia” .

Stazzema_ Oltre a quella di Pontestazzemese,praticamente da sempre c’era un’altra banca e questa era allogata nel paese di Palagnana. Allora , Palagnana era un paese abitato da  qualche centinaio di persone che vivevano tutti, alvo rare eccezioni , di agricoltura. Era quella l’agricoltura dura e faticosa che si praticava da tempo immemorabile ad anfiteatro che guardavano la Garfagnana, a cominciare dal paese di Gramolazzo. Palagnana era un paese di case isolate o raggruppate in minuscole borgate , dove com’era consuetudine un tempo convivevano tre generazioni. Un paese i cui abitanti si ritrovavano la domenica per la messa delle 10.30 nella chiesa che che sorgeva su di un colle a cui si appoggiava, formando così una grande elle. A una decina di metri dal sagrato, sorgeva un massiccio campanile con attaccata una bassa casetta che era la sede della banca. Una volta a settimana, la domenica appunto, apriva i battenti e l’unico impiegato era il prete che che reggeva la parrocchia. Malgrado l’agricoltura desse appena di che vivere , per disbrigare le loro faccende, gli abitanti di Palagnana avevano bisogno di una banca. I soldi che versavano erano il frutto delle vendite di carbone ottenuto dalle tante carbonaie che si aprivano nei boschi cedui e soprattutto il frutto delle rimesse degli emigranti . Questi allora erano numerosi e si dirigevano in massa verso Glasgow in Scozia o a Coney Island negli States. Tra gli altri, un impiegato della banca fu don Emilio Barsottini che poi, per decenni fu proposto a Seravezza.

Lorenzo Micheli, addì 11.1.2018

^^^^^^^^^^^^^

SABATO IN SANT’AGOSTINO LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO VERSILIA MALENOSTRUM DI ENRICO CONSOLONI

SABATO 13 GENNAIO, ore 16:00 Sala della SS. Annunziata-PietrasantaLibro Versilia Malenostrum

Versilia_ Sabato prossimo la presentazione del libro Versilia Malenostrum del dott. Enrico Consoloni non sarà solo un momento culturale ma una occasione per prendere coscienza dei mali che stanno distruggendo il territorio versiliese, fra i quali, e non certo secondario, la particellazione burocratico-amministrativa. Un vero accanimento di soluzioni escogitate da una politica empirica che scaturisce da sette comuni ( l’autore ne enumera otto inserendo Montignoso) che governano ( o sgovernano, secondo il punto di vista dell’autore) un piccolo territorio popolato complessivamente da circa 180mila abitanti. Con il libro, Versilia Malenostrum, il dott. Enrico Consoloni si espone quanto mai nel segnalare le piaghe di una terra che ormai non riconosce più, tanto da sembrare un alieno e non una voce versiliese, che solitamente evita di avventarsi su questioni che potrebbero poi nuocergli. L’autore dimostra la forte personalità attraverso una spiccata pulsione artistico-civile che lo porta a evidenziare senza infingimenti il suo passionale j’accuse, che non è fine a se stesso ma propositivo di soluzioni a cui giungere dopo un ponderato confronto. La formazione scientifica che dispone si trasfonde in quel personale porsi culturalmente ribelle allo status quo che consente alle multiformi criticità di ledere le meraviglie naturali. Il libro Versilia Malenostrum è un tentativo coraggioso per evidenziare l’incosciente dissipazione delle potenzialità naturali di una terra, la Versilia, sulla quale il Creato ha riversato doni a bizzeffe, come il mare, le montagne e le acque. Una tale abbondanza di beni naturali che si caratterizza anche per una purezza adamantina che rasenta la predilezione. Distruggere il ricevuto e togliere alle generazioni future il doveroso godimento è considerato dall’autore un vero e proprio delinquere naturalistico, una spoliazione che avrà ricadute emozionali, sociali e sanitarie negative, tanto che il sentimento dell’appartenenza al territorio della Versilia perderà molto della prerogativa della passionalità e dell’ispirazione di cui gli abitanti sono portatori.

Il libro è patrocinato dal Circolo culturale Fratelli Rosselli ed è edito per PetrArtedizioni (dicembre 2017). Sarà presentato nella Sala SS. Annunziata del Chiostro di Sant’Agostino alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018. Al tavolo di presentazione siederanno, oltre all’autore, Alessandro Tosi, presidente del Circolo Fratelli Rosselli, Giuseppe Cordoni, poeta e critico d’arte, Giovanni Bovecchi, editore del libro.

Pontile 20180111_111420

Giuseppe Vezzoni,addì 11.1. 2018

^^^^^^^^^^^^^^

2018, NOI SIAMO PRONTI A NON PERDERE LA FIDUCIA

Cari avaaziani, 

Questo è un video registrato dai membri del team di Avaaz, ed è diventato virale! È un messaggio di speranza e amore per il 2018 — ci aiuti a condividerlo e a far girare un po’ di ottimismo nel mondo? Guardalo e condividilo ora:

Il 2017 è stato un anno duro, durissimo, ma c’è stata anche una incredibile resistenza! Non siamo mai stati così orgogliosi di questo movimento — non solo Avaaz, ma tutti quelli assieme a cui lottiamo ogni giorno. 

Un movimento che ha fermato l’ascesa dell’estrema destra in molti paesi, frustrato Trump in quasi tutti gli obiettivi che aveva, aperto i cuori ai rifugiati, vinto grandi battaglie per proteggere il pianeta, e messo in difficoltà potenti nemici come Monsanto e Rupert Murdoch. 

E la cosa più bella è il MODO in cui stiamo vincendo. Non con la paura, la rabbia o la manipolazione, ma attraverso la speranza, la razionalità, l’amore. Stiamo cercando di essere il cambiamento che vogliamo vedere, e stiamo creando, passo dopo passo, il mondo che sogniamo. E lo stiamo facendo ASSIEME.
Quindi, forza 2018, noi siamo pronti!!! 

Con enorme gratitudine per tutti voi, persone incredibili che avete reso possibile tutto ciò, e con speranza per l’anno che inizia, 

Ricken, Emma, Fatima, Alice, Nana, Spyro, Nataliya, Danny e tutto il team di Avaaz.
P.S. Se ti senti pessimista in questo momento — sì, è vero, le minacce sono reali. Ma se abbandoniamo la speranza, cosa ci rimane? I nostri nonni hanno affrontato molto di peggio e con molto meno a disposizione — non possiamo arrenderci ora. Per questo innanzitutto ti mandiamo un grande abbraccio! E poi facciamo un appello per tentare di avere occhio critico su ciò che leggiamo quest’anno — l’estrema destra e governi come quello russo hanno un OBIETTIVO chiaro, quello di rendere cinici i cittadini come noi, facendo girare informazioni false o prive di fondamento (specialmente su Facebook) e farci perdere speranza e fiducia nella democrazia, nelle istituzioni, nei media e tra di noi. Ecco un articolo (in inglese) che spiega tutto questo questo. (
Guardian). Nel 2018, lottiamo con la testa e con il cuore per tutto quello che amiamo!!!

Da Avaaz

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PEDALATA ODIERNA: MULINA, SERAVEZZA, PIETRASANTA, MARINA DI PIETRASANTA, FORTE DEI MARMI, QUERCETA, MULINA.20180111_111530

20180111_111354

Quaranta sono stati i chilometri percorsi stamani, caratterizzati anche da una foratura in località Centrale, causata da una larga sconnessura nel manto asfaltato che abbiamo preso in pieno. Ormai è impossibile, pur mettendoci tutta l’attenzione necessaria, evitare situazioni simili. Lungo le strade sono innumerevoli i tratti di asfalto che presentano vere e proprie insidie come quella di stamani, alcune assai più pericolose e che darebbero esiti ben diversi dalla foratura. Il rischio di romperci il collo non è certo fare dell’allarmismo gratuito nel caso in cui le ruote finissero certe buche.

Giuseppe Vezzoni,addì 11.1.2018

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2363 del 10 e 11 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

ORDINANZE NN. 26/2017 E 47/2017. ORDINE DI SOSPENSIONE DELL’EFFICACIA AI SENSI DELL’ART. 21 – QUATER DELLA LEGGE 241/1990 ES.M.I…

ordinanza_n_1

Stazzema_ Ieri l’ing. Arianna Corfini, Responsabile di servizio dell’Ufficio Programmazione delle Infrastrutture e del Patrimonio del Comune di Stazzema, ha firmato l’ordinanza con cui impone l’ immediata sospensione dell’efficacia delle ordinanze n. 26 e n. 47 emesse nel 2017 per quanto concerne il sito estrattivo di Loppieto, dove opera la Ditta Vincenti srl. Alla decisione si è arrivati dopo che è pervenuto il contributo/ parere che era stato richiesto alla Direzione Ufficio Cave e all’Ufficio Affari Giuridici Legislativi della Regione Toscana in merito all’interpretazione autentica dell’art. 24 comma 3 della L.R. 35/2015. Dal parere emerge che “le ordinanze emesse ai fini del ripristino che consentono ulteriore escavazione non risultano coerenti con quanto previsto dalla L.R.35/2015”.

Vezzoni Giuseppe, addì 10.1.2018 ( Dall’Albo Pretorio on line del Comune di Stazzema)

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

ATTIVITÀ DI CAVA: MASSIMO RIGORE DA PARTE DEL COMUNE NEI CONTROLLI SUI QUANTITATIVI DEI MATERIALI LAPIDEI ESTRATTI

Seravezza_ Nell’edizione di ieri il quotidiano Il Tirreno ha riferito di un provvedimento sanzionatorio che il Comune di Seravezza ha posto a carico di un’azienda estrattiva per aver omesso la comunicazione mensile dei materiali lapidei estratti. Questa mattina la notizia è stata ripresa ed approfondita, accompagnata anche da valutazioni e precisazioni dei titolari della cava. Ciò consente all’Amministrazione Comunale di fornire alcuni chiarimenti.

L’obbligo di informare il Comune in ordine alle attività di lavorazione è sancito dal testo unico in materia di cave (legge regionale 78/1998) e dalla legge regionale 35/2015. Su questa base normativa il Comune di Seravezza ha fissato alcune regole, stabilendo ad esempio che la comunicazione relativa alle quantità estratte – distinte per tipologia e provenienza – debba essere trasmessa all’Ufficio Attività Produttive entro i primi dieci giorni del mese successivo a quello cui i dati si riferiscono. L’Amministrazione ha dato preciso mandato agli uffici comunali di monitorare con estrema attenzione il rispetto di tali modalità e di tali termini da parte di tutte le aziende estrattive che operano sul territorio comunale, essendo quei dati essenziali per il calcolo del “contributo di estrazione” (tassa marmo) che l’ente incamera a vantaggio dell’intera collettività. Quando necessario, gli uffici calcolano, applicano e richiedono il pagamento di sanzioni pecuniarie nella misura prevista dalla legge regionale 35/2015.

Il caso evidenziato dal Tirreno si riferisce a una cava della Valle del Serra. Il fatto che si tratti di un sito privato – come lo sono tutti i siti estrattivi presenti nel Comune di Seravezza – non esime i proprietari dal rispetto di leggi e regolamenti. Tant’è vero che, per l’omessa comunicazione periodica delle quantità estratte, il Comune di Seravezza nel corso del 2016 e del 2017 ha sanzionato tre volte l’azienda titolare della cava per complessivi 4.500 euro. L’ente ha inoltre disposto il recupero del contributo di estrazione per l’anno 2016 per complessivi 71.358,64 euro (di questi, 23.717,12 euro sono di sanzione, pari al 50% dell’importo dovuto) nonché per i primi sei mesi dell’anno 2017 per complessivi 34.868,53 (di cui 3.164,42 di sanzione pari al 10% del dovuto). I valori percentuali delle sanzioni si innalzano progressivamente in base al ritardo con cui avviene il pagamento. Per gravi inadempienze il Comune può arrivare a disporre la sospensione dell’attività estrattiva.

Il rigore nel pretendere il rispetto dei termini di comunicazione periodica da parte delle imprese estrattive e nell’applicare le sanzioni fissate dalla legge dimostra che il Comune di Seravezza opera in questo ambito con la massima diligenza ed attenzione.

Segreteria del sindaco di Seravezza, addì 10.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PROVA, SUL CAMPO, DI INCAPACITA’ TECNICA

Seravezza_ Domenica scorsa sulle pagine locali de IL TIRRENO è stata pubblicata, in ritardo rispetto ad altra stampa cartacea ed on line, la velina inviata dal Comune di Seravezza con la quale, con senso di orgoglio, annunciava alla popolazione che sono in corso i lavori di pulizia delle cunette sulle strade collinari, allo scopo di mettere in sicurezza i versanti e preservarli dalle frane.-

Di fatto, tali interventi vanno letti come una autodenuncia di incapacità tecnica nella gestione di precedenti appalti di pulizia delle scarpate dall’erba e rovi infestanti, e non è la prima volta che lo denuncio, su queste pagine, sollevando le ire dell’assessore Bartelletti, che ritengo inadeguato a sovrintendere al “Dicastero” dei Lavori Pubblici, perché giudica come fatti bene quei lavori che tutti ritengono “ male eseguiti ”.-

Non è tanto la capacità dell’impresa esecutrice che voglio mettere a fuoco, anche se potrebbe sicuramente fare meglio, quanto la formulazione dei capitolati dei lavori che sono alla base dell’appalto per l’esecuzione dei tagli.-

Che dire, poi, della assoluta carenza dei controlli, o della troppa magnanimità di chi li ha effettuati, desumibile dal fatto che i lavori non sono stati eseguiti come da capitolato, con ciò consentendo all’impresa un ingiusto profitto in danno dei contribuenti.-

Come può apparire concepibile che si chieda all’impresa di formulare un prezzo per il taglio dell’erba e rovi, ed altra vegetazione spontanea, presente sulle scarpate, senza l’obbligo di raccoglierla per portarla in discarica ?

Non è venuto in mente a quel tecnico, che il materiale tagliato, sia per la forza di gravità quanto per effetto di una lieve brezza o due gocce di pioggia, avrebbe invaso le cunette sottostanti intasandole, così da rendere necessario un secondo intervento, cioè quello in corso, con dei costi maggiorati che gravano sulla collettività ?

Che dire, poi, dell’obbligo di effettuare i tagli sulle scarpate fino alla distanza di CINQUE metri dalla strada, PER OGNI LATO, di fatto non eseguito e non contestato all’impresa ?

Geom. Vittorio Tarabella,addì 10.1.2018

NB: Abbiamo sostituito un termine e al suo posto abbiamo messo male

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

LEZIONE “COME FUNZIONA LA BANCA” A VIAREGGIO: BVLG IN PRIMA LINEA PER EDUCARE GLI ALUNNI AL RISPARMIO.

Viareggio_ “Venerdì 12 gennaio alle 11,00 il primo appuntamento 2018 alla Scuola primaria di Don Sirio Politi al quartiere Migliarina con gli alunni di quinta elementare”. La Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana continua nella sua opera di educazione delle giovani generazioni al risparmio con la lezione dal titolo “Come funziona la banca”. Venerdì 12 gennaio alle ore 11,00 presso la scuola primaria Don Sirio Politi al quartiere Migliarina si terrà il primo appuntamento 2018 sul territorio con la lezione di educazione al risparmio per i più piccoli. A condurre la lezione Fabrizio Diolaiuti insieme a Antonella Marrai, la Responsabile della nuova filiale BVLG di Viareggio Marco Polo inaugurata il 22 dicembre scorso. Alla lezione saranno presenti anche il Responsabile area territoriale Marco Aspi e la Dirigente scolastica dell’Istituto Loredana Bilardi. Ricordiamo che dalle lezioni svolte negli anni dalla banca, dalle domande pertinenti ed “impertinenti” dei ragazzi è nato l’omonimo libro che ha permesso di mettere “nero su bianco” questo progetto, in modo che i ragazzi possano “portare a casa” quanto imparato nelle ore trascorse ascoltando come si svolge il funzionamento di una banca. La volontà di educare le nuove generazioni, nasce dall’impegno a fare crescere la propria comunità, affinché i ragazzi di oggi possano diventare dei cittadini più consapevoli. Un impegno a “fabbricare fiducia” per i giovani e per tutta la collettività. Dichiarazioni:

Presidente BVLG Enzo Stamati:

La lezione del format “come funziona la banca” è un appuntamento ormai consolidato con i ragazzi e con le scuole. Avere arricchito la lezione con il bellissimo libro omonimo con i disegni di Fabrizio Del Tessa dimostra la volontà della banca di investire sulle giovani generazioni”.

Direttore BVLG Paolo Pelliccioni:

Come funziona la banca” rappresenta non solo il titolo del format per il quale molte scuole del nostro territorio hanno già avuto modo di essere protagoniste; identifica soprattutto lo spirito di questa iniziativa, dimostra ai giovani del territorio la volontà della banca di farsi conoscere e creare valore per loro e per le famiglie della nostra comunità”.

Responsabile area territoriale Marco Aspi:

Un momento importante per tutta l’area territoriale Versilia Costa. Il nostro impegno si evidenzia anche in queste iniziative che fanno conoscere il nostro modo di fare banca e di essere banca del territorio”.

Raffaele Capparelli, comunicazione BVLG,addì 10.1.2018.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

TEATRO SCUDERIE GRANDUCALI: MAURIZIO MICHELI, “UOMO SOLO IN FILA” CHE RIFLETTE (E SORRIDE) SUL SENSO DELLA VITA

20180110_uomo solo in fila

Seravezza_Istrionico e brillante, Maurizio Micheli approda martedì 16 gennaio al teatro delle Scuderie Granducali di Seravezza (Lu) per il terzo spettacolo della stagione invernale di prosa messa a punto e diretta da Elisabetta Salvatori. “Uomo solo in fila” è il titolo della pièce che l’attore pugliese di origini toscane (livornesi, per la precisione) porta in scena per la prima volta in Versilia dopo le applaudite rappresentazioni dello scorso novembre al Teatro Franco Parenti di Milano.

Conosciamo Maurizio Micheli per la sua garbata ironia, per esser stato protagonista dell’epoca d’oro del cabaret e dei varietà televisivi, per le sue numerose apparizioni nelle commedie brillanti al cinema e, non ultimo, per la sua solida carriera teatrale, fatta di grandi successi come “Mi voleva Strehler”, con oltre mille rappresentazioni in tutta Italia. A Seravezza l’attore porta in scena un nuovo personaggio, vittima consapevole del senso e non-senso della vita: un uomo solo, in coda in un anonimo ufficio pubblico a fianco di altri esseri umani che come lui aspettano di conoscere il loro destino. Protagonista è l’attesa, quella dell’assurdo quotidiano in cui trovano spazio pensieri, speranze, inquietudine, pazzie, canzoni e… illusioni. Un uomo qualunque che, nell’attesa di una chiamata che forse non arriverà mai, si pone domande profonde sul senso della vita e sulla condizione della società contemporanea. Una situazione surreale tra Beckett e Kafka, che procede però in modo leggero, con momenti divertenti intervallati da musiche e canzoni, suscitando spesso il sorriso e la complicità del pubblico. La pièce è scritta dallo stesso Micheli, che in scena è accompagnato dal pianista Gianluca Sambataro. La regia è di Luca Sandri; le scene di Fabio Cherstich.

Ufficio stampa Fondazione Terre Medicee

Stefano Roni,addì 10.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

CONVEGNO A FIRENZE SU GIANFRANCO MIGLIO A 100 ANNI DALLA NASCITAIMG-20180109-WA0011

Firenze_Sperando di fare cosa gradita, vi trasmetto l’invito al convegno organizzato dal Gruppo Regionale Lega Nord Toscana  dal titolo “Miglio, 100 anni dalla nascita – L’uomo e le idee” ‎che si svolgerà a Firenze giovedì 11 gennaio alle ore 11:00 presso palazzo del Pesago, sala Gonfalone, via Cavour 4

Con l’invito di partecipare numerosi vogliate gradire i più cordiali saluti. 

Filippo La Grassa

Lega Nord Toscana- Segreteria Organizzativa Nazionale

Responsabile Tesseramento Nazionale

Sezione Versilia Medicea
[Stazzema, Seravezza e Pietrasanta],addì 10.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^

PEDALATA ODIERNA: MULINA,SERAVEZZA, MULINA

Pochi chilometri, soltanto 15, ma stamani in bicicletta sulla strada eravamo soli a causa di una pioggerellina, a momenti anche fitta, e di una temperatura più pungente rispetto ai giorni scorsi, tanto che non era certo una giornata ideale per pedalare. Tuttavia l‘uscita l’abbiamo compiuta lo stesso, anche se poi abbiamo dovuto asciugare la bici e fare il bagno in tutta fretta.

Giuseppe Vezzoni,addì 10.1.2018

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2362 del 9 e 10 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

DISOCCUPAZIONE ALL’11%; QUELLA GIOVANILE AL 32,7%

I dati istat scatenano la soddisfazione per la disoccupazione che è scesa all’11% ma resta la seconda più alta in Europa. Anche il dato sull’occupazione, 23 milioni e 183 mila lavoratori occupati, il più alto da quando nel 1977 sono iniziate le serie dell’Istat, va letto con attenzione per il fatto che l’incremento di 345 mila occupati in più in un anno evidenzia che l’85% sono contratti a tempo dederminato ,mentre il monte delle ore lavorate è ben lontano dal dato del 2008. Insomma l’occupazione è cresciuta ma la qualità e il tempo occuppazionale sono inferioni a quelli del 2008. La disoccuppazione giovanile annua è scesa di quasi sette punti ( – 1,3 rispetto a ottobre 2017) si è attestata al 32,7%, ben lontana dalla media europea. Anche il questo caso, scorporando il dato complessivo, si è di fronte a una occupazione temporale che prevale enormente rispetto a quella a tempo indeterminato, che comunque ha dato lievi segni di crescita. Inoltre, scorporando il dato degli occupati in valori assoluti, emerge che sono aumentati solo tra gli over 50 Il segretario Pd Matteo Renzi  su facebook, sottolinea che “da febbraio 2014 a novembre 2017 l’Italia ha recuperato 1.029.000 posti di lavoro di cui il 53% a tempo indeterminato”.

Giuseppe Vezzoni,addì 9.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

AMBIENTE: AL VIA UN CICLO DI INCONTRO PUBBLICI DEDICATI ALLA RACCOLTA E ALLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

Seravezza_Un ciclo di incontri pubblici sul tema della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. Obiettivo: rinsaldare il patto di collaborazione tra Comune e cittadini per migliorare il porta a porta e dare un ulteriore impulso alla raccolta differenziata, elementi centrali delle politiche ambientali e di tutela del territorio a Seravezza. Ad annunciare l’iniziativa è l’assessore Dino Vené, a margine dell’incontro tenuto questa mattina in Municipio con il direttore generale di Ersu Walter Bresciani Gatti. «Incontreremo i cittadini per illustrare il lavoro svolto e i risultati ottenuti nel corso del 2017», dice l’assessore Vené. «Un confronto diretto con gli utenti, con coloro che quotidianamente si confrontano con i servizi messi in campo dal Comune e da Ersu e dai quali è importante avere indicazioni precise su ciò che va e su ciò che invece va perfezionato. In ambito versiliese Seravezza svolge da anni il ruolo di capofila nella sperimentazione e nella messa a punto dei servizi di gestione del ciclo dei rifiuti. Lo dimostra anche il recente varo sperimentale, primi in Versilia, del conferimento premiante, che sta dando positivi riscontri. Vogliamo continuare su questa strada ed intendiamo farlo d’intesa e con il supporto dei cittadini».

Gli incontri pubblici si terranno a partire dalla fine di gennaio e riguarderanno in particolare le aree del Comune in cui è attiva la raccolta porta a porta, vale a dire il capoluogo e i centri della piana. Presto saranno comunicate le date esatte. Nel corso delle assemblee verranno resi noti i dati aggiornati sulla raccolta differenziata, si illustreranno le diverse modalità di conferimento, si spiegherà il funzionamento della “premiante” (con il meccanismo dei bonus che consente di ottenere sconti sulla Tari), si parlerà dei controlli e delle sanzioni contro l’abbandono indiscriminato dei rifiuti e si raccoglieranno i suggerimenti dei cittadini e degli operatori economici. Alle riunioni saranno presenti i responsabili operativi di Ersu, per favorire un confronto anche tecnico sulle tematiche in discussione.

L’incontro di questa mattina con Ersu era stato chiesto dagli amministratori comunali di Seravezza per la problematica contingente relativa alla distribuzione dei sacchetti per la raccolta differenziata e per un confronto ad ampio spettro sull’organizzazione dei servizi sul territorio. Riguardo ai sacchetti, il direttore generale di Ersu Walter Bresciani Gatti ha annunciato la fine della sperimentazione avviata nei primi giorni dell’anno da parte dell’azienda e il ritorno all’abituale modus operandi a partire da lunedì 15 gennaio. Da quella data, pertanto, gli operatori torneranno a lasciare agli utenti lo stesso numero di sacchetti che ritireranno per le diverse tipologie di rifiuto, secondo la modalità cosiddetta one-to-one. «La breve sperimentazione ha dimostrato, a noi come agli utenti, che con un po’ di attenzione è possibile calibrare la distribuzione dei sacchetti in modo tale da evitare gli sprechi», ha detto Bresciani Gatti. «Mantenendo questo atteggiamento attento e parsimonioso possiamo senza dubbio tornare alla modalità abituale di consegna dei sacchetti. Resta inteso che, in caso di necessità, i cittadini potranno lasciare indicazioni scritte o rivolgersi direttamente al nostro operatore per avere quantità integrative di sacchetti, come è sempre stato».

Sempre nell’incontro di questa mattina con Ersu è stato deciso di elaborare un programma di miglioramento della raccolta di prossimità svolta nelle frazioni collinari e montane, di acquistare e posizionare nuovi cestini gettacarta urbani e di incrementare il numero dei ritiri presso l’isola ecologica interrata di via Federigi, alla quale ha accesso tramite tessera un accresciuto numero di famiglie residenti nel centro di Querceta.

Segreteria del sindaco di Seravezza,addì 9.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

IL MONDO DELLA SCUOLA SI PRESENTA ALLE FAMIGLIE: INCONTRO INSEGNANTI-GENITORI DOMANI NELL’AUDITORIUM DELLA “PEA”20170722_scuola-primaria-frediani-seravezza

Seravezza_Appuntamento importante quello di domani, mercoledì 10 gennaio, nell’auditorium della “Enrico Pea” di Marzocchino per tutte le famiglie interessate a conoscere l’organizzazione e l’offerta didattica delle scuole seravezzine in vista delle iscrizioni al nuovo anno scolastico. L’incontro (inizio ore 18) è promosso dalla dirigenza dell’Istituto Comprensivo di Seravezza con il supporto dell’Amministrazione Comunale proprio per illustrare la struttura organizzativa e le peculiarità formative delle quattro scuole d’infanzia, delle quattro scuole primarie e della scuola secondaria di primo grado attive sul territorio comunale. Dopo l’incontro sarà possibile compiere una visita guidata alla “Pea”, momento utile per un ulteriore approfondimento per le famiglie con ragazzi che dovranno iscriversi alla prima media.

L’incontro di domani è centrale rispetto agli open days promossi dall’Istituto Comprensivo nei singoli plessi e che prevedono ancora i seguenti appuntamenti: mercoledì 10 gennaio dalle 10:00 alle 11:30 scuola d’infanzia di Basati e dalle 16:30 alle 18:30 scuola d’infanzia di Seravezza e scuola primaria di Marzocchino; lunedì 15 gennaio dalle 16:30 alle 18:30 scuola primaria di Ripa; martedì 16 gennaio dalle 10:00 alle 11:30 scuola d’infanzia di Querceta e dalle 16:30 alle 18:30 scuola primaria di Frasso; mercoledì 17 gennaio dalle 16:30 alle 18:30 scuola primaria di Seravezza; venerdì 19 gennaio dalle 10:00 alle 11:30 scuola d’infanzia di Marzocchino. Nei giorni e negli orari indicati gli insegnanti saranno a disposizione dei genitori.

Le iscrizioni al nuovo anno scolastico si potranno effettuare dal 16 gennaio al 6 febbraio 2018.

Segreteria del sindaco di Seravezza,addì 9.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

RIFLETTERE SULL’EUROPA

11 gennaio Dehousse Brexit

Lucca_ Martedi 30 Gennaio 2018 , alle ore 18,00 , presso LUCCA LIBRI – LIBRERIA CAFFE’ LETTERARIO in Viale Margherita 113 Lucca ( vicino alla stazione FS ) Paolo De Luca presenterà il suo  libro  APPRENDISTI STREGONI – MAPPA DEL POPULISMO IN EUROPA. Tutti voi siete  invitati a partecipare. L’autore è un giornalista ed ha lavorato per oltre 30 anni alla RAI occupandosi di politica interna ed europea come inviato speciale e corrispondente da Brusselles. All’iniziativa politico culturale sarà inoltre presente l’ On Valdo Spini di Firenze che si è sempre occupato di questi importantissimi  temi . Credo che una attenta riflessione su cosa stà avvenendo in Europa sia indispensabile e spero gradita a tutti voi. Colgo questa occasione per  rinnovarvi  l’augurio di Buon Anno . Saluti fraterni . Il Presidente dell’ASSOCIAZIONE CULTURALE GAETANO SALVEMINI DI LUCCA  Gabriele Martinelli . Ps. In allegato trovate la locandina dell’evento politico culturale.

Gabriele Martinelli,addì 9.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

VERSILIA D’ALTRI TEMPI”: SABATO ALLA MISERICORDIA SI PRESENTA IL LIBRO DI ENZO SILVESTRI

20180109_versilia-d-altri-tempi

20180109_enzo-silvestri

Seravezza_ “Versilia d’altri tempi” è il titolo del libro di Enzo Silvestri che si presenta sabato 13 gennaio alla Misericordia di Seravezza con inizio alle ore 16:00. Una raccolta di poesie, scenette e racconti che l’autore ha scritto con passione nel corso degli anni e in cui liberamente unisce esperienze autobiografiche e fantasia, dando vita a situazioni in cui comicità, dramma, amori e passioni travolgenti si intrecciano in modo scorrevole e avvincente. Ad arricchire la narrazione, l’uso del colorito vernacolo versiliese, a sottolineare come le storie nascano dalla volontà di mantenere un legame forte con il territorio e con le esperienze vissute dall’autore. Tra gli scritti inclusi nella raccolta anche la scenetta “Alla gora”, terza classificata nella sezione racconto inedito al 22° Premio Dialettale Silvano Alessandrini.

Enrico Baldi, cultore di storia e tradizioni locali, firma l’introduzione del volume e alcune “noterelle sul dialetto” inserite nella parte finale del libro. In copertina un bel disegno del pittore versiliese Gian Paolo Giovannetti. Tutto il ricavato della vendita di “Versilia d’altri tempi” sarà devoluto a favore dell’Airc per la ricerca contro il cancro. Alla presentazione di sabato alla Misericordia, oltre all’autore e a Baldi, interverrà il sindaco Riccardo Tarabella.

Enzo Silvestri è nato a Seravezza, dove tutt’ora risiede, il 14 marzo 1927. Ha lavorato a lungo nel settore lapideo e, una volta ritiratosi in pensione, ha scoperto il desiderio e il piacere di mettere su carta i ricordi di luoghi e persone che ha avuto occasione di conoscere nella sua Versilia.

Segreteria del sindaco di Seravezza,addì 9.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

LA DIVISIONE MONTEROSA NEL 1944 IMPEDÌ UNA RAPPRESAGLIA TEDESCAArticolo sulla Monterosa da Stella Alpina,dicembre 2017

Sul numero del periodico alpino Stella Alpina, mese di dicembre 2017, è pubblicata una testimonianza a firma del signor Maurizio Bertagni, alpino del Gruppo di Barga, su quanto accade a Villetta San Romano nella notte tra il 24 e 25 novembre 1944. Il testimone racconta, dopo una operazione partigiana che rubò due muli, i fucili e le scarpe ai militari tedeschi che erano di guardia, scattò come reazione un rastrellamento di civili che furono radunati nel “pallaio” del campo di bocce del luogo e fu ordinato che fosse restituito quanto era stato rubato pena la fucilazione di due civili che eranno accorsi per domare le fiamme che uscivano dalla stalla dove era avvenuto il furto e incediata dai tedeschi. Una donna del luogo riusci a evitare il rastrellamento e corse a dare l’allarme al Comando della Monterosa, che allertò i propri uomini. Gli alpini accorsero nel paese e iniziarono le trattative a cui seguì l’ordine di rilasciare i rastrellati, di liberare i due condannati e di lasciare il paese, essendo la zona sotto il comando del generale Carloni. Un episodio, stando al testimone, che non è stato mai riportato nei resoconti storici della guerra in Garfagnana.

Giuseppe Vezzoni ( da Stella Alpina,dicembre 2017), addì 9.1.2017.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PEDALATA ODIERNA: MULINA, SERAVEZZA, QUERCETA, MARZOCCHINO, POZZI, RIPA, VIA DELLA RESISTENZA, RIPA, MARZOCCHINO, CAFAGGIO, FONTANA DEL DIAMANTE, RIPA, MULINA.

20180109_110332

20180109_110001

Anche stamani sono stati 35 chilometri, con l’ascesa della Via della Resistenza. Nonostante il ridotto esercizio durante le feste di Natale, la gamba ha tenuto e siamo saliti senza soverchia fatica in cima, sotto il grande traliccio e l’antenna delle telecomunicazioni. Come ieri la temperatura era quasi primaverile, specie nel tratto della salita tutta al sole. Due signore cercavano gli erbetti sui poggi, che lungo la Via della Resistenza sembrano scampare all’inverno, ammantati come sono dall’erba verde e dalle margheritine fiorite.

Giuseppe Vezzoni,addì 9.1.2017

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2361 dell’ 8 e 9 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

MA LA CAMPAGNA ELETTORALE A STAZZEMA QUANDO PRENDE AVVIO?

Stazzema_Ormai manca poco più di un anno alla fine del primo mandato a sindaco di Stazzema di Maurizio Verona ma ancora non si muove foglia per dare avvio a una campagna elettorale che intenda evitare di portare in carrozza agli ultimi mesi questa amministrazione guidata dal duo Verona-Pelagatti. Chi volesse contrapporsi a questa corazzata stazzemese, in cui sono imbarcati politici che dal PCI hanno cavalcato senza riserva alcuna tutti gli acronimi che hanno portato al Partito Democratico ed esponenti del sociale e del mondo cooperativistico, non può attendere i primi mesi del 2019. In questo caso non potrà essere credibile una campagna elettorale fatta a tempo scaduto e a giochi fatti. Le forze politiche che vogliono contrapporsi davvero allo status quo amministrativo stazzemese, che dal 2004 è andato sempre più consolidandosi, devono iniziare a muoversi adesso per costruire almeno una parvenza di credibilità atta a misurarsi elettoralmente contro questa sapiente miscedazione con il sociale della politica amministrativa stazzemese.

Giuseppe Vezzoni,addì 8.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

STAZZEMA – PORTA A PORTA DELL’OLIO ESAUSTO

Stazzema_ Il Comune di Stazzema  comunica a tutte le utenze domestiche che a far data dal  1° gennaio  2018, verrà attivato, il servizio di raccolta Porta a Porta dell’olio esausto e che nei primi giorni dell’anno, contemporaneamente, verranno tolti  i contenitori stradali dedicati, presenti sul territorio.

Il giorno di ritiro dell’olio è stato fissato con l’ultimo venerdì di ogni mesein ogni caso gli utenti dovranno prenotare l’appuntamento, almeno una settimana prima, presso l’Ufficio URP di ERSU S.p.A., ai seguenti numeri telefonici: numero verde: 800-942540 oppure al numero fisso: 0584 282211 selezionando il tasto 1.

Si richiede, inoltre, alla utenze di ritirare il contenitore per l’olio esausto presso il Comune di Stazzema, Ufficio Tributi, piano terra, compilando l’apposito modulo. I contenitori saranno disponibili  nei primi giorni dell’anno.

In alternativa l’olio potrà essere conferito presso i seguenti Centri di Raccolta:

  • Centro di Raccolta di Via Ciocche, nel Comune di  Seravezza, dal lunedì al sabato, dalle ore 7:00 alle ore 19:00;
  • Centro di Raccolta di Via Olmi, nel Comune di Pietrasanta, dal lunedì al sabato, dalle ore 7:00 alle ore 19:00.

Per eventuali informazioni: Ufficio Ambiente 0584.775233 – 0584.775223

SERVIZIO DI RACCOLTA DI PROSSIMITÀ

Dal 19 settembre 2016 è attivo il servizio di raccolta differenziata di prossimità nel Comune di Stazzema nelle frazioni di Pruno, Volegno, Cardoso, Gallena, Ruosina e Pontestazzemese.

Il servizio consiste nell’allestimento di Punti di Raccolta di Prossimità nelle suddette frazioni del Comune composti da contenitori per la raccolta di RUR (Rifiuto Urbano Residuo), Organico, Carta cartone e tetrapak, Multimateriale, Vetro, Oli vegetali usati, Pile esauste e Farmaci scaduti; ove i cittadini, già muniti di apposito kit, possono conferire direttamente i propri rifiuti domestici.

Per informazioni scaricare l’opuscolo SERVIZIO DI RACCOLTA DI PROSSIMITA’ A STAZZEMA

Servizi a domicilio e raccolta differenziata stradale

Ingombranti su appuntamento
RAEE su appuntamento
Olio esausto alimentare su appuntamento e conferimento presso la stazione ecologica di Via Colmate Pietrasanta
Raccolta rifiuti speciali a pagamento

Raccolta differenziata stradale

– Organico: richiedi il composter
– Carta, Cartone e Tetrapak: contenitori di colore verde con dicitura “Carta Cartone e Tetrapak”
– Multimateriale: campane di colore azzurro
– Vetro: campane di colore verde
– Indifferenziato: cassonetti

 

Centri di raccolta

I cittadini del Comune di Stazzema possono usufruire dei seguenti centri di raccolta:

  • Centro di Raccolta Olmi – Pietrasanta
  • Centro di Raccolta Ciocche – Seravezza
  • Centro Raccolta Emilia – Forte dei Marmi
  • Impianto Verde – Pietrasanta

Dal sito ufficiale on line del Comune di Stazzema

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

L’UNIONE EUROPEA DOPO LA BREXIT

11 gennaio Dehousse Brexit

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PEDALATA ODIERNA: MULINA, SERAVEZZA, QUERCETA, ROTONDA VIA ALPI APUANE, PONTE DI TAVOLE, PONTEROSSO, PIETRASANTA, IARE, LE PIAZZE, BUONGIORNO, LE IARE, LA RISVOLTA, MULINA.20180108_103751

20180108_103738

Stamani abbiamo allungato la percorrenza portandola a 35 chilometri, fra i quali anche alcuni tratti dell’antica via Frangigena che passa da Vallecchia Vecchia. Stradine strette che si inerpicano fino al bivio del Colle della Guardia e si aprono sulla piana versiliese e il mare. Sotto questi poggi antichi, di là della provinciale di Vallecchia (Sp 8). il fiume Versilia si dimena indolente verso La Rotta.

Oggi Libera Cronaca è priva di notizie, in un giorno in cui troviamo facile assecondare questo fatto riproponendo informazioni sulla raccolta dell’olio esausto e sulla raccoltà di prossimità esttrapolate dal sito ufficiale del comune di Stazzema.

Giuseppe Vezzoni,addì 8.1.2018

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2360 del 6 e 7 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

ULTIM’ ORA LIBERA CRONACA 1360 del 7.1.2018

LA SINISTRA ED I SUOI FUNZIONARI PROSEGUONO NELL’ESERCIZIO DEI DUE PESI E DUE MISURE

Pietrasanta – Abbiamo letto tutti della levata di scudi per condannare la molotov di Capriglia, dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, all’Anpi, al PD, ai vari sindacati e sindaci di sinistra della Versilia, ai candidati in pectore come Ettore Neri etc etc etc

Come al solito la sinistra applica due pesi e due misure. Quante volte la Lega Nord ha subìto violenti attacchi alle sue sedi o ai suoi gazebo? Vetrine rotte, scritte sui muri, non ultimo il lancio di una molotov nel palazzo che ospitava la sede della Lega Nord a Pisa.

Allora tutti, o quasi, tacquero.

Perché? 

Ma le molotov non sono sempre un male?

O lo sono solo quando fa comodo per pura convenienza politica?

Se davvero a sinistra hanno così a cuore l’incolumità e la tutela degli stranieri che sbarcano sulle nostre coste, ci permettiamo sommessamente di ricordare che in Versilia due migranti sono purtroppo già morti.

Era il febbraio 2017 quando due nigeriani, ospiti dell’agriturismo Le Poiane di Retignano (Stazzema), furono trovati senza vita per ragioni ancora misteriose. Le indagini sembrano essere arrivate ad un punto morto. Perché Rossi, l’Anpi, il PD, il sindaco Verona, l’ex sindaco Neri e tutta l’allegra brigata non hanno fatto sentire la loro voce con la stessa fermezza di oggi?

Ciò che è avvenuto a Le Poiane va forse derubricato a semplice incidente di percorso? Non siamo d’accordo. Sono morti due ragazzi e la loro morte, come quella di qualsiasi essere umano, merita di avere verità e giustizia.

Purtroppo sia la giustizia che la verità sembrano essere un fastidioso orpello, soprattutto per chi da sinistra continua a strillare che l’ospitalità agli stranieri è una questione di umanità caritatevole.

Oramai anche le pietre hanno capito che quello dell’immigrazione è solo business. Un business molto ricco che specula sulle disgraziate vite altrui.

A monte non c’è nessuna carità e a valle non c’è nessuna integrazione. Ma nel mezzo girano tanti tanti tanti soldi.

NB: Abbiamo corretto la località dell’agriturismo Le Poiane: non è nel paese di Pomezzana, come è stato erroneamente scritto sul comunicato, ma in quello di Retignano.

Lega Nord – Versilia Medicea,addì 7.1.2017

^^^^^^^^^^^^^^^^

PEDALATA ODIERNA: MULINA, SERAVEZZA, RIPA, STRETTOIA, MONTISCENDI, GRANULATI ALIBONI, MARZOCCHINO, MULINA20180107_104532

20180107_104444

Versilia_ Stamani siamo risaliti in bici per fare circa 25 chilometri. Mattinata ottimale e tanti appassionati della biciletta sulle strade, specie nella piana, dove il sole e la temperatura intorno ai 18° gradi erano quelli da clima pre-primaverile.

Da stamani siamo ritornati a lavorare per concludere il racconto Il grido del falco, lasciato nell’aprile scorso incompiuto per imbarcarci nella scrittura dell’ultimo libro sulla strage di Sant’Anna di Stazzema. Manca la scrittura dell’ultimo capitolo di una storia che ha anche l’ambizione,seppure con qualche licenza narrativa storico-temporale, di fare un quadro sul cambiamento sociale avvenuto nei paesi montani alto-versiliese. Seppure ambientato in un borgo dal nome fantasioso, il villaggio è molto ravvisabile. Va precisato che la vicenda è di pura fantasia e non è ispirata a nessuna realistica vicissitudine accaduta, anche se la vicenda è possibilissima poiché tratta di una persona che improvvisamente è colpita da un ictus e vede crollare intorno a sé tutte le sue sicurezze e scopre attraverso il dolore e la paura una dimensione umana diversa e il valore del vivere anche in una condizione di autonomia insufficiente da cui, con umiltà e determinazione, tenta di uscirne con l’aiuto di una badante polacca.

Insomma, è un racconto lungo che ha anche la presunzione di tratteggiare il cambiamento sociale dato dall’invecchiamento generalizzato e il senso di solitudine e di sconforto che nell’ultimo decennio del secolo passato ha preso a tessere nelle comunità marginali come quelle montane il suo ordito, fino a immagliarle nella rassegnazione e nella scarsa reattività alla liquefazione dei diritti e del redditi.

Il 2018 potrebbe essere l’anno, come è stato nel 2014, in cui Giuseppe Vezzoni darà alle stampe due libri.

Giuseppe Vezzoni,addì 7.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

TOSCANA: INFRASTRUTTURE E SVILUPPO. Lo sguardo sul futuro”

(FIRENZE – 12 Gennaio 2018)

Auditorium Sant’Apollonia – via San Gallo, 25/a

programma definitivo infrastutture toscana 12.01.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

ANNO NUOVO…METODO VECCHIO

Seravezza_ Finalmente, abbiamo notizie del progetto per il condizionamento a Palazzo Mediceo, quelle stesse che avevamo chiesto con un’interrogazione scritta in consiglio e disattesa per mesi. Come dice il direttore Franco Carli, a scanso di equivoci, sarebbe bene dare notizie veritiere. Intanto non è un progetto già concordato in conpartecipazione con la Regione Toscana, ma semplicemente, uno studio di fattibilità per poter partecipare ad un progetto più ampio che coivolge tutte le ville medicee e del quale ancora non sappiamo, se e come, faremo parte. Con la delibera di giunta n°166 del 18 Dicembre viene  autorizzato, appunto, un documento che ne è solo la programmazione unilaterale del comune, al solo scopo di poter partecipare al bando regionale e alla affiliazione definitiva dei fondi già stanziati da esso, cioè quei 146.00,00 euro già a bilancio per questo. È si! A scanso di equivoci, metà del progetto lo paga il comune di Seravezza dalle sue casse, cioè dalle nostre! Senza nulla togliere al Palazzo come polo culturale, ci chiediamo se era proprio il caso di fare questa spesa davvero importante, anche a fronte della resa economica rispetto all’impegno. Per esempio, la mostra importante di Plinio Nomellini, un’eccellenza che ha battuto tutti i record di presenze, è costata circa 98.000,00 mila euro a fronte di un rientro di scarsi 40.000,00mila. Chiediamo all’assessore per la valorizzazione del territorio e ” distretto culturale”, Genovesi, se non fosse stato il caso, di onorare anche la sua delega al decoro urbano impegnando questa cifra, proprio alla sistemazione del territorio, magari per la manutenzione dei  marciapiedi del capoluogo, oppure per la riqualificazione della piana come polo attrattivo.

Elena Luisi Riccardo Cavirani- “IDEE IN COMUNE”,addì 6.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ 

COMUNE DI STAZZEMA:NOMINA FUNZIONARI RESPONSABILI PER L’ANNO 2018

decreto_n_1

Stazzema_ Il sindaco di Stazzema ha nominato i funzionari responsabili delle specifiche posizioni organizzative comunali per l’anno 2018,fatta salva diversa disposizione che potrebbe intervenire prima della scadenza del mandato a sindaco o di eventuali riorganizzazioni a causa di forza maggiore.

Dall’Albo Pretorio on line del Comune di Stazzema

^^^^^^^^^^^^^^

TERMINATO L’INTERVENTO DI MESSA IN SICUREZZA DEL FOSSO DELLE RAVE (CANALE DI ROBBIO)

20180106_114810

20180106_114800

Stazzema_ Si è concluso ieri l’intervento di messa in sicurezza del Fosso delle Rave a Mulina di Stazzema,specificatamente nel tratto che va dal “Ponticello” all’altezza dell’incubatoio ittico. Centocinquanta metri di asta del canale lungo cui, sia sulla sponda destra che su quella sinistra, sono state realizzate le scogliere e un consolidamento del versante sinistro, a valle dello stradello che porta a Logo Milani, attraverso un intervento di ingegneria naturalistica. Ovviamente l’intervento non può considerarsi risolutivo in fatto di prevenzione rischio idrogeologico per il fatto che il versante sinistro, carratterizzato da antichi terrazzati pressoché abbandonati, necessiterebbe di un alleggerimento arboreo e una ricanalizzazione delle acque meterorite. Non lascia affatto sicuri nemmeno l’area di luce del Ponticello, che ha una dimensione di circa un metro e mezzo quadrato.

Dall’alluvione del 1996 lungo questo canale, che confluisce nel Torrente Mulina all’altezza delle Case degl Orti di Carbonaia, ci sono stati almemo quattro interventi per renderlo più sicuro. Fu il primo corso d’acqua stazzemese che fuoriusci dagli argini a causa di una frana staccatasi sul versante sinistro all’altezza della località Bacco il giorno dell’alluvione e costrinse alla prima evacuazione della famiglia residente nella vicina casa, appunto del Bacco, sulla sponda destra.

Giuseppe Vezzoni,addì 6.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PEFANINI FATTI IN CASA DA NONNA ROSSY

20180106_181139

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2359 del 5 e 6 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

ULTIM’ORA LIBERA CRONACA 2359 del 6 gennaio 2018

CONCERTO AUGURALE D’EPIFANIA

6 GENNAIO 2018, ORE 17,00. TEATRO SCUDERIE GRANDUCALI

V MEMORIAL DARIA PENNACCHI SANTINI
PARTECIPANO

DINO MANCINO
GRETA DOVERI
FRANK TOMMASI
MARIAGRAZIA BERTI
MAI IN SILENZIO EXPERIENCE

Presenta Walter BandelloniVI MEMORIAL DARIA PENNACCHI SANTINI unnamed

Istituto Storico Lucchese,sez. Versilia Storica,addì 6.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

LA PROF. SSA ANNA GUIDI RISPONDE AL SINDACO DI SERAVEZZA RICCARDO TARABELLA

Seravezza_In merito alla risposta del Sindaco Tarabella a Patto Civico osservo quanto segue: 9 consigli sono meno di 10 e di 11, se proprio la si vuol mettere sui numeri…si va restringendo. Come cittadina affermo che la “avarizia” in tema di consigli comunali e la scarsa informazione sui tempi ed odg, a fronte di un fiume di informazioni sugli obiettivi raggiunti ( a giudizio della giunta), informazioni per altro rese secondo un’ottica non propriamente oggettiva, sono un DANNO per la DEMOCRAZIA. Che poi il Pd di oggi bacchetti il Pd di ieri mi lascia indifferente, appartiene alla vicenda della crisi dei partiti ed allo sfacelo delle ideologie.

Quanto ai successi elencati: in merito alla raccolta dei rifiuti registro identica avarizia: sgravi e premi? Alla rovescia, direi : Ersu adesso lascia un sacchetto anche se ne ritirano 3, forse perché non li produce l’amica di Renzi, che produce quelli per la frutta e verdura adesso a pagamento.

Mi fermo ai rifiuti, al momento, dato che ho appena esposto la plastica. Mi permetto, intanto, un’altra domanda: pur consentendolo la legge di non rispondere alle richieste di accesso ad atti ed informazioni che riguardano la vita egli interessi di tutti e di ciascuno, è BUONA PRATICA farlo?
In tema di ASBUC: la giunta Tarabella ha adottato la politica delle tre scimmiette: non vedo, non sento, non parlo. Ed è proprio la cronaca dell’incontro sugli usi civici alla Cappella, cronaca resa degli uffici stampa ufficiali e non ufficiali del Sindaco a ribadire che in tema di informazione corretta c’è molta strada da fare: non una parola sui copiosi interventi critici dei presenti, dissonanti in tema di transazione.

Probabilmente il libro sacro dell’A.C: attuale, in continuità con la precedente, è 1984 di Orwell, di certo non il capitale di Marx.

Prof.ssa Anna Guidi,addì 5.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

RIFIUTI URBANI: CHIARIMENTO DEL COMUNE DI SERAVEZZA IN MERITO ALLA DISTRIBUZIONE DEI SACCHI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DA PARTE DI ERSU

Seravezza_ In relazione al comunicato stampa diramato in data odierna da Ersu spa riguardo a “Contenimento nella distribuzione quantità dei sacchi nella Raccolta P.a.P. Utenze Domestiche nel Comune di Pietrasanta e Seravezza” il Comune di Seravezza rende noto di aver chiesto nella mattinata di ieri, giovedì 4 gennaio, un incontro urgente con Ersu al fine di discutere alcune problematiche legate al servizio di raccolta dei rifiuti urbani. L’incontro dovrà tenersi nei primi giorni della prossima settimana. Sarà esaminato anche l’aspetto legato al numero dei sacchetti per la raccolta differenziata da distribuire agli utenti del Comune di Seravezza. Il Comune ha già chiesto ad Ersu di specificare e rendicontare i maggiori costi legati a questo specifico aspetto registrati nel 2017 e comunicati da Ersu al Comune a fine anno.

Si coglie l’occasione per chiarire che il Comune di Seravezza non ha chiesto ad Ersu di diminuire nel 2018 il numero dei sacchetti per la raccolta differenziata in distribuzione agli utenti, bensì di rispettare i quantitativi valutati e concordati con Ersu fin dall’avvio del servizio di raccolta differenziata nel 2007. Ciò al fine di evitare che si determino sprechi che inevitabilmente si rifletterebbero sui costi a carico dei cittadini.

L’Amministrazione Comunale di Seravezza è da tempo impegnata in un percorso virtuoso che punta a molteplici obiettivi – tra i quali la tutela dell’ambiente e il potenziamento della raccolta differenziata – armonizzati con una politica di razionalizzazione dei servizi e di contenimento dei costi.

Segreteria del sindaco di Seravezza,addì 5.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

NON E’ AFFATTO CERTO CHE LA REGIONE COFINANZI L’INTERVENTO DI CLIMATIZZAZIONE DEL PALAZZO MEDICEO

Vendere la pelle dell'orso

Seravezza_ In merito ad una intervista de La Nazione al Direttore delle Terre Medicee, apparsa sulle pagine di ieri, ho espresso qualche dubbio.- Ho riunito le foto dei testi di stampa ai miei in unico contesto fotografico.- Riesci a pubblicarlo tale e quale ? Saluti. Geom. V. Tarabella, addì 4.1.2017

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

TRADIZIONALE MESSA DI FINE A SANT’ANNA DI STAZZEMAScreenshot_20180103-183649_1

Stazzema_ Nel farle i nostri migliori auguri di Buon Anno cogliamo l’occasione per augurarle  buon lavoro, sia con il blog che con il Labaro di Mulina ed il nuovo libro che sta scrivendo. In allegato avviso sacro della tradizionale messa di inizio anno.

Associazione Martiri di Sant’Anna,addì 5.1.2017

RE: Ricambiamo i migliori auguri per l’attività che nel 2018 sarà chiamata a svolgere l’Associazione Martiri di Sant’Anna di Stazzema. Restiamo in attesa che si indica un incontro per nominare, con spirito di condivisione, il componente che andrà nel Consiglio Amministrativo dell’Istituzione Parco nazionale della Pace e di conoscere quanto prima il parere che la Prefettura di Lucca e il Comune di Stazzema hanno chiesto all’Associazione per quanto concerne una onorificenza da conferire a don Giuseppe Vangelisti . Ormai sta per scoccare un anno e ancora il parere non è stato espresso, o perlomeno non è stato reso pubblico.

Giuseppe Vezzoni, addì 5.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^

IN POCHI GIORNI IL SINDACO DI CAMAIORE, DEL DOTTO, HA FATTO DUE PROPOSTE DA FAR ACCAP-PONARE LA PELLE – UNA VOLTA SI DICEVA: SARA CALORE !!!

Versilia_In primo tempo ha suggerito di affidare i compiti in materia di assistenza sanitaria, già di competenza della Società della Salute, all’Unione dei Comuni, che, annoverando nell’organico geologi, geometri, operai forestali, e qualche amministrativo, ritiene idonea per una mansione così delicata.-

Poi ha svelato il suo intento di apportare una modifica al regolamento COSAP, che tradotto in parole povere, concerne il Canone per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche.-

Interessa una vasta gamma di cittadini; da coloro che installano i banchetti del mercato, a quelli che devono allestire ponteggi in campo edilizio, all’AVIS che raccoglie le adesioni dei donatori, ai ristoranti o negozi che hanno realizzato verande provvisorie o espongono fiori o verdura; non sarebbe esente chi espone il presepio in piazza o chi organizza la festa della befana.-

La filarmonica che farà servizio in piazza, le contrade che organizzeranno sagre, fiere, esposizione di animali; anche i partiti che, in vista delle elezioni volessero mettere un tavolo in piazza per propaganda politica.-

Vi chiedete cosa dovrebbe fare tutta questa gente se andasse in porto la proposta del sindaco di Camaiore, Del Dotto ?

Dovrebbero allegare alla domanda per ottenere l’autorizzazione alla occupazione del suolo pubblico, anche una “precisa dichiarazione scritta di essere antifascista ed antirazzista”.-

Non so cosa vi frulla nella testa a voi che leggete, ma a me sembra un lungo, lunghissimo passo indietro nel tempo; cambia soltanto l’identità politica.-

Geom. Vittorio Tarabella,addì 5.1.2017

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

BASTA CIVISMO, BENTORNATA POLITICA CON LA “P” MAIUSCOLA FATTA TRA LA GENTE

Pietrasanta_ Il Movimento Giovani Curdi – formato da simpatizzanti, sostenitori e militanti della Lega Nord della Versilia Storica – desiderano inviare un messaggio forte e chiaro ai “manovratori” che in queste ora si incontrano più o meno segretamente per decidere delle elezioni pietrasantine. Aprite bene le orecchie: la lista di centrodestra sarà una lista politica e non civica.

Una volta che sarà stato individuato il candidato sindaco che correrà per tutto il centrodestra, questo sarà sostenuto dai partiti, a viso aperto, col sole in faccia e il cuore in mano.

Niente annacquamenti civici, niente metamorfismi, niente nascondini.

È il momento della chiarezza. E chiarezza impone di non fare il gioco dei tre bicchieri con gli elettori. Non permetteremo la replica del brutto film già visto a Pietrasanta alle ultime elezioni amministrative.

Movimento Giovani Curdi

Leghisti della Versilia Storica,addì 5.1.2018

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2358 del 4 e 5 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

BOMBA MOLOTOV A CAPRIGLIA, GESTO INQUALIFICABILE CHE SEGNALA IL LIVELLO DI ESASPERAZIONE

Pietrasanta – Ciò che è avvenuto a Capriglia va condannato senza tentennamenti. Il gesto è davvero inqualificabile e non può trovare da parte della Lega Nord nessuna giustificazione né attenuante.

Il lancio della bomba molotov contro l’abitazione in predicato per ospitare nuovi migranti ci descrive tuttavia il punto di esasperazione al quale certa politica ci ha condotti.

La Lega conferma la propria ferma contrarietà al business dell’accoglienza – che nulla ha a che fare con l’integrazione né tantomeno con la carità – ed invita la popolazione giustamente esasperata a mantenere i nervi saldi. Non è con le bombe che si potrà risolvere alcunché in Italia, ma solo col voto democratico.

Il PD ha alimentato questa scriteriata politica per mero calcolo affaristico, poiché coloro che si arricchiscono (spesso a dismisura) con questa nuova tratta degli schiavi, appartengono all’albo di famiglia della sinistra italiana, cooperative in testa. 

Nessuno, specie a sinistra, è autorizzato a sorprendersi nel rilevare fino a che punto la rabbia è salita. Noi lo dicevamo da tempo che era doveroso fermarsi, invece il PD ha voluto proseguire su questo irresponsabile cammino.

La Lega Nord invita tutti a vigilare affinché non si ripetano episodi come questo di Capriglia, ed allo stesso tempo esortiamo il commissario prefettizio a non violare in modo unilaterale il corso politico che ha caratterizzato Pietrasanta in questi anni, e che si riassume nella frase “prima gli italiani – no alla nuova tratta degli schiavi – no al business dell’accoglienza”. 

Lega Nord – Pietrasanta, addì 4.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

NOTA STAMPA DEL SINDACO RICCARDO TARABELLA IN RISPOSTA A PATTO CIVICO

Seravezza_Ligi alla loro missione di “maggioranza della minoranza” di dissentire su tutto quello che la “maggioranza uscita dalle urne” compie, i consiglieri di Patto Civico lamentano a mezzo stampa lo scarso numero di convocazioni del consiglio comunale di Seravezza nel 2017. Solo 9 riunioni, dicono. Il dato è corretto ma perfettamente in linea – i lamentatori dimenticano di evidenziarlo – con i dati degli ultimi anni: dal 2010 in poi a Seravezza non si è mai superata la soglia dei dieci consigli comunali annui. Anche quando ai banchi di maggioranza sedeva l’allora assessore all’urbanistica Andrea Giorgi (2010 e quattro mesi del 2011). Anche quando responsabile delle convocazioni del consiglio comunale era l’allora presidente Mara Tarabella (2011-2016), che oggi è in Patto Civico a fianco di Giorgi e Greco. Questo numero 9 indica forse che prima, una volta, tutto veniva fatto bene e ora invece tutto viene fatto male? Forse questo numero 9 significa immobilismo solo perché non è 10 o 11? Ed è un danno alla democrazia per l’evidente diminuzione di spazi alle minoranze in consiglio? Evidente che non è affatto così. Peraltro, proprio il 2017, primo anno completo della mia Amministrazione, ha fatto registrare un numero consistente di delibere prese dall’assemblea (89, rispetto alle 99 del 2016,al le 88 del 2015, alle 76 del 2014 e alle 71 del 2013). Come dire: poche sedute, forse, ma tanto lavoro svolto sia dall’Amministrazione che dagli uffici. Ciò, nonostante il molto tempo dedicato alle interrogazioni delle minoranze, alle quali la mia Amministrazione ha sempre dato ampio riscontro sia in termini di discussione che di risposta.
La realtà è che questa Amministrazione è tutto fuorché immobile. Direi piuttosto in continuo movimento, nel pieno spirito del proprio slogan elettorale: “continuità e novità”. In continuità con l’amministrazione Neri, portando avanti e concludendo le progettualità che la stessa aveva impostato e, allo stesso tempo, introducendo elementi di novità e avviando nuove proposte amministrative. 

Ecco una breve e parziale rassegna, solo per promemoria e perché chiamati in causa, dei temi che l’amministrazione sta gestendo a 578 giorni dal suo insediamento e che vengono costantemente comunicati sui mass media: in fase di consegna gli studi di vulnerabilità sismica degli edifici pubblici e scolastici e di microzonazione sismica del territorio; in fase di avvio la riqualificazione della stazione ferroviaria di Querceta in sinergia con Ferrovie dello Stato; già introdotto il conferimento premiante in ambito di raccolta differenziata; già esteso lo spazzamento meccanizzato alle strade di montagna; già effettuato il raddoppio delle telecamere mobili per il controllo del territorio; avviato il forte impulso al settore dell’innovazione tecnologica (nuovo sito web del Comune con sistema di ticketing per la gestione delle segnalazioni dei cittadini, miglioramento di infrastrutture e reti, ecc.); in corso la procedura per l’avvio della riqualificazione dei cimiteri di Querceta e Seravezza; in corso la progettazione per l’efficientamento energetico di tre edifici pubblici; introdotta la carta d’identità elettronica; in corso l’attività per la formazione dei piani dei bacini estrattivi; in corso l’attività per il nuovo piano strutturale; approvata la variante urbanistica per nuove edificabilità in 19 lotti liberi; in corso le procedure per nuove assunzioni di personale; effettuato l’acquisto di nuovi mezzi per la Polizia Municipale; già realizzati e di prossima realizzazione nuovi parcheggi su tutto il territorio; azione continua di controllo all’abbandono indiscriminato dei rifiuti; affidato il nuovo tratto di pista ciclabile; avviato il progetto di efficientamento della pubblica illuminazione previsto in tutto il comune; approvato il progetto di climatizzazione di Palazzo Mediceo; in corso il secondo lotto dei lavori di recupero di Palazzo Rossetti; in corso la pulizia straordinaria delle cunette stradali sulle strade della montagna. A tutto questo, ed è già abbastanza, si aggiungeranno in maniera organica le voci delle attività che per la prima volta appariranno nel bilancio preventivo 2018.

C’è chi riesce a vedere tutto questo come immobilità? Patto Civico certamente sì, ma stento a crederci, nonostante l’affermazione fatta uscire sui giornali casualmente proprio il primo giorno utile dell’anno. Più che altro i consiglieri di Patto Civico sembrano preoccupati di far percepire pubblicamente la loro esistenza. Sembrano dire: “facciamo vedere che ci siamo; non si scordino che anche noi esistiamo”. Forse rendendosi conto di una cosa che la mia maggioranza sa fin dal primo giorno: alla scadenza del mandato i cittadini non giudicheranno solo noi, ma anche loro.

Seravezza 4 gennaio 2018

Il Sindaco

Riccardo Tarabella

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

VERITA’ E BUGIE SULLA SANITA’ PUBBLICA IN VERSILIA

Versilia_ Qui di seguito riporto integralmente, visto che i giornali si sono ben guardati, non dico di pubblicarlo, ma neppure di farne cenno, l’intervento di Daniele Soddu, Segretario del Sindacato Autonomo FIALS Zona Versilia, l’unico che si è, da sempre, battuto contro lo smantellamento di fatto dell’Ospedale Unico, e per il mantenimento delle attività mediche di eccellenza, durante l’incontro fra i Sindaci della Versilia con la Direzione Sanitaria della nuova ASL Litoranea.

Presidente, Sindaci, Consiglieri, Direttore

La Legge Regionale n°37 del 26-6-2008 inerente il Riordino delle Comunità Montane, all’art15 prevede e disciplina la trasformazione di esse in Unione dei Comuni, all’art20 della stessa, si disciplina l’esercizio associato di funzioni comunali così elencate:

a) Sportello unico attività produttive, b) Progettazione e procedure di affidamento dei lavori pubblici ,

e) Servizi ed attività educative, f)Personale e servizi generali ed amministrativi. Inoltre l’art6 dello Statuto dell’Unione dei Comuni della Versilia ne fa un elenco assai più dettagliato (ma senza nessun cenno alla sanità e al sociale).

Naturalmente lo Statuto dell’Unione dei Comune sta alla base di questa nuova entità e della relativa organizzazione. Inoltre è un fatto secondario la mancanza del Comune di Viareggio in tale consesso e capiamo bene che non si può dar vita a convenzioni e tanto meno inventarsi Gestioni di servizi, come il Socio assistenziale ed il Sociosanitario in queste condizioni.

Tutto questo per capire a chi stiamo parlando oggi e cioè i Sindaci dei Comuni che gentilmente ci hanno invitato, ma niente di più, RIBADIAMO LA FERMA CONVINZIONE CHE IL CONSIGLIO COMUNALE E’ LA VERA SEDE DI UNA DISCUSSIONE PER LA SANITA’.

Detto questo, ai Sindaci presenti siamo a rappresentare per l’ennesima volta, il fallimento di una legge di Riordino del Servizio Sanitario Regionale, la fatidica legge n°84 del 28-12-2015. della quale proprio oggi ricorre l’anniversario. Sopratutto ricorre l’anniversario di quelle (oltre 55.600) firme raccolte per fermare con un referendum la Legge citata ma che, con un atto di “DEMOCRAZIA”, furono calpestate e gettate al vento. Il Sindacato Autonomo fu una delle anime del Comitato Referendario con il sottoscritto che firmò il Quesito Referendario Abrogativo proposto in Regione. Non scorderemo mai l’ostruzionismo di tutti, perfino dei Comuni oggi qua rappresentati. A chi oggi si lamenta e invoca cambi di rotta a chi fa l voce grossa e piange con lacrime di coccodrillo, possiamo solo dire Non siete più credibili…….Noi c’eravamo, Noi informavamo, Noi lo dicevamo!!!!!!!!!!

Cronaca di una morte annunciata verrebbe da dire! Si, quella della Sanità in Versilia, una Sanità di Eccellenza che non può più definirsi tale.

Un ospedale interamente pubblico, quello del Versilia. Costruito con denari pubblici e non col ricorso al Projet Financing come i suoi vicini di casa, che contava oltre 600 posti letto ed oggi vede il numero totale attestarsi poco sopra i 300. Non ci bastano più le rassicurazioni ed i numeri snocciolati dalla Direzione sui posti letto in delibere Aziendali, numeri buoni ad essere contraddetti perfino dall’Assessore Regionale alla Sanità il giorno dopo. Ci fidiamo di noi, di ciò che contiamo e vediamo, giorno dopo giorno sulla nostra pelle e su quella dei cittadini versiliesi, costretti ad attendere in attesa di un posto letto per essere ricoverati. Quindi posti letto INSUFFICIENTI!!!!! A fronte di una normativa Nazionale che stabilisce uno standard di 3,7 posti letto x 1000 abitanti. Invitiamo i Sindaci ad informarsi quale è il parametro oggi nel nostro territorio (circa 2,8 p.l. X 1000 abitanti). La dimostrazione di tutto ciò l’abbiamo avuta con il protocollo sull’emergenza influenzale. Hanno dovuto aprire posti letto in Ematologia gestiti con il solito personale, facendo ricorso all’Istituto della Disponibilità, rivolto al personale già fortemente provato dal blocco del TURN OVER e dalla mannaia della Corte dei Conti degli ultimi anni.

Abbiamo visto le nostre attività migrare verso altri luoghi. Anatomia Patologica a Carrara, smantellato un settore che dava risposte ai cittadini in tempi rapidi e con la qualità che si compete ad un vero polo di eccellenza. Salvo poi far ritornare tutta la Citologia in Versilia e la Micobiologia concentrata a Lucca con i tempi di attesa che si sono dilatati. MA DI COSA STIAMO PARLANDO!

Liste di attesa infinite, con pazienti ad attendere mesi per una prestazione, con la sorpresa poi di scoprire che la stessa potrà essere effettuata a Piombino, Isola d’Elba, Livorno, Carrara o Massa.

Il famoso “Paziente Itinerante”, termine coniato dal Sindacato Autonomo, sta diventando realtà. Perfino per alcuni esami ematici di routine occorre spostarci da un presidio all’altro.

La fuga dei pazienti verso il privato accreditato presente sul territorio che da risposte in tempi brevi ed a costi ormai concorrenziali, visto i ticket della nostra Sanità, è di fatto una realtà sotto gli occhi di tutti. Fioriscono centri privati nei nostri territori ogni giorno. Se qualcuno voleva dare in al privato una fetta della Sanità Pubblica, ci è riuscito. E’ bastato far approvare la Legge Regionale con lo specchietto delle allodole dei Risparmi di Dirigenti e Direttori, cosa mai avvenuta, anzi!

La Sanità in Versilia sta galleggiando grazie a quei Medici, Infermieri, Oss Tecnici, Operai, Amministrativi, che ogni giorno, grazie alla loro coscienza continuano a prestare lavoro cercando di sopperire alle carenze organizzative e di personale. Si! di Personale! Perché a fronte di tanto sbandierate assunzioni siamo sempre sott’organico specialmente in settori nevralgici come Pronto Soccorso ed Area Medica. Sempre al limite degli organici infermieri costretti a rientri sui giorni di riposo e, via e via potrei continuare all’infinito. Di tutta risposta questo personale si è visto togliere quei piccoli incentivi economici che servivano quanto meno da ristoro al loro lavoro già gravoso. Intensità di cura un fallimento totale!!!!!!!!

E poi qualcuno si domanda come mai il risultato dl clima interno in Versilia sia negativo!

Il cittadino trattato in Ospedale viene poi rimandato a casa dove sul territorio dovrebbe trovare quelle risposte assistenziali di cui avrebbe bisogno. Bene l’integrazione Ospedale-Territorio sbandierata dov’è? Le Case della Salute dove sono?? Scatole vuote mai riempite di contenuti.

Anche qui il cittadino-utente, ad una carenza di pubblico si butta nelle braccia del Privato e l’assistenza domiciliare sempre più passa per le casse dei privati. Vergogna!!!!!!!!

Per non parlare della Società della Salute (SDS), altro ente inutile che non ha portato un beneficio che uno ai cittadini bisognosi, ma questo si sono spesi fiumi di parole.

Sia ben chiaro che se l’incontro di oggi è finalizzato alla ricostruzione della SDS in ambito Unione dei Comuni troverete la nostra dura e forte opposizione e con noi quella di moltissimi lavoratori.

La salute dei cittadini deve essere il faro illuminante, il funzionamento della Sanità, il Benessere, la Prevenzione e voi Sindaci avevate il dovere di controllare ed indirizzare. Avete abdicato al vostro ruolo ed ora con la Nuova Legge siete una piccola barca in mezzo a Grandi Vascelli nel Mare della ASL TOSCANA NORD OVEST.

Illustreremo quanto detto di fronte al Prefetto non appena saremo convocati a seguito della PROCLAMAZIONE dello Stato di Agitazione alcuni giorni fa e se le risposte della Direzione non arriveranno sarà SCIOPERO e questa volta i lavoratori non mancheranno di scendere in piazza a difesa dei DIRITTI, di una sanità pubblica, di una assistenza dignitosa e contro questa legge da noi sempre COMBATTUTA che ha affossato in maniere premeditata una SANITA’ di ECCELLENZA quale la Regione Toscana ha sempre avuto.

DA PARTE DEI COMITATI DI CITTADINI QUALE IL NOSTRO, SIAMO DALLA PARTE DI CHI DIFENDE IN MANIERA COSI’ DECISA LA SANITA’ PUBBLICA, E QUINDI NON FAREMO MANCARE IL NOSTRO APPOGGIO AD OGNI INIZIATIVA IN TALE SENSO.

IL COMITATO A DIFESA DELLA SANITA’ VERSILIA STORICA

NB: Il testo è stato tramesso da Giovanni Bolgioni,membro del Comitato a Difesa della Sanità Versilia Storica. Questo scritto, stampato in proprio dal mittente Bolgioni, da due giorni è stato lasciato i luoghi pubblici a disposizione della cittadinanza di Seravezza.

^^^^^^^^^^^^^^^^

L’ASBUC DELLA MONTAGNA SERAVEZZINA, E’ UNA ASSOCIAZIONE ANARCHICA O UN COMITATO SOGGETTO ALLE NORME REGIONALI COME OGNI ALTRO ENTE SORTO PER LEGGE ?

Seravezza_ Quando entrò in vigore la Legge Regionale n. 27 del 2014, disciplina dell’esercizio delle funzioni in materia di demanio collettivo e diritti di uso civico” ed il relativo “Regolamento di Attuazione, n. 52/R del 2015”, coloro che attualmente compongono il Comitato ASBUC della Montagna seravezzina, eletti il 3 dicembre scorso, già costituivano il precedente Comitato, eletto nel 2012.-

La legge n. 27/2014, prescriveva che, entro il 6 nov. 2015, il suddetto Comitato avrebbe dovuto adottare lo Statuto, e, contemporaneamente richiedere il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato.-

E’ stata rispettata la norma ? …… NOOOOO !!!

La stessa norma regionale obbligava l’ASBUC in carica a predisporre un Regolamento per la gestione degli usi civici e del Piano di valorizzazione dei beni del Demanio collettivo civico, da sottoporre alla approvazione da parte dell’Assemblea; assegnava tempo fino all’ 8 maggio 2016, pari ad un anno dall’entrata in vigore del Regolamento n. 52/R suddetto.-

E’ stata rispettata la norma ? …… NOOOOO !!!

A termini del suddetto Regolamento il Presidente ASBUC, entro cinque giorni dall’approvazione da parte dell’Assemblea, avrebbe dovuto inviare al Comune il bilancio annuale di previsione e consuntivo.-

E’ stata rispettata la norma ? …… NOOOOO !!!

I bilanci dell’Ente sono mai stati redatti ed approvati ?

NOOOOO !!!

Visto che l’ASBUC non ha adempiuto alla presentazione dei bilanci al Comune, questo ai sensi della suddetta Legge 27/2015 avrebbe dovuto segnalare il fatto alla Regione che, in tal caso, ha facoltà di nominare un Commissario ad acta.-

L’ha fatto ? NOOOOO !!!

Anche la Regione Toscana, rilevato che non gli sono pervenuti dall’ASBUC i documenti che questa era obbligata ad inviarle per legge, di propria iniziativa avrebbe potuto avvalersi della sud-detta facoltà di sostituire il Comitato con un Commissario.-

L’ha fatto ? NOOOOO !!!

Quanto sopra ha rilevanza con la gestione precedente; con la nuova gestione, come ho già fatto presente più volte, si sarebbe dovuta registrare la nomina, entro il 13 dicembre, del nuovo Presidente.-

E’ stata rispettata la norma ? …… NOOOOO !!!

E’ del tutto evidente che sussistono coperture politiche, sia a livello locale che regionale; tutto questo però declassa l’ASBUC a semplice strumento di qualcun altro che ne tira le fila, in barba alla collettività che dovrebbe rappresentare.-

Rag.Vittorio Tarabella,addì 4.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

LETTERA AL SINDACO DI STAZZEMA SULL’ ANAGRAFE ANTIFASCISTA VIRTUALE

Mulina di Stazzema 4 gennaio 2018

Al sign. sindaco di Stazzema, Maurizio Verona

Spett.le Giunta Comunale; Consiglieri comunali

e p.c. Responsabile Ufficio Cultura, dott. Michele Morabito

Oggetto: Anagrafe antifascista virtuale

(Prot. Comune di Stazzema 4.1.2018, nr. 56)

Signor sindaco,

come cittadino antifascista reale di Stazzema mi pregio di annunciarLe che non aderirò all’ Anagrafe antifascista virtuale a seguito dei vari nonché vani tentativi fatti per valorizzare la figura dell’antifascista Giuseppe Pieruccioni, forse l’unico antifascista vero che il Comune di Stazzema annovera e che finora non ha valorizzato, nonostante le ripetute istanze fatte.

Dopo le lettere del 22 gennaio 2010 (prot. nr. 703) e del 24 giugno 2010 (Prot. 5868) indirizzate all’amministrazione comunale dell’epoca, dove lei ricopriva un ruolo tuttaltro che ininfluente, ossia quello di vicesindaco, sono più che convinto di aver riconfermato, dopo la mia militanza nel Partito socialista Italiano, la mia ideale adesione REALE e non virtuale alla dimensione civico- politica prettamente antifascista con cui vuole ammmantare nel 2018 la comunità stazzemese.

Le ricordo che la sua iniziativa volta a introdurre un’anagrafe virtuale antifascista ha riaperto la ferita civica e politica della mancata intitolazione del Palazzetto del Cardoso, oggi Palazzo della Cultura di Stazzema, all’antifascista Giuseppe Pieruccioni. La invito pertanto a essere realmente coerente con l’intenzione resa manifesta attraverso i mass-media di voler implementare gli anticorpi antifascisti in una società in cui il male fascista del XX secolo sembra di nuovo attecchire con comportamenti ed ostentazioni,  troppe volte tollerati e lasciati impuniti, riprendendo in considerazione la mancata intitolazione del Palazzetto del Cardoso all’antifascista Giuseppe Pieruccioni. Ne trarrebbe giovamento Lei e la sua amministrazione ma soprattutto l’anagrafe antifascista virtuale, che avrebbe davvero un punto di riferimento reale e inoppugnabile.

Precisato ciò, non mi resta altro che attendere se nei miei confronti e per le iniziative che promuoverò verrà applicato l’avvertimento che ha diramato su Il Tirreno del 24 dicembre 2017: « chi non è antifascista, difficilmente, potrà organizzare manifestazioni a Stazzema ». Essendo un antifascista reale non mi iscriverò all’anagrafe virtuale! (Giuseppe Vezzoni)

PS: Signor sindaco, al momento il Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema non è stato ancora consultato ( come da Regolamento) dall’Associazione Martiri di Sant’Anna per la nomina del componente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Parco nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema. Da voci raccolte sembrerebbe che l’Associazione abbia già individuato il componente, ma senza una riunione specifica, durante la quale avvenga un confronto e una condivisione sulla scelta e la persona designata non esponga l’impegno che riserverà alla valorizzazione della memoria dei Martiri di Mulina di Stazzema, il Gruppo Labaro considererà disatteso il Regolamento di nomina e darà parere negativo sul designato, chiunque esso sia.

Mulina di Stazzema,lì 4 gennaio 2018

Per il Gruppo Labaro Martiri di Mulina di Stazzema

Giuseppe Vezzoni

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

SCUOLA: PER LE FAMIGLIE MENO ABBIENTI ARRIVANO I CONTRIBUTI PROVINCIALI PER L’ACQUISTO DI LIBRI DI TESTO E MATERIALE DIDATTICO20180104_locandina-scuole-aperte

Seravezza_ Provvidenze in arrivo per l’acquisto di libri scolastici e materiale didattico da parte delle famiglie a basso reddito. A metterle a disposizione anche quest’anno sono la Provincia di Lucca e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca tramite un bando che scade il prossimo 7 febbraio.

«Un’iniziativa meritoria, finalizzata a sostenere le spese per la frequenza scolastica e, di conseguenza, a promuovere l’accesso all’istruzione e il completamento degli studi da parte di ragazzi provenienti da famiglie in condizioni socio-economiche difficili», commenta il consigliere delegato alla scuola del Comune di Seravezza Riccardo Biagi. «Un’opportunità importante per le famiglie, di equità sociale, che apprezziamo molto e che sosteniamo dandone la massima risonanza, affinché tutti i potenziali beneficiari possano aderire».
I contributi sono riservati a giovani fino a 20 anni di età residenti nel territorio della Provincia di Lucca, appartenenti a nuclei familiari con reddito ISEE fino a 20 mila euro, che non abbiano beneficiato del “Pacchetto Scuola” regionale 2017-2018 e che siano iscritti a una scuola secondaria di primo o secondo grado. Si accede alle provvidenze senza dover presentare alcuna rendicontazione di spesa. I contributi vanno da un minimo di 105 euro a un massimo di 280 euro sulla base di criteri predefiniti legati alle fasce di reddito familiare, all’ordine e grado della scuola e all’anno di corso frequentato. Le domande vanno presentate entro le ore 13 del 7 febbraio 2018 in una delle seguenti modalità: consegna diretta al protocollo della Provincia di Lucca, invio per posta (per la scadenza fa fede il timbro postale), invio per posta elettronica certificata all’indirizzo provincia.lucca@postacert.toscana.it. Il bando integrale e la modulistica sono disponibili sul sitowww.provincia.lucca.it.
«A pochi giorni dalla fine delle vacanze natalizie e dalla riapertura delle scuole colgo l’occasione per lanciare uno sguardo anche al futuro prossimo, ricordando a tutte le famiglie interessate che le iscrizioni al nuovo anno scolastico 2018-2019 si potranno effettuare per tutti i gradi di istruzione a partire dal 16 gennaio e fino al 6 febbraio prossimi», dice ancora il consigliere delegato Biagi. «L’Istituto comprensivo di Seravezza promuove per il giorno 10 gennaio alle ore 18 presso l’auditorium della media “Enrico Pea” un incontro informativo aperto a tutte le famiglie. Nell’occasione sarà anche possibile visitare l’istituto. Per i singoli plessi delle scuole d’infanzia e delle primarie è stato messo a punto invece uno specifico calendario di aperture».
Il dettaglio degli open days è il seguente:

Scuole d’infanzia: Basati (via Belvedere) martedì 9 e mercoledì 10 gennaio dalle 10:00 alle 11:30; Seravezza (via Delatre) mercoledì 10 gennaio dalle 16:30 alle 18:30; Querceta-Marzocchino (via Menchini) venerdì 19 gennaio dalle 10:00 alle 11:30; Querceta-Ranocchiaio (via D’Annunzio) martedì 16 gennaio dalle 10:00 alle 11:30.

Scuole primarie: Seravezza (via Vittorio Veneto) mercoledì 17 gennaio dalle 16:30 alle 18:30; Ripa (via Rinascita) lunedì 15 gennaio ore 16:30 alle 18:30; Querceta-Marzocchino (via Salvatori) mercoledì 10 gennaio dalle 16:30 alle 18:30; Querceta-Frasso (via Cugnia) martedì 16 gennaio dalle 16:30 alle 18:30.
In tutte le occasioni gli insegnanti saranno a disposizione dei genitori per illustrare l’organizzazione e le attività svolte in ogni plesso.

Segreteria del sindaco di Seravezza,addì 4.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

E’ DECEDUTO IERI ROBERTO VERONA, VULGO “CAPOLINO”, L’INFATICABILE COMPAGNO SOCIALISTA STAZZEMESE

Domani mattina, alle undici, le esequie nel suo paese di Retignano.

Stazzema_ Ieri è venuto a mancare Roberto Verona, da tutti conosciuto come “Capolino”. Aveva 71 anni. Da alcuni anni stava combattendo con una malattia che lo aveva allettato definitivamente dopo un recupero di salute che lo aveva riportato a guidare l’auto. E’ stato l’ultimo operaio del Comune di Stazzema dei quattro o cinque di cui l’ente si avvaleva negli anni ’80 del secolo scorso. Va in pensione nel 2002, durante il terzo mandato a sindaco dell’architetto Gian Piero Lorenzoni. Oggi il Comune di Stazzema non ha più operai alle proprie dipendenze e stessa cosa rischia di avvenire con la Polizia comunale, il cui organico attualmente è di una sola unità, quando fino al 1988/89 era di quattro, più due vigili stagionali che hanno trovato impiego fino al 1985. Roberto Verona, alias Capolino, è stato un appassionato attivista nel Partito Socialista Italiano di Stazzema. La comune passione socialista l’aveva portato a stringere una fedele amicizia con il due volte sindaco socialista Giuseppe Conti. Sempre presente alle riunioni e sempre disponibile per promuovere la propaganda socialista durante le elezioni amministrative e quelle politiche. Come ex segretario del PSI di Stazzema lo voglio ricordare per quanto ha dato al PSI di Stazzema prima che l’idealità del socialismo italiano fosse stroncata a furia di monetine e del dispregiativo aggettivo di “ladri” con l’avvento di Tangentopoli e il conseguente crollo dei partiti della Prima Repubblica. Poi abbiamo visto, con la seconda Repubblica, ben altri “ladri”, quest’ultimi però graziati dall’assenza del lancio delle monetine ma soprattutto da una mancata ferma reazione sociale e politica che ci fu con Tangentopoli.

Robè, ti sei speso per una fede socialista che alla base si nutriva di idealità pura, purtroppo tradita dai vertici. Tuttavia non hai lavorato per l’approfitto né per l’interesse ma solo per la giustizia sociale e i diritti dei cittadini. E’ un mondo che non siamo riusciti a costruire ma il tuo e il nostro impegno di socialisti mirava a un obbiettivo di limpidezza politica e sociale che pareva raggiungibile ma che oggi, fatti fuori i socialisti, incolpati di tutti i mali della Prima Repubblica, è stato ricacciato lontano dai ceti meno abbienti, che sono stati sfruttati e impoveriti da coloro che lanciavano le monetine e urlavano l’epiteto ladri a ogni pie sospinto.

Giuseppe Vezzoni e Libera Cronaca porgono le più sentite condoglianze alla moglie Morena,ai figli e a tutti i parenti e amici colpiti da questo lutto. Purtroppo domani mattina abbiamo un impegno famigliare e non potremo partecipare alle esequie. Queste poche righe ci auguriamo che possano mitigare un poco la nostra assenza.

Giuseppe Vezzoni, ex segretario del PSI di Stazzema, addì 4.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

PEDALATA ODIERNA: MULINA, SERAVEZZA, LA RISVOLTA, MULINA

Solo un’oretta per la pedalata di stamani. Da lunedì contiamo di riprendere in maniera continuativa l’esercizio fisico in sella alla bici. Ne abbiamo bisogno poiché le feste hanno lasciato il segno: quasi tre chili a causa del cibo, del vino, della frutta fresca, del panettone vinto dal peso di cinque chili e della sedentarietà. Un di più che va smaltito al più presto. Quell’enorme panettone, buonissimo, è stato la causa imprevista del surplus calorico: dalle due fette biscottate della colazione siamo passati a una fetta di panettone per ben dieci mattine, che vuol dire circa 150/200 calorie in più ogni mattina.

Giuseppe Vezzoni,addì 4.1.2018

NUOVO BLOG LIBERACRONACA2 da Italia bene comune di pochi n. 2357 del 3 e 4 gennaio 2018

https://liberacronaca2.wordpress.com/

LIBERO FOGLIO ONLINE

del

Comune di Stazzema e dell’Alta Versilia:

Storia, Arte, Tradizione, Politica, Informazione.

Dal numero 1536 qualunque e-mail pubblicata sul blog liberacronaca2 sarà seguita da nome, cognome del soggetto che l’ha inviata e da questa

PRECISAZIONE:

IL BLOG non si assume nessuna responsabilità in ordine alla veridicità delle comunicazioni.

Ciò non ci esime eventualmente dall’ intervenire su quanto riteniamo pregiudizievole.

E’ assicurato il diritto di replicare.

Evitare le offese, il turpiloquio, le ingiurie alla razza/sesso/religione e il ricorso al linguaggio che violi la legge italiana, istighi a delinquere, alla violenza, alla diffamazione, ecc…

CIO’ PREMESSO,

il blog liberacroanaca2 non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi dei diritti di terzi.

NB:

Qualora il giornaliero link di Libera Cronaca che inviamo non giunga a destinazione, si può accedere al blog attraverso Googles scrivendo  semplicemente liberacronaca2 unitamente alla data e poi cliccare.

Blogger Giuseppe Vezzoni

giuseppevezzoni@gmail.com

COMITATO PER LA DIFESA DELLA SANITA’ VERSILIA STORICA

Pubblichiamo il comunicato di Giovanni Bolgioni, socio fondatore del Comitato per la difesa della Sanità Pubblica Versilia Storica, che da da ieri pomeriggio è stato stampato in proprio e lasciato nei luoghi pubblici a disposizione gratuita della cittadinanza seravezzese.

Seravezza_ IL COMITATO PER LA DIFESA DELLA SANITA’ VERSILIA STORICA, nato sulle ceneri di vari comitati che si sono succeduti negli anni, sempre a difesa della Sanità pubblica, ha come linee guida la Legge Istitutiva del Sistema Sanitario Nazionale del 23 Dic.1978 n°833 che recita:
La Repubblica tutela la salute dei cittadini mediante il Servizio Sanitario Nazionale.

La tutela della salute fisica e psichica deve avvenire nel rispetto della dignità della e della libertà della persona umana.

Il Servizio sanitario nazionale è costituito dal complesso delle funzioni, delle strutture, dei servizi e delle attività destinati alla promozione, al mantenimento ed al recupero della salute fisica e psichica di tutta la popolazione, senza distinzione di condizioni individuali o sociali e secondo modalità che assicurino l’eguaglianza dei cittadini nei confronti del servizio.

Quei passaggi che ho sottolineato sono oggi, per la maggior parte, disattesi dai dirigenti delle strutture Ospedaliere e Distretti Sociosanitari, con liste di attesa elefantiache, con il trasferimento verso il privato di funzioni e risorse che dovrebbero rimanere, per la maggior parte, pubbliche.

L’altra nostra linea guida è l’Art.32 della Costituzione della Repubblica Italiana:

La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”.

Vi sembra che questo articolo sia stato soddisfatto interamente? A me sembra proprio di no. E grossa responsabilità la portano proprio quei partiti che hanno contribuito alla sua stesura, partiti che poi, destra e sinistra, hanno cercato di affossarla, (e purtroppo non credo che sia finita col 4Dicembre scorso).

La stessa introduzione di ticket, e delle visite in intramoenia a pagamento, pongono una vasta porzione di popolazione nella condizione di non curarsi. E ciò non comporta risparmi ma, anzi, tutte queste persone che potrebbero essere curate facilmente, poi ricadono sul Servizio Sanitario Nazionale con patologie ben più gravi, andando ad occupare quegli spazi che altri cittadini, magari con malattie serie, vengono chiamati a concorrere, con le loro tasse, ai costi sempre maggiori, causati sia dall’invecchiamento della popolazione che ai tagli sempre maggiori del Governo sulla Sanità, che innescano un cortocircuito a solo a danno dei cittadini.

Noi combattemmo, raccogliendo oltre 8,000 firme di cittadini versiliesi, contro la chiusura dei 4 ospedali per costruire l’Ospedale Unico di Lido, operazione voluta esplicitamente dal PCI, poi PDS, poi DS ed ora PD, (ma sempre di loro si tratta), che governavano e governano la Regione Toscana.

Ora che anche questa struttura è a rischio, se non di chiusura certamente di declassamento, lo difendiamo in quanto unico punto di riferimento sanitario pubblico della Versilia.

Il nostro Comitato, unito al Comitato di Viareggio costituito da cittadini, da operatori ed ex operatori della sanità pubblica, è riuscito ad ottenere,(dopo affollate assemblee unitarie, e dopo proteste di fronte all’Ospedale Unico), una serie di incontri con alcuni alti dirigenti locali della nuova ASL Litoranea. E’ stata quindi riconosciuto l’impegno e la valenza dei cittadini, uniti in comitati, di essere ascoltati forse più e con più attenzione dei politici. Sarà forse che fra poco andremo alle urne ed i cittadini votano, ( e speriamo che lo facciano in tanti), ma è la prima volta che ciò avviene.

Il primo incontro, (presenti la Direttrice del Presidio ospedaliero ed il responsabile dei Distretti dott. Fabio Michelotti, con Valentina Mozzoni ed il sottoscritto per il Comitato Versilia Storica, oltre ai rappresentanti del Comitato di Viareggio), va considerato interlocutorio e si è svolto il 4 Dicembre scorso, cioè un paio di giorni dopo che l’ex Sindaco di Seravezza, ex Presidente della Conferenza dei Sindaci, ex Presidente della Società della Salute, in evidente astinenza da poltrone, Ettore Neri, ci definisse “coniglioli”.

Mentre nel secondo incontro, avvenuto il 21 dicembre scorso, si è parlato specificatamente, sopratutto con la responsabile dei CUP dott.ssa Monica Costa, delle Liste di attesa per visite specialistiche.

In questo incontro è emerso che le criticità, (riscontrate da numerosi cittadini ed apparse anche sui giornali, con pazienti mandati a Volterra, all’Isola d’Elba, a Barga, ecc., con appuntamenti per una mammografia fissati a marzo del 2019), oltre che di carattere generale, sono dovute in parte, ma solo in parte, al nuovo sistema di prenotazione presso i CUP.

Abbiamo così capito che questo sistema, introdotto dalla Regione Toscana, è in pratica un esperimento sulla pelle dei cittadini versiliesi. Tanto è vero che per ammissione della stessa dott.ssa Costa, Grosseto l’ha rifiutato.

La dott.ssa Costa ha, per tutto il tempo dell’incontro, cercato di farci credere, ribadendolo più volte, che questo sistema sia “una Ferrari”, (esatte sue parole), alle quali ho replicato che avere una Ferrari e non vincere il Campionato, la Ferrari non serve a niente.

Partecipando a queste discussioni ci si rende conto che siamo di fronte a dei burocrati senza cuore, per i quali i malati sono solo statistiche, sono dei numeri. Infatti, la dott.ssa Costa, con evidente scarso rispetto per i malati, calpestando proprio l’art. 833 che ho sopra citato, ( e cosa molto grave per chi ha pronunciato il giuramento di Ippocrate), ha pure manifestato il vizietto dei burocrati di scaricare le inefficienze del sistema ASL sui cittadini, affermando che una grossa parte delle disfunzioni del sistema sono da imputare a coloro che si rivolgono troppo spesso, (ed in maniera inappropriata), all’ASL per ricevere prestazioni non necessarie.

E’ la solita litania che sentiamo da anni. Quando è colpa dei cittadini che abusano dei farmaci, per cui tolgono la distribuzione dei farmaci presso i Distretti, dirottandoci verso le farmacie e pagando i tickets: Quando è colpa dei medici che fanno troppe prescrizioni, ma oggi visto che per le visite specialistiche ai medici di base è stato imposto un protocollo molto stringente, come si concilia tutto ciò con il fatto che le liste di attesa continuino ad allungarsi a dismisura?

Durante l’incontro ho quindi risollevato la questione dell’Ecografo che si trova presso l’ex Ospedale Campana,che non viene utilizzato secondo le sue potenzialità, sollecitando il dott. Michelotti, responsabile delle Case della Salute, cioè dei Distretti, a darci un risposta in merito alla domanda. Domanda che ho già espresso nei miei volantini da più di due anni, oltre che nell’incontro precedente.

Nel prossimo incontro che si avrà il 15 Febbraio 2018, si parlerà proprio dei Distretti, ed in quella occasione riproporrò la questione dell’ecografo sperando in una risposta positiva.

Vale la pena di ricordare che quell’Ecografo fu acquistato, dall’ASL12 Viareggio con i fondi destinati alle zone montane e /o disagiate, e quindi per evitare inutili disagi a chi abita lontano da strutture ospedaliere, (e nel contempo evitare ingolfamenti al Versilia).

Perché non lo fanno funzionare pienamente? Perché ci trasformano in turisti della Sanità?

E che dire dei pseudopolitici i quali improvvisamente scoprono che la sanità pubblica è in pericolo? Li avete mai visti a raccogliere firme in difesa delle strutture sanitarie pubbliche? Li avete mai viste a delle assemblee cittadine sulla sanità? Mai!

Non fidatevi di loro! A questa razza di voltagabbana interessa solo la visibilità e la possibilità di sedersi su qualche poltroncina politica, cominciando magari col fare interpellanze sul Palio dei Micci, che è la prima cosa che fanno tutti quando vengono eletti nel Consiglio Comunale di Seravezza.

Mai prima d’ora si erano occupati del primo soccorso e dell’ecografo dell’ex Ospedale Campana. Però militano in formazioni politiche che hanno sempre sostenuto la Croce Bianca di Querceta. E non si fanno problemi a mettersi in combutta con sindaci piddini, cioè del partito che ha le maggiori responsabilità sullo sfascio della sanità versiliese e toscana. Cioè di quel partito che continua a sostenere il favoloso stipendio (140.000€ l’anno), del Direttore dell’ormai defunta Società della Salute.

Altro che bene comune!

Seravezza 2 gennaio2018

Giovanni “Bieco Campanilista” Bolgioni, Socio fondatore Comitato Sanità Pubblica Versilia Storica. STAMPATO IN PROPRIO

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

SOLLECITO RISPOSTA SE L’ASSESSORE POLI E’ IN CONFLITTO DI INTERESSI ESSENDO SOCIO DELLA COOPERATIVA CONDOMINI E AMMINISTRATORE PUBBLICO A STAZZEMA

Spett.le COMUNE DI STAZZEMA

Att.ne Segretario Comunale

Sig. Sindaco

 P.c. Consiglieri Comunali

Oggetto: conflitto di interessi assessore Fabio Poli – SOLLECITO (Prot N. 9712 DEL 29.12.2017)

Stazzema_ Con la mia protocollata al n. 7396 del 05.19.2017 (sono ormai trascorsi quasi 3 mesi) rimarcavo come la posizione dell’assessore Fabio Poli possa rappresentare un conflitto di interessi essendo allo stesso tempo socio nella Cooperativa Condomini di Levigliani la quale, come si evince dalla deliberazione n. 143 del 19.09.2017, ha citato in causa il Comune di Stazzema. La materia del contendere è il contributo che le attività estrattive sono tenute a versare per gli anni 2015-16-17.

Seppure l’assessore Poli, giustamente, non abbia partecipato alla votazione di Giunta per l’approvazione della suddetta deliberazione, si dà il caso che la vertenza avrà sicuramente una certa durata e potrebbero verificarsi azioni tese a influenzare le decisioni degli amministratori.

Chiedevo quindi, e torno a chiedere sollecitando un immediato interessamento da parte del Segretario, di accertare se nel caso specifico non si ravveda un “conflitto di interessi” e se questa condizione potrebbe, in qualche modo, recare danno al Comune.

Torno a chiedere al sig. Sindaco se non sia quantomeno opportuno revocare le deleghe al sig. Fabio Poli.

Ritengo che in casi come questi lasciare passare il tempo sia deleterio ed imprudente, attendo dunque di ricevere le risposte certe ed esaurienti nel breve termine e, nel caso in cui si ritenga necessario, che si prendano rapidamente le decisioni del caso. Con l‘occasione porgo i miei saluti.

Terrinca 29.12.2017

Il consigliere comunale

Stagi Baldino, Gruppo Consiliare Luce a Stazzema

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

A QUERCETA LA BEFANA VIEN CON L’ASINELLO

Seravezza_ Tradizioni che resistono nonostante la frenesia della modernità. Come quella della Befana che, con i suoi dolcetti e il suo carbone girerà nei prossimi giorni in lungo e in largo per far visita ai bambini della Versilia. A Querceta la tradizione è tenuta in vita dalla Compagnia del Miccio che domani (giovedì 4 gennaio) tra le 17 e le 20 sarà nelle vie del paese con la sua simpatica Befana, accompagnata da un mansueto asinello e carica di piccoli doni golosi. Il ritrovo è alle 16:30 in piazza Pertini. Per ulteriori informazioni contattare Nello Tessa al numero 338 5252277.

Segreteria del sindaco di Seravezza,addì 3.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

MUSEO DELLE TRADIZIONI POPOLARI: VENERDÌ LA BEFANA APRE LA SUA CASA20180103_museo-del-lavoro_8347

Seravezza_ Bambini non mancate l’occasione: per un sol giorno la Befana apre la sua casa a Palazzo Mediceo. Lo farà venerdì 5 gennaio dalle 15:30 alle 17:30 per far conoscere ai più piccoli il Museo delle Tradizioni Popolari della Versilia Storica, all’ultimo piano dello storico edificio. Una bella opportunità per fare un tuffo nel passato e scoprire tante curiosità legate ai mestieri, alle consuetudini e alla vita dei nostri nonni. La giornata sarà arricchita da storie e laboratori didattici, da una bella merenda e dolcetti a volontà. L’evento è curato da Galatea Versilia nell’ambito dei programmi ludico-didattici di Palazzo Mediceo. È adatto a bambini di età compresa fra i quattro e gli undici anni e la quota di partecipazione è di 6 euro. Prenotazione obbligatoria telefonando al 339 8806229 oppure al 349 1803349.

Ufficio Stampa Fondazione Terre Medicee
Stefano Roni,addì 3.1.2018

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

“L’AZIONE CHIAVE” 

LUNEDì 8 GENNAIO alle ore 20.30. Dopo “Sciami” condotto da Sena Lippi,inizia il secondo percorso teatrale per questa stagione, a cura dell’Officina Coquelìcot
“L’AZIONE CHIAVE” conduzione a cura di Antonio Bertusi.

Bacheca facebook di Marica Bonelli

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

AUGURI PER UN SERENO E PROFICUO 2018 DAL CIRCOLO FRATELLI ROSSELLI DI FIRENZE

Prossimi eventi:

Venerdì 26 gennaio 2018, ore 17.30presentazione del libro: Studi sull’ottocento e novecento. Storie di libri, fatti, idee, persone e personaggidiBruno Becchi. Sede: Spazio QCR, via degli Alfani 101r, Firenze (gc)
Lunedì 5 febbraio 2018, ore 17.30. Assemblea dei Soci Sede: Spazio QCR, via degli Alfani 101r, Firenze (gc)

Venerdì 9 febbraio 2018, ore 17.30 presentazione del libro: Lessico Postdemocratico a cura di Salvatore Cingari e Alessandro Simoncini. Sede: Spazio QCR, via degli Alfani 101r, Firenze (gc)

Quote 2018: a breve sarà spedito il bollettino; chi preferisce il bonifico trova i dati all’indirizzo:http://circolorosselli.it/iscrizione.htm

Circolo Fratelli Rosselli di Firenze

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

ANTIFASCISMO VIRTUALE e ANTIFASCISMO REALE

Stazzema_ Non aderiremo all’anagrafe antifascista virtuale escogitata dal sindaco di Stazzema Maurizio Verona perché, a seguito dei vari nonché vani tentativi fatti per valorizzare la figura dell’antifascista Giuseppe Pieruccuioni e con le lettere del 22 gennaio 2010 (prot. nr. 703) e del 24 giugno 2010 (Prot. 5868) indirizzate all’amministrazione comunale dell’epoca (l’attuale primo cittadino ricopriva la carica di vicesindaco), siamo convinti di aver aderito REALMENTE da decenni e non virtualmente alla dimensione civico- politica prettamente antifascista. Precisato ciò, resta da appurare se nei nostri confronti e per le iniziative che promuoveremo verrà applicato l’avvertimento che il sindaco di Stazzema Verona ha diramato su Il Tirreno del 24 dicembre 2017: « chi non è antifascista, difficilmente, potrà organizzare manifestazioni a Stazzema »

Invitiamo i lettori di Libera Cronaca a ricercare sul Web le lettere citate per compredere meglio questa presa di posizione.

Giuseppe Vezzoni, antifascista reale di Stazzema,addì 3.1.2018